Dal MIT la batteria al grafene che ti ricarica lo smartphone con il segnale Wi-Fi e 5G

104
3 anni fa

La durata della batteria è la battaglia che i produttori di smartphone non hanno ancora vinto. I dispositivi sono sempre grandi e più veloci, ma al crescer della tecnologia le care “vecchie” batterie al litio faticano ad adattarsi e offrire un’adeguata prestazione. Sono diverse le soluzioni sperimentali che cercando di offrire un’alternative, una delle ultime arriva dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) e sfrutta le proprietà del grafene.

I ragazzi del MIT hanno messo a punto il progetto di un dispositivo in grafene in grado di catturare le onde elettromagnetiche vaganti e convertirle in energia utilizzabile. Si tratta di onde come quelle rilasciate da un forno a microonde, dagli infrarossi, o dai vari dispositivi Wi-Fi e dalle antenne LTE/5G, che emettono onde terahertz a bassa energia.

Potenzialmente si potrebbe, ad esempio, realizzare uno smartphone dotato del dispositivo in grafene e quindi capace di assorbire le onde terahertz e auto-ricaricarsi costantemente. La tecnologia potrebbe essere sfruttata anche per alimentare singolarmente i moduli a basso consumo di uno smartphone, come i moduli Wi-Fi, modem 5G e il chip GPS. Tutto questo direttamente attraverso il segnale Wi-Fi o 5G che si trova tutto intorno all’utente. In pratica, più c’è “campo” e più il cellulare si ricaricherebbe facilmente.

Funzionerebbe in modo molto simile a una cella solare, ad eccezione di una diversa gamma di frequenze, per raccogliere e convertire passivamente l’energia ambientale – commenta Liang Fu, uno degli autori dello studio.

Il prossimo passo del MIT è lo sviluppo di un prototipo funzionante. Sì, perché come già detto al momento si tratta solamente di un progetto che ancora non ha trovato una sua concretizzazione.

 

Firenze è la città dove gli Italiani rompono più smartphone
Firenze è la città dove gli Italiani rompono più smartphone
Unione Europea: regole in arrivo per aumentare la longevità dei telefoni?
Unione Europea: regole in arrivo per aumentare la longevità dei telefoni?
Fotocamere da 200 MP: il nuovo standard si fa sempre più vicino
Fotocamere da 200 MP: il nuovo standard si fa sempre più vicino
Smartphone supportati per almeno 7 anni? Lo propone la Germania
Smartphone supportati per almeno 7 anni? Lo propone la Germania
Smartphone: una falla appena scoperta rivela che il 40 per cento è vulnerabile a intrusioni
Smartphone: una falla appena scoperta rivela che il 40 per cento è vulnerabile a intrusioni
Smartphone LG addio per sempre? Nessuno vuole acquistare la sua divisione mobile
Smartphone LG addio per sempre? Nessuno vuole acquistare la sua divisione mobile
LG cede divisione smartphone: in trattativa con Vingroup
LG cede divisione smartphone: in trattativa con Vingroup