DC Extended Universe: dai fumetti ai film, il possibile futuro della casa di Burbank

3 anni fa

12 minuti

Negli ultimi mesi,  complice l’uscita di Avengers Infinity War e Deadpool 2 abbiamo parlato tantissimo del MCU e delle attinenze con i fumetti della Casa Delle Idee. Ma che cosa accade in casa DC Comics? Qual è il futuro che si intravede per la major di Burbank nelle sale cinematografiche? È tempo di un nuovo viaggio dai fumetti al cinema.

Sono un fan della DC Comics. Batman è il mio personaggio letterario preferito per una valanga di motivi. E come tanti supporter della DC Comics sono un fan in buona sostanza deluso e preoccupato, in mezzo ad una guerra nella quale la casa editrice di Supes e Bats sta perdendo i diversi incontri più per i propri errori che per i colpi dell’avversaria Marvel (che comunque ad oggi, perlomeno al cinema, sembra irraggiungibile).

Troppi gli errori in tempi recenti.

Batman V Superman ha messo in scena una delle immagini più potenti dei comics di sempre, quello scontro tra il Cavaliere Oscuro e l’Uomo D’acciaio che già Frank Miller aveva reso leggendario nel 1986.

Batman V Superman ha messo in scena una delle immagini più potenti dei comics di sempre, quello scontro tra il Cavaliere Oscuro e l’Uomo D’Acciaio che già Frank Miller aveva reso leggendario nel 1986 con Il Ritorno Del Cavaliere Oscuro, aggiungendo addirittura il character di Doomsday  (citando quindi la Morte di Superman di Dan Jurgens del 1992) ed introducendo la Trinità DC Comics, il tutto senza riuscire però a confezionare un film veramente solido e cruciale.

 

 

Suicide Squad è stato quello che è stato, magari siete tra quelli che lo hanno gradito, non sono nessuno per giudicare. Resta il fatto che, personalmente, a parte qualche tribute e un potenzialmente interessante Joker rimane molto poco che valga la pena di essere ricordato, tranne il montaggio terrificante, gli errori registici e il regal didietro di Margot Robbie.

Justice League sarebbe dovuto essere il film della rivalsa dopo il buonissimo Wonder Woman, con un cast importante, ottime premesse e un nemico credibile (Steppenwolf, ovvero l’araldo di Darkseid di Apokolips, quest’ultimo diretto concorrente per la corona di Top Villain con Thanos di Marvel).

E invece è stato un altro mezzo disastro, con incassi decisamente al di sotto delle aspettative e problemi giganti anche nel coniugare due stili troppo diversi tra loro come quelli di Zack Snyder e Joss Whedon. Sarebbe dovuto essere il nuovo Avengers e non ce l’ha fatta.

 

 

Ma che cosa abbiamo visto finora? E come può essere collegato il tutto in vista dei nuovi futuri sviluppi del DCEU?

Facciamo un po’ il punto della situazione, partendo dai vari annunci.

I film più attesi (e confermati), in ordine non necessariamente cronologico, sono:

  • il film “solista” di Aquaman con Jason Momoa, che non dovrebbe essere un origin film ma potrebbe mostrare un avvenimento successivo rispetto a Justice League. E’ nell’aria un conflitto tra abitanti della terraferma e atlantidei? Sicuramente avremo ancora pettorali, battutacce, bottiglie di whisky spaccate per terra e acqua da tutte le parti. Speriamo solo in senso letterale.
  • Il film su Shazam con Zachary Levy, che potrebbe tornare a portare un po’ di colore e leggerezza grazie al caro vecchio EX Capitan Marvel (spero di suscitarvi un po’ di sana confusione), con un Black Adam che non avrà, almeno per ora, la faccia o meglio il sopracciglio alzato di The Rock (Dwayne Johnson). Adoro il personaggio di Billy Batson, capace di trasformarsi nella controparte semidivina Shazam: egli rappresenta un perfetto concentrato di leggerezza ed epicità supereroistica, lasciando spazio ad una buona freschezza di fondo, e di certo un origin movie è più che indicato per l’occasione visto che Shazam non è più un’icona così popolare neanche nel mondo dei comics.
  • il seguito di Wonder Woman, presumibilmente ambientato durante la guerra fredda, affidato ancora alla bravissima Patty Jenkins. Niente continuity con Justice League quindi.

 

 

 

 

Poi tra i vari annunci ci sono anche un film su Batgirl, un nuovo film su Batman con Ben Affleck (contrattualmente ne deve fare un altro), uno su Cyborg, uno su Flash, uno su Black Adam (stavolta col nostro buon The Rock) e dato che ci siamo aggiungiamo anche il Corpo delle Lanterne Verdi, le Gotham City Sirens (Catwoman, Harley Quinn e Poison Ivy), Suicide Squad 2 e … aspettate … perché non ho scritto Justice League 2?

Perché della pellicola in questione non solo non si sa nulla, ma probabilmente non vedrà nemmeno la luce.

Si lo so sembra una sciocchezza eppure al momento il tonfo del primo Justice League non ha ancora smesso di propagare la sua eco, scoraggiando produttori e la Warner stessa.

Eppure abbiamo ricevuto degli input lungo questo percorso che nessun fan dei fumetti DC  ha ignorato. Analizziamoli assieme.

 

 

L’eredità di Frank Miller

Zack Snyder di fumetti ne capisce. Ha combattuto per realizzare Watchmen e, anche se il film ha i suoi problemi, il coraggio e la passione messi in quella pellicola sono degni di un eroe. E Zack Snyder adora Frank Miller (sua la trasposizione di 300).

Questa passione per il noto fumettista ha generato notevoli influenze nel modo di narrare di Zack Snyder.

 

 

Batman V Superman, infatti, riprende molti aspetti della saga del Cavaliere Oscuro di Miller:

  • Batman è attivo da ormai un ventennio, ha inasprito i suoi metodi di caccia, tende ad essere più paranoico e violento del solito (lasciamo perdere il fatto che uccide i cattivi). Anche se non è invecchiato come nel fumetto di Miller (nel quale dovrebbe avere 55 anni) è evidente che la figura di ispirazione è proprio quella. Non dimentichiamoci poi tutti gli acciacchi che ha mostrato su Justice League, segno di una fine carriera a dir poco imminente.
  • Lex Luthor manipola Superman in un modo abbastanza analogo a quello che usa il Presidente degli Stati Uniti nel succitato fumetto. La cosa provocherà lo scontro tra i due (con la bat-armatura tozzissima che ben conoscete), anche se poi gli esiti saranno ben diversi;
  • L’opinione pubblica in Dawn Justice dibatte a lungo sulla figura di Supes, quasi come fanno le televisioni con Bats dopo il suo ritorno nel fumetto di Miller;
  • Il Lex Luthor de Il Cavaliere Oscuro Colpisce Ancora ha parecchi punti in comune con il personaggio interpretato da Jesse Eisenberg.
Tutto questo per arrivare a dire che Il Cavaliere Oscuro Colpisce Ancora e il successivo Il Cavaliere Oscuro Razza Suprema potrebbero essere degli ottimi spunti per creare un nuovo capitolo di Justice League, anche in virtù del grande cast di supereroi coinvolti ma non solo.

Ci sarebbe la possibilità di far intravedere una love story tra la principessa di Themyscira e l’Uomo D’Acciaio e ci sarebbe la maniera di liquidare Ben Affleck dal ruolo, con un bel finale di quelli strappalacrime.

 

Razza Suprema (Master Race in originale) è il terzo e recentissimo capitolo della saga di Miller che, anche se non ha particolarmente brillato come storia, ha una sceneggiatura con del potenziale cinematografico interessante e che, modificata nella giusta maniera, potrebbe assolutamente divenire una base di partenza solida per un nuovo film sulla Justice League.

 

 

Flashpoint e gli universi alternativi

Geoff Johns è un autore molto importante nel panorama DC Comics, oltre a reggere ancora lo scettro di direttore creativo e avendo più di un piede nel mondo del cinema e delle serie tv.

 

 

Sue sono molte saghe di successo, tra cui la famosa Flashpoint, maxi evento della casa di Burbank che ha riscritto completamente l’universo DC, dando vita con la sua conclusione a The New 52, il nuovo ciclo fumettistico di tutte le testate con la nuova numerazione azzerata.

In pratica Barry Allen aka The Flash, grazie alla sua ipervelocità è in grado di muoversi nel sottilissimo spazio tra le dimensioni e più volte si è reso protagonista di viaggi nel tempo. Una sua versione malvagia, denominata Anti Flash ha innescato una sorta di processo di distruzione della realtà che ha modificato completamente l’universo di Terra 0.

 

 

In questo mondo Superman è un prigioniero governativo, nascosto agli occhi di tutti, Cyborg è l’eroe più conosciuto del pianeta, Batman è in realtà Thomas Wayne (il figlio Bruce è morto a Crime Alley) e il mondo intero è spezzato nella morsa della guerra tra Amazzoni e Atlantidei.

Flashpoint è una serie decisamente corale, che vede versioni alternative di tanti supereroi con l’unico comun denominatore rappresentato da Barry Allen, il quale farà di tutto per riportare la propria realtà a quella che per lui è la normalità.

La scena finale di questa serie ha ricordato a tanti la scena di Batman V Superman in cui Flash appare a Bruce Wayne all’interno della caverna, per consegnarli un misterioso messaggio che recita:

“La chiave è Lois Lane…Sono arrivato troppo presto?…Hai sempre avuto ragione su di lui… Temilo… Devi trovarci”.

https://www.youtube.com/watch?v=P1rwULrk-uk

 

Quello che è stato interpretato come un sogno probabilmente non lo è affatto e oltre a produrre un effetto immediato sulla trama del film (Batman si convince che Superman sia la minaccia da debellare) e ad anticipare quello che abbiamo visto poi su Justice League, presenta delle interessantissime analogie con la saga fumettistica di Geoff Johns:

  • Superman è tenuto prigioniero proprio perché temuto da tutti, visti i suoi spaventosi poteri di Kryptoniano;
  • Superman interviene nella guerra finale tra Amazzoni ed Atlantidei per vendicare Lois Lane, deceduta durante lo scontro, rendendola la “chiave”;
  • Abbiamo già visto nel film BvS un mondo alternativo in cui Superman è a capo di una specie di Ordine Mondiale, probabilmente dovuto al controllo mentale di Darkseid stesso;

E se quindi quella scena fosse in qualche modo collegata ad un sequel di Justice League, magari proprio ispirato alla sceneggiatura di Flashpoint?

Se hai un Flash che può alterare le linee temporali questa ipotesi potrebbe non essere troppo campata in aria, e anche piuttosto interessante, dimostrando quanto materiale ci sia a disposizione per creare nuove continuity cinematografiche.

 

 

Altri potenziali spiragli

Nel codino di Justice League abbiamo visto Slade Wilson aka Deathstroke stringere una specie di alleanza con l’evaso Lex Luthor, per formare apparentemente la Legion Of Doom, un gruppo di super villain che si è reso protagonista di diverse vicende, prima sulle serie animate e poi anche nei fumetti (ad esempio sulla serie Justice, dipinta da Alex Ross della quale potete vedere la puntata de Il Trono Del Re qui)

 

 

Effettivamente una serie come Justice, con il suo cast molto ricco di personaggi, potrebbe essere una buona scelta, ma il tipo di storia difficilmente si adatterebbe all’attuale universo DC creato finora, anche a causa di un eccessivo numero di personaggi non ancora introdotti al cinema.

 

 

Snyder deve aver sofferto parecchio il colpo di Justice League. Il lutto familiare che lo ha costretto ad abbandonare la regia ha provocato necessariamente dei cambiamenti nella sceneggiatura, tanto che recentemente lo stesso Zack ha pubblicato in rete un post riguardo un’immagine su quello che sarebbe potuto essere un indizio di Justice League 2, addirittura dalle scene tagliata (o modificate) di Batman V Superman:

Lois Lane piange sul corpo di Superman, mentre Batman e Wonder Woman, impotenti, stanno ai due lati. Dietro si distinguono chiaramente 3 croci.

Potremmo aprire numerosi dibattitti a riguardo, ma qualunque ipotesi deve necessariamente scontrarsi con l’abbandono di quella strada e con il perentorio “untilwasnt” di Snyder alle domande dei fan.

 

E’ di pochi mesi fa la notizia che vuole Ava DuVernay alla regia di New Gods, il film DC Comics ispirato all’opera del King Jack Kirby.

Come nei fumetti del grande Re, anche in questo caso dovremmo assistere alla guerra tra Apokolips (e quindi Darkseid) e Nuova Genesi, in un’epico confronto tra leggende diverse, che dovrebbe coinvolgere anche la Terra.

E nuovamente l’universo DCEU avrebbe a disposizione una fonte di ispirazione a dir poco eccellente, ma non ci è dato sapere al momento se il film prevedrà nel cast anche Batman, Superman e soci vari (e molti indizi farebbero propendere per un secco no).

 

 

 

 

Conclusioni

Il problema è che in questo momento le dichiarazioni da parte dei produttori non lasciano molti spazi alla fantasia:

Justice League 2 non è più una priorità.

Alcune porte aperte in passato potrebbero essere ormai chiuse per sempre.

Henry Cavill ha dichiarato di preferire un film con protagonista solo Superman per l’ultimo impegno contrattuale che deve recitare.

Anche Ben Affleck ne dovrà recitare un altro, per poi lasciare il ruolo ad un altro attore (Jake Gyllenhaal?) e tra origin movie e side story, in questo momento solo il film su Aquaman parrebbe posto sufficientemente vicino a Justice League da rientrare probabilmente in continuity e quindi fornirci indizi sul futuro del DCEU.

Un futuro che al momento sembra essere composto più da film godibili in maniera autonoma, che non inseriti in una continuity di grande respiro, come accaduto per la distinta concorrenza.

Eppure ci sarebbe così tanto materiale da cui trarre ispirazione. Purtroppo alcuni dei soggetti migliori a livello fumettistico sono già stati “bruciati”, ma ciò non significa che non si possa ancora alzare il livello.

Che siate fan o meno della DC Comics, per dei personaggi così iconografici tutto questo è un grande, grandissimo peccato.

Marvel con Infinity War ha saputo chiudere (parzialmente, visto che dovremo attendere la seconda parte) un intreccio narrativo con tantissimi personaggi lungo dieci anni. La DC, come dice il buon Leo Ortolani, è riuscita ad andare in confusione con 6 personaggi, dopo così poco.

 

 

Sono preoccupato, come tutti voi, ma non smetto di fare il tifo per i personaggi che amo.

Avremo anche noi il nostro momento di riscatto, presto. E quel giorno sarà una festa per tutti.

Injustice: rivelato il cast vocale del film d'animazione DC Comics
Injustice: rivelato il cast vocale del film d'animazione DC Comics
Dune: il main trailer del film di Denis Villeneuve
Dune: il main trailer del film di Denis Villeneuve
Batgirl: Leslie Grace sarà Barbara Gordon nel film di HBO Max
Batgirl: Leslie Grace sarà Barbara Gordon nel film di HBO Max
Army of the Dead: Zack Snyder svilupperà il sequel del film Netflix
Army of the Dead: Zack Snyder svilupperà il sequel del film Netflix
The Last Duel: trailer italiano, foto e poster del film di Ridley Scott
The Last Duel: trailer italiano, foto e poster del film di Ridley Scott
Batwoman 3: Victoria Cartagena sarà Renee Montoya
Batwoman 3: Victoria Cartagena sarà Renee Montoya
Dune: i fantastici character poster del film sci-fi
Dune: i fantastici character poster del film sci-fi