Hugh Herr e le nuove protesi bioniche

7 anni fa

Hugh Herr

Per chi non lo conoscesse Hugh Herr è un professore del MIT, che nei primi anni 80 perse entrambe le gambe in un incidente di free climbing.

Hugh Herr is building the next generation of bionic limbs, robotic prosthetics inspired by nature’s own designs.

Herr lost both legs in a climbing accident 30 years ago; now, as the head of the MIT Media Lab’s Biomechatronics group, he shows his incredible technology in a talk that’s both technical and deeply personal – with the help of ballroom dancer Adrianne Haslet-Davis, who lost her left leg in the 2013 Boston Marathon bombing, and performs again for the first time on the TED stage.

Oggi non solo è tornato a camminare come un normodotato, ma ha permesso con le sue nuove protesi bioniche, sviluppate proprio nei laboratori del MIT da lui diretti, di far tornare a ballare una ballerina che perse una gamba durante gli attentati di Boston.

 

Abbiamo sempre schifato gli articoli con un video e due righe di testo. Ma in questo caso il video è davvero tutto quello che necessitiamo di vedere e sentire.

Fonte: Ted.com

Scotch per chirurghi: un adesivo rimovibile per facilitare la chiusura delle ferite interne
Scotch per chirurghi: un adesivo rimovibile per facilitare la chiusura delle ferite interne
Sinapsi artificiali: intelligenze artificiali sempre più simili al cervello
Sinapsi artificiali: intelligenze artificiali sempre più simili al cervello
SprayableTech: la vernice che trasforma il muro in un display
SprayableTech: la vernice che trasforma il muro in un display
Impianti cerebrali morbidi con la stampa 3D
Impianti cerebrali morbidi con la stampa 3D
Il ponte ideato da Leonardo da Vinci realizzato in scala per testare la sua stabilità
Il ponte ideato da Leonardo da Vinci realizzato in scala per testare la sua stabilità
Arte e scienza: creato il materiale nero più nero mai visto
Arte e scienza: creato il materiale nero più nero mai visto
Jibo, il primo robot social per la casa... forse
Jibo, il primo robot social per la casa... forse