La finale NCAA del 1966

4
11 Ottobre 2012

You stupid sons of bitches! He just couldn’t take it.”

Oggi voglio parlarvi di una partita che viene spesso ritenuta la più importante del basket collegiale maschile: la finale del torneo NCAA del 1966.

La Storia

La storia comincia nel 1961 quando il coach Don Haskins, che finora ha allenato squadre femminili di high school, viene chiamato dalla direzione del Texas Western College per allenare la squadra maschile di basket (i Miners). Fino al 1965 non ottiene grossi risultati, così il coach si mette in macchina e va a reclutare giocatori di basket dai più disparati punti degli USA: Willie Cager, Nevil Shed e Willie Worsley da New York, Bobby Joe Hill dal Michigan, Harry Flournoy da Gary, Indiana. Tutti neri.
Oggi, 2012, una squadra di soli giocatori neri è la normalità, anzi, “chi non salta bianco è”. Ma nel 1966 la regola era ”due neri in casa, tre fuori casa, quattro se stai perdendo”, sia per un problema di razzismo lampante, sia per un razzismo più “sofisticato”: cinque giocatori neri non sono in grado di organizzarsi per giocare, c’è bisogno di un giocatore bianco che tenga le redini della squadra altrimenti va tutto in vacca…

Ma a Don Haskins non piace perdere, è il coach ed è pagato per vincere. Quindi se ne frega bellamente delle “regole” non scritte della NCAA e se deve vincere una partita con i suoi giocatori neri, i suoi giocatori neri entrano, giocano e, soprattutto, vincono. Vincono tanto e arrivano al numero 3 del ranking NCAA con un record di 23 vinte e una sola persa (l’ultima contro Seattle, di soli due punti).

Alle finali del torneo vincono tutte le partite e si trovano in finale contro la numero uno del ranking: l’Università del Kentucky allenata dal già mitico Adolph Rupp (Hall of Famer nel 1969).

Adesso immaginate la scena: un palazzetto pieno di ragazzi bianchi, qualcuno (i tifosi di Kentucky) con bandiere confederate, arbitri e allenatori bianchi, cheerleaders bianche, giornalisti per lo più bianchi. E in mezzo al campo di fianco ai cinque giocatori bianchi di Kentucky, i cinque ragazzi neri di Texas Western che inconsapevolmente fanno la storia del basket universitario americano.

Eppure ogni tanto Cenerentola esiste e contro tutti pronostici i ragazzi di coach Haskins vincono la finale giocando un basket lento e ragionato, organizzato e semplice, contro il “run and gun” dei giocatori di Kentucky. Quindi in realtà stravolgendo completamente l’equazione bianco = organizzato, nero = casino totale.
Due episodi vanno raccontati: il primo al secondo possesso di Texas Western, quando David Lattin (informato da Haskins delle parole di Rupp secondo il quale cinque ragazzi neri non avrebbero mai vinto contro la sua squadra) riceve sotto canestro un passaggio di Bobby Joe Hill e pianta una schiacciata in testa ad un certo Pat Riley urlandogli in faccia:

Take that, you white honky!”

facendo capire agli avversari quanto sono determinati a vincere. E poi, poco dopo, quando il play Bobby Joe Hill ruba due palloni a metà campo e li trasforma portando il punteggio sul 16-11. E’ a questo punto che Rupp chiama time-out e urla in faccia ai suoi giocatori la frase del quote iniziale. Non c’è più storia, il punteggio non subisce più inversioni di fronte e la partita finisce 72 – 65.

Rupp rimane talmente scosso dalla sconfitta che persino sul punto di morte, nel 1977, ai visitatori parla delle finali del 1966.

I Texas Miner vengono inseriti nella Hall of fame nel 2007.

Il Film

Basato su questa storia, e soprattutto sull’autobiografia di Don Haskins, nel 2006 esce il film Glory Road, prodotto dalla Disney. Ovviamente c’è molto di romanzato. Ad esempio, nel film, Don Haskins decide di far giocare la finale solo ai giocatori neri per combattere il razzismo. Restando il fatto che effettivamente nella finale non giocò nessun bianco, il fine di Haskins, come ho già detto, era solo vincere, null’altro.
Don Haskins è interpretato da Johs Lucas, Adolph Rupp da Jon Voight.
Nel video il trailer in italiano del film.

Fonti: wikipedia, Naismith Hall of Fame, ESPN.

[MBLP]: rubrica a cura di @saril e @parano1dz che vi porta nel fantastico mondo del basket!

Aree Tematiche
Sport
Tag
giovedì 11 ottobre 2012 - 14:03
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd