Guild Wars 2: Elementi di base

10 anni fa

5 minuti


Chi l’ha prenotato ci gioca dal 25 agosto (in realtà da prima, chi ha effettuato il pre-order ha avuto accesso a tutti i week-end di beta nonchè agli stress test dei server), adesso è arrivato il momento per tutti gli altri.

La peculariatà di questo imponente mmorpg è che non c’è abbonamento, acquisti il gioco e giochi per sempre. (NdItomi: Ci giochi fino a quando non esce la prossima espansione, si… eheheh)

Il mondo e la storia



Guild Wars 2 si svolge nel continente di Tyria, ben noto a chi ha giocato il primo Guild Wars (aka Prophecies), ma molto cambiato visto che sono passati non ricordo quanti secoli dagli eventi del primo. Per una breve panoramica delle razze è già stato scritto qualcosa qui.

Pare che i draghi si stiano risvegliando. Fin dove sono arrivato con le missioni principali non ne ho trovato alcuna evidenza (Ho fatto tutte le missioni di trama per gli umani e i norn presenti nelle beta, credo fossero una dozzina)

Le abilità


Ogni giocatore può equipaggiare 10 skill abbinate ai rispettivi numeri sulla tastiera, che ovviamente differiscono in base alla classe ma con alcuni elementi comuni. Le abilità da 1 a 5 sono legate alle armi equipaggiate (la 1 sarebbe l’attacco di base), la 6 è un’abilità curativa, da 7 a 9 troviamo le skill specifiche della classe sbloccabili spendendo punti abilità, la 10 è una skill d’èlite.

Ci sono anche delle altre abilità che variano da classe a classe (o in base all’equipaggiamento, o in base al fatto di trovarsi sulla terra o sott’acqua, o ad altro ancora). Per esempio l’ingegnere può lanciare una specie di kit medico sul campo di battaglia che cura i pg vicini, l’elementalista può cambiare può alternare le skill da 1 a 5 secondo i quattro elementi (in pratica ha 20 skill anzichè 5) mentre le le altre 5 hanno effetti secondari diversi e altre ancora.

Le skill assegnate, così come l’equipaggiamento, si possono scegliere in qualsiasi momento non ci sia un combattimento in corso (in GW1, le skill si assegnavano solo nelle città e negli avamposti)

L’altro elemento dello sviluppo del pg è dato dai traits (ossia caratteristiche), cioè punti da spendere per la specializzazione del proprio pg in alcune abilità (utilizzo di certe armi piuttosto che altre, velocità di rigenerazione delle skill, e anche qualcosa tipo perk di Call of Duty).

I punti spesi nei traits sono resettabili spendendo una cifra variabile a seconda del livello del giocatore (71 monete di bronzo per punto Trait ottenuto, si ottiene un punto per livello a partire dal livello 10) o con un training manual (consumabile).

Il mondo di gioco e il PvE



Qui c’è la più grande differenza tra GW1 e GW2. Finalmente le aree con i mostri non sono più istanze di un giocatore. In parole povere, nel primo guild wars i giocatori si potevano incontrare solo nelle città e negli avamposti, una volta organizzato il party e uscito dalla città, non si potevano incontrare altri giocatori.

Adesso invece c’è un vero e proprio mondo persistente, con eventi dinamici e altre cosine simpatiche.

Ogni area di gioco è piuttosto vasta, ed è divisa (virtualmente, non ci sono muri, barriere o simili) in sottoaree per giocatori di un certo livello. Se un giocatore di livello più alto si trova in queste aree, le sue statistiche vengono automaticamente riscalate per quell’area.

Ovviamente il giocatore mantiene la sua superiorità visto che continua ad avere il suo equipaggiamento avanzato, il set di skill potenti, però in questo modo si evita che i giocatori di livello alto, passando nelle zone iniziali, uccidano tutti i mostri e rovinino il divertimento ai niubbi.

Il PvP



Quando ci sono i mostri in giro, le persone si vogliono bene. Nelle aree per il PvE, in nessun caso si possono attaccare gli altri giocatori, quindi se pensavate di arricchirvi uccidendo niubbi e rapinando i passanti, resterete delusi.

Per darsi botte ci sono le arene. In Guild Wars 2, gli sviluppatori hanno deciso di non rompere le palle a chi vuole subito distruggere gli altri che nelle arene si ha già il pg a livello massimo. Esistono delle arene classiche per gruppi ristretti (qui si parte già con tutte le skill sbloccate) e poi c’è il World vs World vs World.

Al momento del primo login al giocatore viene chiesto di scegliere il proprio mondo (server) di appartenenza, un eventuale trasferimento si paga (con qualche euro o un sacco di soldi di gioco).

I mondi vengono abbinati a tre a tre ogni due settimane. L’arena stavolta è qualcosa di enorme, con postazioni da conquistare e strutture da costruire. I mondi vincenti guadagnano dei bonus validi anche per il PvE. (un po’ come il favore degli dei in Guild Wars 1). Al termine delle due settimane si ricomincia.

Ci sarebbe tanto altro da dire praticamente su tutto (ci sono aspetti che non ho neanche sfiorato, come il crafting, e le gilde), ma direi che come infarinata di base questa possa bastare.

State giocando a Guild Wars 2? Cosa ne pensate? avete consigli o raccomandazioni per i nuovi giocatori?

Sito Ufficiale (guildwars2.com)
Canale ufficiale di youtube (youtube.com)
Guild Wars 2 Wiki (wiki.guildwars2.com)

Un’ultima cosa, io sono su Aurora Glade nel caso qualcuno di voi cominciasse a giocare adesso.

Il Trono del Re: Marco B Bucci e Jacopo Camagni raccontano Nomen Omen e Arcadia, tra fumetto e GDR.
Il Trono del Re: Marco B Bucci e Jacopo Camagni raccontano Nomen Omen e Arcadia, tra fumetto e GDR.
Pathfinder: Kingmaker, l'Adventure Path più amata del GdR arriva su console
Pathfinder: Kingmaker, l'Adventure Path più amata del GdR arriva su console
Pathfinder: Kingmaker Definitive Edition, la recensione: Golarion sbarca su console
Pathfinder: Kingmaker Definitive Edition, la recensione: Golarion sbarca su console
Recensione Guida Omnicomprensiva di Xanathar: D&D espande i suoi orizzonti
Recensione Guida Omnicomprensiva di Xanathar: D&D espande i suoi orizzonti
Ho giocato di ruolo su Discord e alla fine non è poi così male
Ho giocato di ruolo su Discord e alla fine non è poi così male
Rappan Athuk, la recensione: il dungeon delle tombe sbarca su D&D 5e
Rappan Athuk, la recensione: il dungeon delle tombe sbarca su D&D 5e
Guida ai Regali di Natale 2018
Guida ai Regali di Natale 2018

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.