Il primo organo vivente rigenerato in laboratorio

9 anni fa

mighty-mouse

Il processo di invecchiamento può essere rallentato, ma è un degrado inesorabile ed i nostri corpi col tempo smettono di riparare i nostri organi vitali. Almeno fino a qualche giorno fa, quando i ricercatori dell’Università di Edimburgo sono riusciti a rigenerare un organo vitale in un topo modificandone un singolo gene.

Il team si è dedicato al “timo”, l’organo che incuba i linfociti T.

Il timo è fondamentale nello sviluppo del sistema immunitario, ma è anche uno dei primi organi che si atrofizza negli esseri umani. Ed è per questo che con il passare del tempo il nostro corpo (o in questo caso quello delle cavie) diventa sempre più vulnerabile alle malattie.

Quindi aumentando i livelli della proteina FOXN1 sono riusciti a rigenerare il “timo” di cavie adulte che a sua volta ha ricominciato a funzionare come fosse giovane.

I ricercatori stanno ora valutando gli effettivi miglioramenti di tipo immunitario sulle cavie ed aprono chiaramente alla rigenerazione di altri organi.

picture-of-thymus-gland

 

Non ci resta che applaudire e sorridendo a 32 denti urlare:

SCIENCE, BITCH!

:iani_kane:

 

Salviamo la Ricerca Italiana
Salviamo la Ricerca Italiana
Pint of Science: una birra per la scienza
Pint of Science: una birra per la scienza
CapiAmo il Pianeta
CapiAmo il Pianeta
Future Film Festival 2015
Future Film Festival 2015
Scienza o democrazia?
Scienza o democrazia?
Samantha chiama Il Muse
Samantha chiama Il Muse
La Russia vuole tagliare fuori gli USA dalla ISS
La Russia vuole tagliare fuori gli USA dalla ISS

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.