L'energy saver, Ratzinger Baby Killer e lo scaldino casalingo #LegaNerd

Incominciamo con una bufala che ha circolato moltissimo ultimamente, è disinformazione commerciale, stiamo parlando di…

 

 

L’energy saver

energysaver

Bufala elettrizzante!

La bolletta elettrica, per molte persone, rappresenta una spesa non indifferente. E la bufala di oggi fa leva su questo.

Il miracoloso e mirabolante Energy Saver Pro ti promette un risparmio di ben il 75% sulla bolletta elettrica! Wow!
Ma è vero, oppure no?

Ecche ve lo chiedete a fare? Certo che è una cazzata colossale!

Sul sito parlano di come codesto oggetto possa ridurre i consumi, eliminando le interferenze sulla linea elettrica allineando corrente e tensione.
È vero, questi disturbi nella linea elettrica portano uno spreco di energia. Ma, già da tempo, gli elettrodomestici hanno un condensatore prima del motore elettrico, condensatore che allinea corrente e tensione. Rendendo inutile l’energy saver.

Quindi:

  • L’energy saver vi fa risparmiare il 75% della bolletta? Assolutamente no.
  • È una tecnologia innovativa? No, da anni si trovano baracchini cinesi simili (venduti a cifre irrisorie nelle peggio fiere dell’elettronica).
  • Serve a qualcosa? Solo nel caso che abbiate elettrodomestici anteguerra (ma più come una protezione per l’elettrodomestico, che come fonte di risparmio).

Per non parlare poi della totale assenza di una qualsiasi partita iva sul sito e di come prima promettano un rimborso del 100% e poi, nei termini & condizioni, lo neghino spudoratamente.

I venditori di fumo sono ovunque! Statevene accuorti!

 

 

 

Ratzinger Baby Killer!

papakiller
Questa è grossa, altro che le blasfemie dei finti musulmani. Qui abbiamo un video, prove concrete che Papa Ratzinger nel 1987 avrebbe ucciso una bambina durante un rituale!

Senza nemmeno finire di vedere il video la storia l’avevo già sbufalata, quando al secondo 00:58 compaiono i protagonisti… basta cercarli per nome e scoprire che esiste un mare d’informazioni a riguardo.

L’articolo italiano è quanto il peggior pseudo giornalismo possa tirare fuori, si apre così:

Il processo penale di un papa è vicino. I politici italiani hanno accettato di lavorare con l’ITCCS (http://itccs.org/) in una comune azione legale contro il papato per la protezione di un fuggitivo ricercato dalla giustizia: il deposto Papa Benedetto XVI.

Tutto ovviamente inventato, buttato li a fare effetto. Non c’ nessun processo penale aperto o che si stia per aprire a riguardo!

Ma proseguono…dopo aver parlato di chi era presente al macabro rituale (cardinali e uno dei fondatori del gruppo Bilderberg, tanto per non far mancare nulla al racconto)…

Lo scorso 11 febbraio, poco dopo le sue dimissioni dalla carica di papa, Ratzinger è stato condannato per crimini contro l’umanità in data 25/02/2013, dalla Common Law Court of Justice con sede a Bruxelles, e un mandato d’arresto globale è stato emesso contro di lui. Da allora, egli ha eluso l’arresto rimanendo all’interno delle mura della Città del Vaticano con un decreto dell’attuale papa Francesco.

L’international common law court of justice è lo stesso sito citato prima… che molto furbescamente adotta due nomi un solo acronimo, ma il nome con cui è più giusto chiamarlo è: International Tribunal into Crimes of Church and State, anche detto FUFFA!

Il fondatore e “reverendo” dell’International Tribunal si chiama Kevin Annett ed è la stessa persona presente nell’intervista ai testimoni di Ratzinger killer d’innocenti, Il Signor Annett è un EX pastore della congregazione di chiese canadesi, cacciato già negli anni 90. Un personaggio molto particolare questo Annett, per anni (dopo la cacciata dalla chiesa canadese) si è fatto “portavoce” dei nativi canadesi (indiani) difendendo i soprusi da loro subiti… ma anche loro hanno deciso di allontanarlo e hanno chiesto che smettesse di occuparsi di loro:

In breve, Kevin Annett sta commettendo diversi livelli di frodi criminale contro i popoli indigeni della Turtle Island e che in nessun modo rappresenta uno dei nostri popoli, singolarmente o come rappresentante di una qualsiasi delle nostre Nazioni, qui o in Canada. Egli quindi non può in alcun modo agire per nostro conto in “Corti di Giustizia o Tribunali” in qualsiasi finti procedimenti che non abbiano appoggi legittimi di sorta, o ad agire per conto delle Nazioni per suo conto, a qualsiasi titolo, in modo legale o culturale o consultivo. Ciò include l’ordine di cessare immediatamente ulteriori scritti e pubblicazioni su Internet, comprese tutti i siti web, o qualsiasi altra forma di stampa e media, tra cui radio, YouTube e altri video o altro formato televisivo.

Queste le parole di Dennis Banks uno dei leader della comunità dei nativi canadesi!

Dopo queste Annett si è dedicato ad attacchi ripetuti alla Chiesa cattolica, sembra per voler combattere i crimini di pedofilia di cui si sono macchiati alcuni esponenti del clero in giro per il mondo.

