CHEOPS è partito

65
3 anni fa

Dopo il posticipo del lancio fissato inizialmente per il 17 dicembre scorso da Kourou, nella Guyana francese e rimandato per un problema al razzo Soyuz, quest’oggi il satellite Cheops è finalmente partito. La missione durerà circa tre anni e mezzo ed è la prima dell’ESA dedicata allo studio di pianeti extrasolari ma al momento si sta cercando di capire cosa è successo al razzo prima di schedulare una nuova partenza.

Comunicato con tweet l’agenzia spaziale europea (ESA) aveva annunciato il lancio :

 

C’è una grande aspettativa sulla missione.

Prima di tutto è la prima tutta europea e tra i vari paesi partecipa attivamente anche l’Italia che sarà presente con ricercatori dell’Istituto nazionale di Astrofisica (Osservatorio astronomico di Padova), del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Padova e dell’Agenzia spaziale italiana.

 

Il lancio è stato trasmesso in diretta ed è visibile su ESA WEB TV.

 

Ma non solo, la missione fa da apripista alla prossima generazione di satelliti dell’ESA, Platone e Ariel, che aiuteranno la comunità scientifica europea ad essere all’avanguardia sullo studio dei pianeti extrasolari o esopianeti per capire, se ci sono e quali sono, le condizioni per generare forme di vita nell’universo.

Della missione ne avevamo parlato anche qui:

 

Per saperne di più è possibile visualizzare al seguente link le caratteristiche della missione.

 

 

 

L'ESA su Starlink: "Europa troppo accondiscendente con Elon Musk, si rischia saturazione Spazio"
L'ESA su Starlink: "Europa troppo accondiscendente con Elon Musk, si rischia saturazione Spazio"
Il telescopio James Webb verrà lanciato nello Spazio il 18 dicembre
Il telescopio James Webb verrà lanciato nello Spazio il 18 dicembre
Rifiuti Spaziali: cosa viaggia nello spazio?
Rifiuti Spaziali: cosa viaggia nello spazio?
Samantha Cristoforetti sarà comandante dell'ISS, prima donna europea a ricoprire l'incarico
Samantha Cristoforetti sarà comandante dell'ISS, prima donna europea a ricoprire l'incarico
Luna: l'ESA vuole creare una rete di satelliti artificiali attorno al satellite naturale
Luna: l'ESA vuole creare una rete di satelliti artificiali attorno al satellite naturale
In Antartide una barriera di ghiaccio si è rotta, generando l'iceberg più grande al mondo
In Antartide una barriera di ghiaccio si è rotta, generando l'iceberg più grande al mondo
ESA, bene i primi test dei serbatoi per razzi in fibra di carbonio
ESA, bene i primi test dei serbatoi per razzi in fibra di carbonio