Gamescom Diary 2012
di
itomi itomi
4

A pochi giorni dall’inizio del Gamescom comincio il mio tradizionale diario della trasferta in Germania.

Come molti di voi sapranno il mio primo lavoro è con Vae Victis uno studio italiano indipendente di sviluppo videogames e il nostro bambino è Victory: The Age of Racing, un gioco racing free to play e bla bla bla…

Per la prima volta avremo uno stand da indipendenti
Il mio racconto del Gamescom comincia quindi dalla preparazione all’evento di quest’anno, particolarmente importante per noi perché per la prima volta avremo uno stand da indipendenti, non all’interno del nostro vecchio publisher.

In poco più di sei mesi siamo cresciti da “semplice” studio di sviluppo a studio indipendente che auto pubblica i propri giochi, implementando sistemi di pagamento, assistenza, sistema di affiliate, code redeem, landing pages multilingua, ecc. ecc.

Andiamo al Gamescom come indipendenti e mettere in piedi un booth nell’area entertainment, sorvolando sui costi, non è affatto facile.

L’area entertainment del Gamescom, la Hall 8 nel nostro caso, è infatti aperta al pubblico, e che pubblico: Gamescom è la più grande fiera al mondo dedicata al videogioco, con quasi 300.000 visitatori l’anno scorso. #impressive

Non bastava quindi affittare un ufficio/booth nell’area business, con un paio di tavoli, poster alle pareti e un paio di postazioni di prova del gioco… no, dovevamo fare uno stand vero, o per lo meno credibile di fianco a quelli di colossi mondiali del videogioco.

L’area che avremo non è certo enorme, non potevamo permetterci e non aveva senso per noi al primo anno prendere uno spazio di medio/grandi dimensioni. Soprattutto non potevamo permettercelo :D

In realtà anche la spesa per un booth di piccole dimensioni non è certo un investimento da poco.

Determinante per noi è stata quest’anno la collaborazione economica di un main sponsor, il sistema di pagamento online Ukash che ci accompagna in questa avventura a Colonia.

L’idea è stata quella di affittare un Airstream che fosse il fulcro dello stand, inserendo le postazioni di prova al suo interno e usandolo anche come “fronte” dello spazio, riservando la parte posteriore al business development e agli incontri con la stampa.

Mostra Approfondimento ∨

Completano il tutto due colonne alte 4 metri e una parete che “arreda” la parte posteriore, composta da 4 pannelli per un totale di 8 per 2 metri.

Fare un rendering è una cosa, ma organizzare la trasferta in Germania logisticamente e creare e acquistare o affittare tutti gli elementi dello stand sono tutta un’altra cosa.

Aggiungiamoci anche che ci siamo decisi per “il grande passo” molto tardi: solitamente questi eventi si preparano con almeno 6-8 mesi di anticipo, noi abbiamo cominciato a preparare il tutto solo una volta trovato uno sponsor che ci assicurasse un budget decente da spendere, meno di due mesi fa.

Ci sta tutto.


Tutto il materiale lo porteremo in Germania su un furgone affittato per l’occasione: 15 quintali di tutto… dai pezzi dello stand ai computer, cavi elettrici, casse acustiche, mixer, luci, elementi scenografici (gomme da Formula 1, yeah) e chi più ne ha, più ce ne faccia stare.

Abbiamo passato la giornata di ieri e rimpilzare questo povero Sprinter, #enjoy

Per tre fortunati di noi lunedì ci sarà il viaggio della morte™ e cioé un 12 ore di sprint dalla Romagna fino a Colonia.

Io ho vinto il biglietto d’oro chiaramente e mi farò il viaggio con Luca, il nostro Game Designer driver e @jacklupino, il nostro epic roadie. Arriveremo a Colonia lunedì in tarda serata.

Martedì Gamescom apre per i “costruttori” e cioè chi deve montare gli stand. Tra una faticata e l’altra spero di riuscire a trovare il tempo di fotografare in anteprima gli stand in costruzione dei grandi del videogioco.

Mercoledì sarà invece la prima vera giornata di fiera per noi, con la giornata riservata ai giornalisti e addetti del settore.

Da giovedì Gamescom aprirà al pubblico, inondando la Koln Messe di bimbiminchia in cerca di gadget e belle tette. A proposito: abbiamo tre ottime booth girls anche noi. #abbondiamo

Il tutto culminerà in sabato e domenica, quando l’orda di bimbiminkia diventerà un fiume in piena e ci devasterà le palle.

Ritorneremo in Italia lunedì 20, io questa volta in aereo per fortuna.

Spero di riuscire a tenere questo diario aggiornato… #buonipropositi

Se così non fosse… almeno vi siete fatti un’idea con questo e unico primo capitolo.

Gamescom Diary 2012 è la rubrica di @itomi che ha la presunzione che tutto ciò interessi a qualcuno.

itomi

Antonio Moro a.k.a. itomi

Fondatore e capo redattore di Lega Nerd. Scrivo editoriali e recensioni su tecnologia, innovazione e pop culture. Mi occupo di UI/UX e direzione creativa, soprattutto su progetti web e gaming. Faccio cose e conosco gente su internet dal 1996. Più info su antoniomoro.com e itomicreative.com
Aree Tematiche
Eventi Lavoro Videogames
Tag
domenica 12 agosto 2012 - 16:01
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd