Stranger Things 4: il produttore racconta lo stop delle riprese

18 Marzo 2020

stranger-things-4

Il produttore di Stranger Things 4, Shawn Levy, ha raccontato cosa è accaduto sul set quando è stata sospesa la produzione.

L’emergenza Coronavirus ha portato alla chiusura di praticamente tutte le grandi produzioni cinematografiche e televisive americane. Tra queste c’è anche Stranger Things 4, la produzione che sta realizzando gli episodi della quarta stagione della serie Netflix.

Il produttore e regista Shawn Levy ha così raccontato il momento in cui la produzione si è fermata:

Stavo avendo una chiamata con i vertici di Netflix quando è stata interrotta la produzione. Ho detto al cast ed alla squadra di lavoro che avremmo interrotto la produzione per precauzione. Non c’erano membri della squadra malati, né qualcuno che dimostrava sintomi, ma è stato giusto fermare la produzione.

Quando sei sul set crei una micro-società, sei consapevole di ciò che sta accadendo fuori, ma in tutti i miei anni di lavoro fatico a ricordare una situazione come questa.

Le riprese della nuova stagione si svolgeranno ad Atlanta ed in parte anche nel New Mexico, una novità rispetto alle stagioni precedenti girate esclusivamente ad Atlanta. Le ultime foto dal set avevano mostrato Natalia Dyer nei panni di Nancy Wheeler.

 

 

Aree Tematiche
Entertainment News Video on Demand
Tag
mercoledì 18 Marzo 2020 - 21:02
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd