Google comunica gli step verso la fine di Google+ che verrà chiuso il 2 aprile

30
2 anni fa

La fine di Google+ è sempre più vicina. Il prossimo 2 aprile il social di Google sarà ufficialmente chiuso per gli account consumer/personal, e nelle prossime settimane inizieranno progressivamente varie limitazioni.

A dicembre avevamo anticipato la decisione di Google di chiudere il suo social:

 

e ora c’è una data ufficiale: 2 aprile 2019.

In quella data tutti gli account consumer e le pagine create saranno chiusi e l’azienda inizierà a cancellarne i contenuti, processo che richiederà comunque qualche mese.

Se qualcuno volesse scaricare e salvare il proprio contenuto, o quello della community da lui creata, è possibile: una pagina Google risponde a questa domanda spiegando la procedura passo passo.

Dal 4 febbraio sarà impossibile creare nuovi profili Google+, pagine, communities o eventi.

Se si è effettuato login su qualche piattaforma utilizzando il pulsante “Login con Google+”, questi smetteranno di funzionare, ma in alcuni casi potrebbero venire sostituiti da un nuovo “Login con Google”.

Storia simile se si è usato Google+ per i commenti sul proprio sito: la feature sarà rimossa da Blogger il 4 febbraio e dal resto dei siti il 7 marzo, con la cancellazione effettiva dei commenti che avverrà dal 2 aprile.

 

Ormai si può anche scolpire la data.

 

Per gli sviluppatori che fanno utilizzo delle API di Google+ o del suo login, qui c’è l’impatto dei nuovi avvenimenti sulla loro attività.

 

Waymo, in Arizona è partita la guerra contro le IA
Waymo, in Arizona è partita la guerra contro le IA
Google: per alcuni dipendenti è già tempo di tornare in ufficio
Google: per alcuni dipendenti è già tempo di tornare in ufficio
Google dice di no alle gag da Pesce d'Aprile
Google dice di no alle gag da Pesce d'Aprile
Thierry Henry abbandona i social, troppo tossici
Thierry Henry abbandona i social, troppo tossici
Google ha stretto un accordo con il Corriere della Sera e altre 76 pubblicazioni
Google ha stretto un accordo con il Corriere della Sera e altre 76 pubblicazioni
Google: il 64.82% delle ricerche termina senza un click verso un altro sito
Google: il 64.82% delle ricerche termina senza un click verso un altro sito
Facebook e Google fanno lobby negli USA: "no ad una legge sull'editoria come quella australiana"
Facebook e Google fanno lobby negli USA: "no ad una legge sull'editoria come quella australiana"