Skintrack, anche la pelle diventa touchpad

19 Maggio 2016

skintrackangry_853x480.jpg-min

I ricercatori della Carnegie Mellon University hanno sviluppato una speciale tecnologia che permette di estendere l’interfaccia degli smartwatch, facendo diventare touch la pelle

È possibile estendere l’interfaccia dello smartwatch alla pelle del braccio

Lo schermo di uno smartwatch è piccolo e limitato ma, grazie a Skintrack, vi sarà in futuro una tecnologia che permetterà di sfruttare la pelle del braccio come addizionale strumento touchscreen. Lo schermo degli smartwatch non sarà quindi destinato a diventare sempre più grande, come è avvenuto per gli smartphone, poichè probabilmente cambierà il modo in cui vi interagiamo.

 

 

La tecnologia utilizza un anello per mandare un segnale a una fascia per il rilevamento, posizionata sul cinturino dello smartwatch. Sarà la triangolazione del segnale tra anello e fascia a rilevare la posizione delle dita. Risulta in questo modo possibile estendere l’interfaccia dello smartwatch alla pelle del braccio, per effettuare diversi movimenti utili come il tap, lo swipe o il pinch to zoom.

 

La triangolazione del segnale tra anello e fascia rileva la posizione delle dita

 

 

 

La tecnologia non è ancora in commercio, perchè necessita ancora di una ulteriore fase di testing. Il sistema infatti tende a diventare poco preciso sul lungo periodo, accusando anche qualche piccolo problema di ritardo nella risposta. Un’idea interessante, che speriamo possa essere migliorata col tempo.

 

 

Aree Tematiche
Creatività Hardware Idee Tecnologie Wearables
Tag
giovedì 19 maggio 2016 - 10:46
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd