Tutto ciò che devi sapere prima dell’uscita di Kingdom Hearts III

36
3 anni fa

6 minuti

L’arrivo di Kingdom Hearts III, incredibile ma vero, è alle porte e non avete avuto abbastanza tempo per (ri)giocare tutti i titoli necessari per essere pronti al gran finale? Non c’è problema! Ci pensiamo noi con questo articolo a rimetterti in pari.

È passato oltre un decennio da quando la serie Kingdom Hearts ha visto per l’ultima volta un capitolo numerato. Dopo l’annuncio nel 2013, Kingdom Hearts III è diventato probabilmente il gioco più atteso di questa generazione per quanto riguarda il catalogo Square Enix. E ammettiamolo, i fan non sono rimasti proprio a bocca asciutta in questi anni, grazie all’uscita di tre raccolte remastered per prepararsi al nuovo gioco in arrivo.

E ok per i fan di vecchia data, diciamo che metà di loro hanno giocato alle remastered per rinfrescarsi la memoria e l’altra metà invece è talmente in fissa che conosce ogni dettaglio della saga anche meglio di chi l’ha scritta. E tutti gli altri? Chi non ha, per ragioni anagrafiche o più banalmente di scarso tempo e/o scarsa voglia, recuperato i vecchi giochi, ma si volesse ugualmente godere questo tripudio di mazzate alla giapponese shakerate con i mondi Disney, cosa dovrebbe fare di preciso?

Tranquilli, una soluzione c’è (più di una, in realtà) ed è proprio qui sotto, in questo articolo parliamo infatti di tutto ciò che vi serve sapere per arrivare preparati al 29 gennaio, data in cui Kingdom Hearts III arriverà sugli scaffali dei negozi per PlayStation 4 e Xbox One.

 

 

 

 

 

La strada più breve

Vi ho detto di stare tranquilli, davvero. Perché potrei ammorbarvi con decine, centinaia, migliaia di righe in cui provo a sbrogliare la matassa di una narrazione tanto stratificata come quella di Kingdom Hearts. Potrei, ma non lo farò. Vi consiglio invece di partire in questo percorso dal video che il canale YouTube Suggestive Gaming si è preso la briga di creare, dove in poco più di mezz’ora riassume l’intero corpus narrativo della saga.

Impresa difficile, ma non impossibile, che è riuscita davvero bene in questo caso per cui non lasciatevi frenare da limiti linguistici (il video è in inglese ma sono presenti anche dei sottotitoli in italiano piuttosto validi), nè dalla svogliatezza; si tratta di un racconto denso a cui dedicare del tempo esclusivo, ritagliatevi mezz’ora e immergetevi in questa storia.

 

 

Questa è senz’altro la strada più breve che potevo consigliarvi per essere in pari quanto meno con gli eventi fondamentali per comprendere gli snodi che ci saranno in Kingdom Hearts III. Di seguito vi riporto anche un approfondimento molto curato, pubblicato sulle pagine virtuali di Lega Nerd esattamente un anno fa.

 

 

 

 

La strada più lunga

Fermo restando che lo stesso Kingdom Hearts III includerà – stando a quanto dichiarato finora – un recap degli eventi fondamentali per comprenderne la narrazione (che dubito fortemente sarà abbastanza esaustivo, ma felice di essere smentito nel caso), se siete di quella categoria di teste dure a cui la strada breve proprio non piace, di seguito trovate l’elenco dei giochi che vi forniranno il miglior contesto per la storia dell’ultimo capitolo, in base, ovviamente, a quanto vorrete approfondire le cose.

Tutto dipende anche da quanto tempo avrete voglia di dedicarci, tempo che ormai si va a togliere inevitabilmente a quello che da fine mese potreste dedicare al nuovo capitolo. Se la risposta è: il minor tempo possibile, allora recuperate l’essenziale, vale a dire i due capitoli numerati usciti per PlayStation 2, ma ora reperibili anche in HD su PlayStation 4.

E per minor tempo possibile stiamo considerando, nella migliore delle ipotesi, almeno 40 ore di gioco abbondanti. La cosa non vi spaventa e, anzi, ne avete a disposizione anche qualche decina in più? Allora gli altri due capitoli fondamentali sono Kingdom Hearts: Birth by Sleep e Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance.

 

 

Birth by Sleep funge da prequel per l’intera serie, fornendo un contesto per la Keyblade War e per Xehanort come un cattivo. Ci introduce inoltre anche personaggi chiave come Aqua, Terra e Ventus, mentre si gioca attraverso tre campagne intrecciate. Dream Drop Distance è invece il gioco cronologicamente più recente per la narrazione della serie e i suoi eventi portano direttamente a Kingdom Hearts III.

Il gioco ha avuto un enorme impatto sulla storia complessiva fino ad oggi e incornicia le tutte cose in modo intelligente. Al di là della componente narrativa poi, offre una visione chiara di alcune delle meccaniche che ritroveremo in quest’ultimo capitolo. Usciti nel 2010 e nel 2012, rispettivamente per PlayStation Portable e Nintendo 3DS, anche loro sono oggi reperibili all’interno di una delle collection rimasterizzate per PlayStation 4 di cui parlavamo sopra.

Infine, se poi proprio non avete una vita (si scherza eh! ndr.), l’ultimo tassello importante è l’impronunciabile Kingdom Hearts 0.2: Birth By Sleep – A Fragmentary Passage, che ci fornisce un retroscena sul personaggio di Aqua dopo gli eventi di KH: Birth by Sleep, ed è reperibile per PlayStation 4 nella collection Kingdom Hearts HD 2.8 del 2017.

 

Adesso avete i mezzi per recuperare (o ripassare) la lunga storia di Kingdom Hearts, sta solo a voi scegliere quale strada percorrere.

E come tutti voi anche io mi domando spesso qual buon vino tanto inebriante abbiano bevuto in casa Square Enix quando si sono messi attorno a un tavolo e hanno deciso di frammentare la narrazione di questa saga in un numero inutilmente grande, ma pure così piacevole, di giochi da completare su così tanti sistemi diversi. Non lo sapremo mai, ma doveva essere senz’altro un vino sensazionale.

Scherzi a parte, visto il successo – quanto meno di pubblico – che di sicuro riscuoterà fin dal day one Kingdom Hearts III, si spera potremo stare tranquilli per una cadenzialità più assennata della serie in futuro (eh sì, perché nessuno ha mai dichiarato che questo sarà il capitolo conclusivo dell’intera serie, quanto piuttosto di un ciclo narrativo).

Tanto più alla luce delle nuove proprietà intellettuali acquisite da Disney (ci riferiamo sia all’universo di Star Wars che ai supereroi Marvel) che però non pare siano state inserite in questo capitolo. Concludo lasciandovi il nostro articolo su tutti i mondi Disney inclusi in Kingdom Hearts III e quello di anteprima realizzato all’ultimo E3 di Los Angeles.

 

Spider-Man No Way Home: l'analisi del trailer
Spider-Man No Way Home: l'analisi del trailer
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
WandaVision, la spiegazione del finale
WandaVision, la spiegazione del finale
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Albert Einstein
Albert Einstein