La cosa è sicuramente ammirevole, nessuno vuole negare vi siano stati episodi del genere…ma ancora una volta Annett esagera, dimostrando che quando la Chiesa canadese chiese di sottoporlo ad un giudizio psichiatrico forse non sbagliavano del tutto, insomma il personaggio è un mitomane, desideroso di fama e notorietà, cavalca qualsiasi battaglia possa portargli un po’ delle due cose, poco importa che siano incompatibili fra loro, poco importa se nel farlo inventa notizie (come questa di Papa Ratzinger).

Venendo al Papa Killer che dire, il video (anzi i video) mostrati in giro per il web sono stati già sbugiardati più volte, gli interpreti sono svaniti o hanno ritrattato, anzi per dirla tutta Mel V  che insieme ad Annett compare nel video che trovate qui.

Ha successivamente ritrattato tutto quanto fatto  con Annett stesso fino a diventare una nemica dello stesso e venire additata dal mitomane come agente segreto del vaticano insieme al di lei marito:

For information purposes, our former television site at www.itccs.tv has been compromised and seized by the paid operatives known by the aliases “Mel and Richard Ve”, who are acting in deliberate opposition to the ITCCS to blacken our work and the good name of Kevin Annett, our Field Secretary. Neither “Mel and Richard Ve” nor the itccs.tv site are affiliated with nor in any way represent the ITCCS.

Che dire tutto un mare di boiate, una sull’altra, sfruttate da siti anti cattolici per farsi belli…

Non siamo qui a difendere i crimini perpetrati da  alcuni preti, ma la corretta informazione è la maniera giusta con cui agire, e Annett e i suoi amici direi non la mettano in pratica nemmeno un po’!

 

 

 

e concludiamo in bellezza con:

Lo scaldino casalingo

candele

Lo so è una boiata, ma l’ho visto girare così tanto e con commenti così entusiasti che non ho potuto fare a meno di parlarne…stiamo parlando del rimedio alle alte bollette del riscaldamento, la novità 2013 in fatto di risparmio, lo scaldino in casa fatto con vasi e candele.

Non volevo sbufalarla, non ha senso, una volta visto il video dovrebbe essere chiarissimo che è poco pratica e probabilmente pochissimo risparmiosa… ma tant’è, voi mi segnalate, io sbufalo!

L’idea, tratta da un video inglese del novembre del 2012, sta facendo il giro della rete, sono state create immagini ad hoc per spiegarne il funzionamento, e sembra che tutti ne siano entusiasti… ma IMHO nessuno in realtà l’ha effettivamente provato.

 

Qui potete vedere il video originale:

Il compassato signore ci racconta com e montare e far funzionare il suo scaldino, bastano 4 candele da the (quelle di ikea da 3 euro circa a scatola da 100) due vasi che si possano contenere fra loro e un vassoietto coi bordi rialzati e resistente al calore su cui poggiare il tutto, si appoggiano le candele sul vassoio le si accende, le si copre col vaso più piccolo si chiude il foro superiore e poi si ricopre il tutto col secondo vaso.
Le candele fanno si che il vaso coperto si scaldi molto, e dalle aperture del secondo vaso il calore si irradierà nella stanza…peccato che nel video il signore stesso spieghi più volte che la sua è una stanza MOLTO piccola…e velocemente ce la mostra…

 

Partiamo da qui:

Passiamo qui dove vediamo che la stanza è poco più larga di un letto ad una piazza e mezzo, un queen bed, diciamo sia larga 2 metri

Qui vediamo chiaramente che la parete esterna altro non è che il tetto quindi il soffitto è bassissimo

Qui invece si vede che dalla fine del letto (che vediamo a centro schermo)
alla parete successiva ci saranno si e no 1 metro, quindi la stanza è lunga circa 3 metri (stando larghi)

E qui si torna al punto di partenza!

 

Quindi il sistema scalda una stanza piccola di 6 metri quadri e soffitto basso… quante stanze vivete della vostra casa che rispettino queste caratteristiche?

Perchè gli articoli in italiano che ho trovato tradotti non fanno cenno di questo? Anzi a volte se fanno cenno alle dimensioni della stanza parlano di un 20 metri quadri (da dove lo ricavino non è dato saperlo)…

Io solo il bagno e un cucinotto, non utilissimo.

Detto ciò, provatelo, e verificate il risparmio… io credo che in termini di spesa riscaldare 6 metri quadrati alla fine non costi molto più che i 14 centesimi che narra la leggenda… ma potrei sbagliarmi.

 

 

Bonsaikitten si scusa, ma più si avvicinano le feste Natalizie meno tempo ho per dedicarmi ai nostri articoletti. Quindi anticipo fin d’ora che è possibile che a Dicembre sia poco presente su questo amato sito, ma ciò non vuol dire che rimanga aggiornato sulle bufale in circolazione, anche grazie alle vostre segnalazioni!

 

Un po’ di propaganda con il link alnostro blog e il link alla nostra paginetta Facebook per rimanere sempre aggiornati: Bufale un tanto al chilo. Da pochissimo inoltre abbiamo aperto anche una paginetta su G+ dove sto pubblicando le bufale più vecchie trattate all’inizio solo su Facebook.

 

Bonsaikitten è la rubrica di Lega Nerd che tenta di smascherare le peggiori bufale in circolazione su internet.
Aree Tematiche
Acquisti Attualità Cultura Real Life Religione Storia Tecnologie
Tag
mercoledì 4 dicembre 2013 - 14:32
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd