Fujifilm X100V: la compatta per street e travel si rinnova e migliora in tutto

Fujifilm X100V: la compatta per street e travel si rinnova e migliora in tutto

3
5 Febbraio

È la camera preferita da molti per street e travel photography: la linea X100 di Fujifilm è adorata dai suoi fan e ora si è appena rinnovata con un nuovo modello che migliora sotto ogni aspetto rispetto al precedente.

La X100V è stata rinnovata letteralmente in ogni aspetto

Si chiama X100V il quinto modello della linea X100: dopo la prima originale del 2011 è poi uscita la X100S (“S” per “second”), poi la X100T (“third”) e la X100F (“fourth”) ora il naming cambia e si passa ai numeri romani con la “V”.

La X100V è stata rinnovata letteralmente in ogni aspetto: come da tradizione Fujifilm, l’azienda ha ascoltato i tanti fan della leggendaria linea di macchine fotografiche pensate per la street e travel photography, implementando praticamente tutte le richieste arrivati negli scorsi anni.

 

 

Arriva finalmente una nuova ottica integrata: rimane la stessa focale e apertura (23mm F2 su sensore APS-C, quindi più o meno un 35mm equivalente) ma ora grazie a due lenti asferiche aggiuntive Fujifilm promette una chiarezza delle immagini molto superiore alla versione precendete e le prime recensioni già confermano il miglioramento netto in quanto a definizione dell’immagine.

Anche il sensore è rinnovato: Fujifilm ha inserito il suo ultimo X-TransCMOS 4 da 26.1-megapixel (lo stesso della top di gamma X-T3) su cui è stata cucita addosso la nuova lente (che ricordiamo è fissa) insieme al nuovo processore X-Processor 4. Migliorato anche il sistema di autofocus che per Fujifilm ora riesce a mettere a fuoco velocemente fino a -5EV.

 

 

Nuovo anche il mirino ibrido che ora integra uno schermo OLED ad alta risoluzione e frequenza quando usato come EVF e migliora otticamente quando usato come OVF.

Nuovi i controlli per i tempi e ISO, più semplici da utilizzare grazie alla ghiera dei tempi che ora si incastra in alto per passare da una regolazione all’altra.

 

Immagine via The Verge

 

Sparisce il D-Pad e lascia quindi più spazio sul retro per il pollice, con anche un accenno di grip sulla destra, potenzialmente molto comodo. Rimane comunque il joystick già visto nella X100F e lo schermo è ora un touchscreen, utilizzabile per muoversi più facilmente tra i menù, scegliere il punto di messa a fuoco o attivare shortcut.

Lo schermo è ora inclinabile: arriva anche sulla linea X100 un ottimo tilt screen, risultato incredibile vista la compattezza della camera e vedere le foto di quanto è sottile lo schermo conferma la bontà del progetto Fujifilm che ha voluto mantere le linee della camera molto pulite.

A tal proposito il design cambia leggermente: le linee sono ora più semplici e minimali, la parte superiore della camera è tutta alta uguale e, soprattutto, ora costruita in alluminio: migliorano quindi il design e i materiali, ottimo.

 

 

Ultimo, ma non ultimo, arriva anche il weather sealing, una delle richieste più insistenti fa parte dei fan: la X100V è ora resistente a pioggia e intemperie (ma ricordatevi serve montare un filtro UV sulla lente)

La nuova X100V è in pratica una X-Pro3 più piccola e con lente fissa, ma senza lo strano nuovo schermo posteriore. La nuova piccola meraviglia di Fujifilm è stata presentata ieri a Londra e sarà disponibile da fine febbraio a 1529,99 euro in argento e in nero.

 

Ecco una prima recensione di DPReview:

 

 

 

Ecco un po’ di foto:

 

 

NewsBot

NewsBot

"I think you know what the problem is just as well as I do." Omniscient NewsBot
Aree Tematiche
Creatività Fotografia News
Tag
mercoledì 5 febbraio 2020 - 11:42
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd