Dead or Alive 5 - Recensione
di
FuckinB
3

Era il 1996 quando la saga di Dead or Alivevide per la prima volta la luce. Approdò nelle sale giochi come cabinato che riscosse molti successi. Da li, fu un susseguirsi di titoli per console casalinghe ed ora, nel quasi finito 2012, Dead or Alive approda su PS3 con il quinto capitolo!
Vediamo il nuovo titolo prodotto da Tecmo-Koei e sviluppato da Team Ninja nel dettaglio.

Recensione


Dead or Alive 5 mantiene il suo spirito da cabinato, offrendoci poche ma ben riuscite modalità! La STORIA permette di continuare la trama lasciata in sospeso da Dead or Alive 4. Storia che non ha niente da invidiare ai colossi del genere, ma per chi è un neofita può sembrare sconclusionata e con incoerenze spazio-temporali gravi. Infatti la storia ci farà percorrere le storyline di tutti i personaggi, intrecciandole tra loro.

– La modalità ARCADE ci ripropone il classico schema a “torre”, con sette livelli di difficoltà, dove dovremo affrontare diversi avversari fino ad arrivare alla finale del torneo e vincerlo.

– La modalità SOPRAVVIVENZA ci vedrà affrontare nemici uno dopo l’altro. L’intervallo tra i nemici è veramente breve e la nostra rigenerazione della vita molto bassa. Ciò comporta un alto tasso di sfida.

– Nella modalità SFIDA A TEMPO dovremo affrontare più nemici possibili prima dello scadere del tempo e con i nemici che diventeranno man mano più forti.

– La modalità VERSUS ci vedrà affrontare un avversario comandato dalla CPU o da un nostro amico in locale.

– Infine, troviamo la modalità ALLENAMENTO, che sia per i neofiti che per i veterani, darà la possibilità di affinare le nostre mosse e diventare sempre più forti.

– In Dead or Alive 5 c’è anche la modalità ONLINE che regala ore di gioco in più!

Novità


In Dead or Alive il tasso tecnico degli scontri è alto. Non dovremo imparare solo ad attaccare, ma anche a difenderci. Per questo il tempismo negli attacchi, la distanza per schivare o mettere a segno un colpo si fanno importantissime. Tra pugni, calci e parate dovremo cercare di imparare le contromosse, che più di una volta ci salveranno dal perdere la vita. Servirà una buona dose di allenamento ed un tempismo perfetto per padroneggiare il nostro personaggio preferito. Nel caso in cui sbaglieremo i tempi potremo aprire le nostre difese e ricevere le combo devastanti dei nostri nemici. In Dead or Alive chi spinge tasti a caso ha vita breve!
Altro elemento importante negli scontri è lo scenario. Scenario in cui, in determinati punti, potremo lanciare il nostro avversario per infliggergli più danno. Alcune parti dello scenario, una volta distrutte, ne apriranno uno nuovo.

Innovazione di quest’anno è il POWER BLOW, un colpo che può essere caricato per lanciare l’avversario in un punto dello schermo.

Conclusioni


Dead or Alive 5 è un buonissimo gioco, consigliato a chiunque sia un appassionato dei picchiaduro e sia a chi vuole affacciarsi in questo mondo per la prima volta. L’esperienza di gioco non ha nulla da invidiare alle controparti più “famose”.
Il gameplay spettacolare e bilanciato rende l’esperienza di gioco piacevole senza minare quella che è l’essenza arcade del titolo.

Nota dell’autrice: i Topic Hunter ringraziano come sempre l’epico @bradipokamikaze per la tostissima recensione :res:

FuckinB

Concepita dopo una cena in un ristorante cinese, scambiata inizialmente per un'indigestione da involtini primavera, B nasce (nel 1990) sprovvista di pene, con sommo dispiacere dei parenti. All'età di 6 anni rimane affascinata dalla potenza sublime delle parole e decide di fare della lingua italiana la sua raison d'être. Il rispetto per la locuzione "Mens sana in corpore sano" la fa avvicinare alla danza (attualmente è una ballerina di latino americani) allo sci agonistico e allo snowboard (che restano ad oggi le sue più grandi passioni). Forte delle sue convinzioni grammaticali, consegue il diploma di maturità classica. Al momento frequenta l'università ed è dedita allo studio delle lingue e delle letterature straniere. Da grande progetta di: fare un on the road tour in Belgio/Olanda per assaggiare tutte le birre prodotte dai fraticelli e tornare in Italia con le capacità psico-motorie di una pigna, clonare i dinosauri per conquistare il mondo, trovare uno Stargate per viaggiare nel tempo e provare l'esistenza degli alieni oppure di diventare una Paladina dell'Accademia della Crusca per infilzare con la sua penna rossa qualsivoglia tipo di errore. En garde, nerd avvisato... P.s. Soffro di insonnia cronica, quindi vi tengo d'occhio anche di notte!
Aree Tematiche
Recensioni Videogames
Tag
domenica 7 ottobre 2012 - 15:34
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd