Google Prompt, il nuovo sistema di verifica in due passaggi

5 anni fa

google-logo-2

La verifica in due passaggi di Google si aggiorna con l’introduzione di un nuovo metodo semplificato.

Google Prompt rende l’autenticazione a due fattori più immediata.

Google ha annunciato di aver rinnovato il suo metodo di autenticazione a due fattori, introducendo un nuovo metodo per la verifica di un nuovo browser o dispositivo. In precedenza, l’accesso ai servizi Google con un browser o un dispositivo non riconosciuto veniva bloccato finchè l’utente non si autenticava, utilizzando il codice di verifica inviato via SMS o una chiave di sicurezza Google.

 

gizblog.itwp-contentuploads201606Google-autenticazione-sicura-44ca40af57545e3ac86d7850f0a0e37c9874182f

 

L’accesso viene approvato attraverso una semplice finestra di dialogo.

Il nuovo metodo introdotto da Google è chiamato Google Prompt e rende l’autenticazione a due fattori più immediata, senza intaccare il livello di sicurezza.
Il metodo chiederà all’utente di approvare l’accesso attraverso una semplice finestra di dialogo. Tale sistema è disponibile per Android e iOS e andrà abilitato manualmente attraverso l’accesso alla sezione di Verifica in due passaggi nelle impostazioni del My Account Google.

 

Per gli utenti iOS questa nuova verifica richiederà obbligatoriamente, oltre che una connessione dati attiva, l’applicazione Google dell’App Store.

 

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo la comunicato ufficiale di Google.

 

 

Google Shopping, l'app sta per dirci addio
Google Shopping, l'app sta per dirci addio
Google, dipendenti e azionisti chiedono un cambiamento
Google, dipendenti e azionisti chiedono un cambiamento
Waymo, in Arizona è partita la guerra contro le IA
Waymo, in Arizona è partita la guerra contro le IA
Google: per alcuni dipendenti è già tempo di tornare in ufficio
Google: per alcuni dipendenti è già tempo di tornare in ufficio
Google dice di no alle gag da Pesce d'Aprile
Google dice di no alle gag da Pesce d'Aprile
Google ha stretto un accordo con il Corriere della Sera e altre 76 pubblicazioni
Google ha stretto un accordo con il Corriere della Sera e altre 76 pubblicazioni
Microsoft sfida Google e le chiede di pagare il giornalismo
Microsoft sfida Google e le chiede di pagare il giornalismo