Lamezia Comics & Co 2014: Il sogno dei ragazzi di Calabria #LegaNerd
4

Lamezia_comics_2014

«E pensare che sotto Napoli, prima di noi, era il nulla»

Ed è vero. Antonello Iovane è uno degli organizzatori del Lamezia Comics & Co., fa parte dei ragazzi dell’associazione “AttivaMente”, grazie a loro è nato quello che fino all’anno scorso era l’unico Comicon calabrese (quest’anno a dicembre ci sarà il Komics Reggio Calabria, e a marzo quello di Cosenza) e che ha anticipato a livello di nascita anche l’Etna comics.

Appartiene a lui la frase con cui è iniziato questo articolo, e se si pensa che siamo arrivati alla sesta edizione del Lamezia Comics & Co. sembra essere stato un miracolo, fatto di tanta forza di volontà, l’idea di portare avanti questo evento, ogni anno per sei anni di fila.

 

e60099fe_o

Perchè, come dice Antonello:

«La politica da noi fatica anche a capire cosa sia una fiera del fumetto»

«Siamo una fiera come tante altre, come può essere un evento del genere sull’agricoltura, ma se si parla di tarantelle magari riescono a capire meglio il progetto e lo finanziano senza problemi. A noi purtroppo devono ancora dare il contributo dell’anno scorso».

Tutto questo senza rancori e senza troppe polemiche.

Perché i ragazzi di AttivaMente si sono messi le mani in tasca (anzi nel portafogli), e si sono rimboccati le maniche per tirare fuori questa fiera.

Si è svolta dal 12 al 14 settembre (con ingresso gratuito), presso il complesso monumentale San Domenico, zona centralissima della città di Lamezia Terme.

E dire che in molti chiedevano di farla non più al chiuso ma proprio in piazza, all’aperto. Ma le ristrettezze economiche e i pochi appoggi degli enti pubblici (vabbè che ve lo dico a fare) hanno fatto optare per il più classico complesso monumentale di San Domenico.

 

f0909562_o (1)

«Eravamo partiti sei anni fa e, alcuni di noi, non sapevano neanche cosa fosse un cosplay – spiega Antonello – e avevamo appena quindici iscritti per il concorso dei cosplayer».

«Quest’anno, per la giornata di domenica, avremo addirittura dei pullman che partiranno da Reggio Calabria. E, tanto per dire, l’anno scorso il concorso dei Cosplayer lo hanno vinto dei ragazzi di Messina. Quindi ora vengono addirittura da fuori per partecipare».

Come vengono da fuori anche i ragazzi e le persone degli stand, venditori di videogiochi, fumetti, gadgets e di tutte le cose essenziali per creare mercato in una fiera del fumetto.

«Quest’anno- ci hanno raccontato i membri dello staff- ne sono venuti anche da Roma. E purtroppo siccome non avevamo abbastanza spazio per tutti abbiamo dovuto rifiutarne qualcuno».

E alla domanda: «Pensate di allargarvi l’anno prossimo?» il nostro amico dell’organizzazione fa un sorriso un po ‘ sognatore un po’ tanto realista. E senza chiedere ulteriori spiegazioni il discorso ci rimanda sempre alla questione sugli aiuti da parte degli enti pubblici.

Ma pur di fare il Lamezia Comics & Co. i ragazzi di AttivaMente hanno pubblicato online un crowdfunding che purtroppo ancora non è arrivato alla soglia fissata. «Il nostro obiettivo è dieci mila euro, perchè quelli sono i costi della fiera, che per lo più sborsiamo di tasca nostra e che cerchiamo di coprire il più possibile per arrivare a recuperare un po’ di soldi messi».

Tanto per dire, il crowdfunding ancora è fermo a 1.650 euro.

E poi qualche altro numero. L’anno scorso c’è stato un afflusso di circa 3500 persone con due giorni di fiera. Quest’anno solo i primi due giorni su tre avevano già superato il numero dell’anno scorso.

Certo non parliamo del Lucca Comics, ma per un evento organizzato con tutte queste difficoltà, e nella Calabria fatta di tante persone e politici che spesso neanche sanno cosa sia una fiera del fumetto, sono gran bei numeri.

 

3e07b81a_o

Tra gli ospiti più importanti di quest’anno da segnalare Mirko Olivieri, fondatore di Verticalismi, il più importante sito rivolto al fumetto indipendente ed emergente.

10653670_777646992281853_6688478794904829738_nLa filosofia di Verticalismi è «iscriviti al sito e manda i tuoi lavori, noi lo valutiamo e se ci piace lo pubblichiamo. E se non lo pubblichiamo ti spieghiamo perchè».

Verticalismi ha lanciato autori emergenti come Mirka Andolfo, e fa sfogare la vena creativa di grandi nomi come Roberto Recchioni.

E poi altri ospiti importanti ed emergenti come i ragazzi calabresi di Zed, Danilo Sirianni e Salvatore Capolupo, creatori di zedfumetto.it, fumetto online e videogioco contemporaneamente, con la loro maniacale ricerca di interattività con il lettore-giocatore.

Beh tutto questo e altro ancora ha offerto questa tre giorni di Lamezia Comics & Co., nella terra calabra e nel lametino tanto raccontato e menzionato per storie di ‘Ndrangheta, pizzo ai negozianti e così poco da offrire ai giovani.

Ma da un paio d’anni a questa parte quegli stessi giovani si stanno guardando intorno, e dalle macerie sta uscendo fuori qualcosa, la fantasia ancora una volta sta facendo venire fuori i mondi ideali migliori.

 

Aree Tematiche
Cosplay Eventi Fumetti
Tag
martedì 16 settembre 2014 - 15:16
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd