Disney rivela il nome della sua nuova piattaforma streaming

3 anni fa

Disney

Sarà Disney Play il nome della nuovissima piattaforma streaming di Disney che la casa di Topolino lancerà il prossimo anno con tantissimi contenuti inediti. Intanto, altri piccoli dettagli sono stati rivelati sulla futura piattaforma.

Se n’è parlato tanto, si sa già quali saranno i primi titoli ad aprire la nuova piattaforma Disney che ha ben in testa l’obiettivo di non avere rivali su qualsiasi fronti, ma ancora si aveva ben pochi dettagli.

Ormai il nuovo anno inizia ad avvicinarsi e, quindi, inevitabile che inizino a trapelare anche i primi dettagli riguardanti questo nuovo ed enorme progetto della casa di Topolino. A confermarci e ad annunciare i primi dettagli è Variety all’interno di un suo articolo dedicato proprio alla piattaforma di Disney che arriverà a inizio anno negli Stati Uniti, per poi diffondersi progressivamente in tutto il mondo.

E prima informazione importante è proprio il nome. Infatti si chiama Disney Play e secondo il CEO Bob Iger

sarà la più grande priorità della compagnia nel 2019.

Per prepararsi al lancio, la piattaforma sta lavorando su moltissimi contenuti originali, tra i quali non solo figurerà la nuova stagione di Clone Wars e la prima serie tv in live action di Star Wars, ma anche un’insieme di serie tv e film direct-to-stream basati sui franchise di High School Musical, Monsters & Co., Lilli e il Vagabondo e altri ancora. Principalmente questo massiccio lavoro iniziale è dovuto a una semplice questione di accordi. Disney, infatti, non può sciogliere immediatamente gli accordi stretti con altre piattaforme o cable. Per questo tutti quei prodotti audiovisivi usciti prima del 2019, non verranno caricati immediatamente su Disney Play, ma ci metteranno un pochino.

Al tempo stesso Disney non vuole lanciare un prodotto vuoto, ma un prodotto che faccia gola e soprattutto con un prezzo vantaggioso – circa 6 dollari al mese. Infatti, secondo indiscrezioni, Disney Play costerà meno di Netflix, soprattutto per essere un prodotto acquistabile per molti azionisti e dare, già entro i primi mesi, i frutti del duro lavoro. Secondo una previsione di Variety, Disney per arrivare al suo obiettivo dovrebbe riuscire a raggiungere i 40milioni di utenti. Considerando che Netflix negli USA ne ha 56milioni e in tutto il mondo 130milioni, la sfida non è affatto facile, neanche per una realtà enorme come quella Disney.

Non dimentichiamoci però che Disney è fresca dell’acquisizione di FOX, quindi per il 2019 il catalogo della piattaforma potrebbe riempirsi in pochissimo tempo. In più c’è da considerare una serie di film molto attese che la piattaforma si porterebbe subito a casa, come Dumbo, Captain Marvel, Avengers 4, Episodio IX e via discorrendo. Sicuramente in una prima fase la perdita non sarà da poco. Disney perderà circa 300milioni di ricavato ottenuto da Netflix; al tempo stesso, però, l’obiettivo è quello di avere il massimo dei margini sui propri prodotti, ottenendo molto di più dalla propria piattaforma.

Le carte in regola ci sono tutte. Vedremo nei prossimi mesi come Disney deciderà di giocarle. E noi, ovviamente, vi terremo aggiornati.

Crudelia: rivelati alcuni dei look di Emma Stone in anteprima
Crudelia: rivelati alcuni dei look di Emma Stone in anteprima
Predator: una causa potrebbe fermare il reboot della Disney
Predator: una causa potrebbe fermare il reboot della Disney
Save Our Squad: David Beckham e la serie tv di Disney+
Save Our Squad: David Beckham e la serie tv di Disney+
Vincenzo Mollica: in uscita una raccolta Disney con Paperica
Vincenzo Mollica: in uscita una raccolta Disney con Paperica
Big Shot: John Stamos nel trailer della serie tv Disney
Big Shot: John Stamos nel trailer della serie tv Disney
Disney+ nega il rinnovo a 69,99€? Sempre più utenti sul piede di guerra
Disney+ nega il rinnovo a 69,99€? Sempre più utenti sul piede di guerra
Nick Frost ha rifiutato un ruolo in Star Wars: "La paga era spazzatura"
Nick Frost ha rifiutato un ruolo in Star Wars: "La paga era spazzatura"