Le femmine vivono più a lungo

Le femmine vivono più a lungo

3
25 Marzo

femmina

Le femmine vivono più a lungo e sembra non essere una peculiarità umana ma una regola che si applica a molte specie animali.

Un team internazionale di scienziati che studia la durata della vita dei mammiferi selvatici ha scoperto che, proprio come gli umani, le femmine tendono a vivere in modo significativamente più lungo rispetto alle loro controparti maschili.

I ricercatori hanno esaminato la durata della vita di 101 specie diverse, dalle pecore agli elefanti, e hanno scoperto che le femmine vivevano in media il 18% in più rispetto ai maschi per oltre il 60% degli studi sulle specie. Nell’uomo, le femmine tendono a vivere circa il 7,8% in più.

Lo studio, condotto da scienziati dell’Università di Lione e pubblicato sulla prestigiosa rivista Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS), ha rilevato che il trend osservato non era dovuto a differenze sostanziali nell’invecchiamento di un sesso rispetto all’altro, ma che le femmine avevano un rischio medio di mortalità in età adulta inferiore rispetto a maschi.

Non è chiaro dai dati sul motivo per cui le femmine sopravvivono più a lungo dei maschi, tuttavia gli autori suggeriscono che potrebbe essere dovuto a complesse interazioni tra le condizioni ambientali e i costi di riproduzione specifici del sesso.

Il professor Tamás Székely, del Milner Center for Evolution dell’Università di Bath, è stato uno degli autori dello studio. Ha detto:

Sappiamo da molto tempo che le donne vivono generalmente più a lungo degli uomini, ma siamo rimasti sorpresi nello scoprire che le differenze nella durata della vita tra i sessi erano ancora più pronunciate nei mammiferi selvatici che negli umani.

Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le femmine sono naturalmente in grado di vivere più a lungo o che la mortalità femminile diminuisce rispetto ai maschi.

Ad esempio, le leonesse vivono in natura almeno il 50% in più rispetto ai leoni maschi. In precedenza si pensava che ciò fosse dovuto principalmente alla selezione sessuale, perché i maschi combattono tra loro per conquistare prestigio sociale e quindi avere accesso alle femmine, tuttavia i dati di questa ricerca non supportano totalmente questa ipotesi.

Pertanto, ci devono essere altri fattori più complessi in gioco.

I leoni femmine vivono insieme in un branco, dove sorelle, madri e figlie cacciano insieme e si prendono cura l’una dell’altra, mentre i leoni maschi adulti vivono spesso da soli o con il fratello e quindi non hanno la stessa rete di supporto.

Un’altra possibile spiegazione della differenza sessuale è che la sopravvivenza femminile aumenta quando i maschi forniscono una parte o tutta la cura dei genitori.

Questo è vero anche negli uccelli. Il parto e la cura dei giovani diventa un costo sanitario significativo per le femmine e quindi questo costo è ridotto se entrambi i genitori lavorano insieme per crescere la prole.

I ricercatori hanno in programma di confrontare i dati sugli animali selvatici con quelli degli animali da zoo in cattività, che non devono confrontarsi con i predatori o la competizione per cibo o compagni.

Ciò consentirà loro di misurare la misura in cui le differenze biologiche tra i sessi hanno un effetto sull’aspettativa di vita.

Avendo un impatto diverso in maschi e femmine, le condizioni ambientali difficili, come un’alta prevalenza di agenti patogeni, possono causare differenze sessuali nella durata della vita.

Confrontare il divario sessuale nella durata della vita e nell’invecchiamento tra diverse popolazioni della stessa specie è decisamente un ambito di ricerca carico di aspettative

ha affermato Jean-François Lemaître del Centro nazionale per la ricerca scientifica dell’Università di Lione e coordinatore di questo studio.

Vi abbiamo parlato di longevità anche qui.

Qui, invece, trovate lo studio completo:

Ilanio

Ilanio

Science Newsbot
Aree Tematiche
Natura Scienze
Tag
mercoledì 25 marzo 2020 - 15:17
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd