3D Cosplayers

3D Cosplayers

gallery-1-large

Come suggerisce il suo nome, la stereoscopia, inventata nel 1832 da sir Charles Wheatstone, è una tecnica con cui si realizzano immagini che si basa sulla ripresa contemporanea di uno stesso soggetto da due punti di vista diversi, posizionati su un’ideale linea di ripresa.

La sovrimpressione delle due immagini (opportunamente trattate) crea la tridimensionalità dell’opera finale. La necessità di realizzare le due immagini in contemporanea rende imprenscindibile l’uso di due macchine fotografiche sincronizzate.

Questa sincronizzazione è la parte più complicata della ripresa stereoscopica ed è ciò che Antonello & Montesi hanno messo a punto con il fine di rendere il 3D sulla carta stampata non più mera rielaborazione post-produttiva ma risultato di una precisa concezione ottica, non meno sofisticata di quella che solo oggi possiamo ammirare al cinema.

La sperimentazione di Antonello & Montesi si sviluppa attraverso diverse tappe, a partire dalle ricerche sui cambiamenti del corpo attraverso la mostra “Gen3Der”, passando al lavoro sulla trasformazione del corpo attraverso la pubblicazione del libro in 3D “Adonis in high heels” fino ad approdare al progetto attuale: 3D Cosplayers.

3D Cosplayers è un progetto fotografico in 3D sulla variopinta comunità dei Cosplayer.

Tutto inizia dopo aver ottenuto la disponibilità, da parte delle istituzioni della città di Lucca, ad allestire in una piccola porzione della città un vero e proprio set fotografico costituito da un fondale, flash, una postazione 3D, tre assistenti, un grafico e due fotografi. Il tutto in concomitanza con quella che è la maggiore manifestazione sul fumetto e i giochi in Italia: il Lucca Comics and Games.

 

 

La varietà, la quantità e soprattutto la qualità dei ritratti realizzati ha suscitato l’interesse di una delle realtà museali più intraprendenti d’Italia: il “Lucca Center of Contemporary Art” ha deciso di trasformare il tutto in una mostra fotografica, la prima e unica al mondo in 3D!, durante l’edizione del Lucca Comics and Games 2014.

Dopo le prime valutazioni, è stato stimato che per poter realizzare la mostra “3D Cosplayers” è necessario stanziare la cifra di circa 12.000 Euro.

A questo punto l’idea di Antonello & Montesi è stata quella del Crowdfunding, ovvero un processo collaborativo di micro-finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse per sostenere gli sforzi di singoli individui e organizzazioni: far appello direttamente alla comunità dei cosplayers e degli appassionati in generale è sembrato il modo più congeniale e democratico per far si che la mostra “3D Cosplayers” diventi l’evento culturale più importante della manifestazione.

L’obiettivo è quello di raggiungere la cifra di 8.000 Euro che consentirebbe di realizzare le stampe per la mostra costituita da circa 30 fotografie in 3D delle quali 15 di grande formato (cm. 70×110) e soprattutto di poter editare un Libro in 3D (con occhiali 3D inclusi) in circa 500 copie, che oltre a costituire una testimonianza dell’evento rappresenterebbe la prima pubblicazione al mondo di ritratti di Cosplayers in 3D.

Oltre la passione e la professionalità per la realizzazione del progetto i fotografi si sono impegnati a contribuire al raggiungimento dell’obbiettivo con la cifra di 4.000 Euro.

Chiunque sia interessato ad approfondire la conoscenza e il background di Antonello & Montesi può farlo visitando il sito antonellomontesi.com e può partecipare al finanziamento del progetto su Eppela qua.

 

 

Aree Tematiche
Cosplay Fotografia
Tag
venerdì 6 giugno 2014 - 10:50
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd