Making Sense, inaugurata la mostra che unisce artisti e makers

5 anni fa

4 minuti

30_-Laurina-Paperina-con Lumi-Industries-robottini,-2015

Lo scorso 5 dicembre 2015 presso il Palazzo Pretorio di Cittadella in provincia di Padova, si è aperta Making Sense, Artisti + Makers per nuovi immaginari possibili a cura di Guido Bartorelli, Caterina Benvegnù e Stefano Volpato.

Making Sense mira ad indagare le interazioni tra il linguaggio dell’arte contemporanea e un tema quanto mai attuale, la nuova artigianalità e le pratiche ad essa connesse, di cui sono figura chiave i makers, facendo allo stesso tempo tesoro del contesto territoriale in cui si opera, ricco di storia e testimonianze artistiche, ma anche di spirito di impresa, attività di ricerca, desiderio di sperimentazione.

 

I curatori hanno scelto di attivare ardite e sperimentali collaborazioni tra cinque artisti contemporanei, i cui linguaggi espressivi vanno dall’installazione alla scultura, dalla ricerca sonora al digitale, e che sono: Francesco Bertelé, Roberto Fassone, Kensuke Koike, Laurina Paperina e Elisa Strinna, e tre realtà maker italiane: Friends Make Books (Torino), Lumi Industries (Treviso), Recipient.cc (Milano).

Lo scorso giugno, attraverso un breve periodo di residenza presso gli spazi di Palazzo Pretorio, gli artisti sopra citati si sono confrontati e interfacciati con gli strumenti della cultura making e neoartigianale, tra cui la stampante 3D, il duplicatore Risograph e la scheda hardware open source Arduino, con l’obiettivo di sperimentare e creare nuove sinergie tra queste due realtà. Il progetto espositivo Making Sense è il tentativo di porre assieme, in collaborazione, due ambiti creativi, che finora si sono quasi del tutto ignorati: artisti e makers.

È possibile che la loro collaborazione faccia luce sulle pratiche degli uni e degli altri?

È possibile che questo ponte dischiuda al nostro sguardo prospettive inedite, che contribuiscano a dare senso all’esperienza del contemporaneo?

L’esposizione, allestita all’interno del piano nobile di Palazzo Pretorio, mette in mostra i lavori frutto della collaborazione tra artisti e makers, articolandosi però anche come percorso di riflessione critica sulle tematiche del progetto. Alcuni lavori saranno accompagnati da una documentazione che permetterà di approfondire la conoscenza delle fasi progettuali. Inoltre un’intera sala della mostra metterà a disposizione dei visitatori una stampante 3D, tecnologia esemplificativa del mondo dei makers, invitandoli a farne esperienze diretta.

 

 

Cultura del making e linguaggi della contemporaneità dialogheranno attraverso il confronto tra figure eterogenee, e pur trasversali alle questioni sollevate.

Per tutta la durata dell’evento espositivo, si terranno anche incontri e conferenze, insieme ad esperti, professionisti e studiosi di chiara fama, per sviluppare, discutere, rivedere gli spunti offerti dal progetto da un punto di vista estetico, economico e sociale, tramite un’interazione con l’allestimento espositivo. Cultura del making e linguaggi della contemporaneità dialogheranno attraverso il confronto tra figure eterogenee, e pur trasversali alle questioni sollevate.

 

Il Catalogo

Infine un catalogo, edito da CLEUP (www.cleup.it), accompagnerà la mostra proponendo approfondimenti sui temi scientifici del progetto, grazie a interventi di curatori ed esperti, lasciando comunque un importante spazio all’esame critico dell’opera degli artisti coinvolti.
Il progetto è stato realizzato dalla Fondazione Palazzo Pretorio Onlus, con il contributo del Comune di Cittadella e della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, patrocinato dal Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi Di Padova e con il contributo di Metalservice S.p.a.

 

Lega Nerd supporta Making Sense e vi invita a visitare la mostra che si protrarrà fino al 3 Aprile 2016

 

 

Info

Making Sense – Artisti + Makers Per Nuovi Immaginari Possibili

A Cura Di: Guido Bartorelli, Caterina Benvegnu’, Stefano Volpato

Sede Espositiva: Palazzo Pretorio – Via Marconi, 30 – Cittadella (pd)

Opening: 5 Dicembre 2015, Ore 18.00

Date di Apertura: 6 Dicembre 2015 – 3 Aprile 2016

Giorni di Apertura: Tutti i giorni escluso Lunedì Mattina, Martedì e il 25 Dicembre

Orari di Apertura: 10:00 – 12.30 / 16:00 – 19:30

Tel: 049/9413474

Fax 049/9413476

eMail: info@fondazionepretorio.it

 

 

 

Un NFT di Steve Aoki è stato venduto a 888.888,88 dollari
Un NFT di Steve Aoki è stato venduto a 888.888,88 dollari
Michelangelo risorge dall'oltretomba sotto forma di intelligenza artificiale
Michelangelo risorge dall'oltretomba sotto forma di intelligenza artificiale
MSCHF, l'arte della protesta contro un futuro a marchio Boston Dynamics
MSCHF, l'arte della protesta contro un futuro a marchio Boston Dynamics
Venduto Nyan Cat, un meme da più di 600.000 dollari
Venduto Nyan Cat, un meme da più di 600.000 dollari
Il Viaggio Inaspettato di Denis Medri
Il Viaggio Inaspettato di Denis Medri
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
La mostra di Zerocalcare: tutto il fumettista romano, dagli esordi a "Macerie Prime"
La mostra di Zerocalcare: tutto il fumettista romano, dagli esordi a "Macerie Prime"