Demonoid: questa volta è per sempre?
di
Gueznor Gueznor
2

Il famoso (o dovrei dire famigerato) tracker Demonoid non è nuovo a problemi di “stabilità”, avendo lasciato già altre volte i suoi fan nella disperazione più totale anche per dei mesi, ma è sempre risorto dalle sue ceneri. Stavolta però la situazione sembra essere piuttosto seria.

Già da qualche settimana il sito dava problemi e ripetuti attacchi DDOS avevano portato ad uno strano redirect verso lidi non proprio sicuri (pagine pubblicitarie infestate da diversi malware) per cercare di tamponare le enormi bollette che ne conseguivano. L’admin del sito aveva cercato di tranquillizzare l’utenza confermando che l’infelice redirect era in effetti opera sua e che i problemi riscontrati erano dovuti anche al fatto che fosse rimasto il solo amministratore (i soci si erano ritirati uno ad uno per le troppe attenzioni delle forze dell’ordine) e ad alcune situazioni familiari che avevano causato una revisione delle sue priorità. Nulla che quindi un po’ di tempo e pazienza non potessero sistemare.

Demonoid è stato chiuso.
Ieri però il colpo di grazia. Le autorità Ucraine, probabilmente dietro richiesta degli Stati Uniti hanno effettuato un raid nel datacenter di ColoCall, il più grande del paese, dove era fisicamente ospitato il sito, e pare che dopo aver copiato tutto il contenuto dei server abbiano proceduto all’apposizione dei sigilli.

Demonoid è stato chiuso.

Per quanto riguarda eventuali azioni legali contro i gestori del sito ancora nulla è trapelato, ma stando a quanto dichiarato da ColoCall sono residenti in Messico e quindi probabilmente è solo questioni di giorni prima che siano sommersi da ogni tipo di imputazione.

DISCLAIMER: mi sono limitato a riportare la notizia e non intendo celebrare Demonoid come baluardo della libertà di espressione e martire della causa. Era indubbiamente un sito illegale. Mi dispiace l’abbiano chiuso? Sì. Mi sento legittimato per questo a insultare le forze di polizia ed il governo ladro e canaglia? No. Detto questo, morto un papa se ne fa un altro.

via: Geekissimo

per approfondire:
Demonoid sotto attacco – Blog.it
Demonoid busted as a gift to the United States Government – TorrentFreak

Aree Tematiche
Attualità Internet
Tag
martedì 7 agosto 2012 - 13:05
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd