Eravamo piccoli, ma siamo cresciuti #LegaNerd

Noi siamo piccoli, ma cresceremo e allora, virgola! Ce la vedremo! Chiusa parentesi, riporto sei, noi siamo piccoli ma dateci del lei.

Eravamo piccoli (chi più, chi meno) negli anni ’80. Il nostro unico lavoro era quello di coltivare le nostre passioni e alimentare i nostri sogni. Abbiamo costruito città con i Lego, esplorato galassie con Space Invaders, sconfitto i cattivi al fianco di Batman e viaggiato nel tempo con Doc e Marty.
Magari avevamo pochi amici (reali) e ci sentivamo inadeguati alla vita che gli adulti stavano progettando per noi. Siamo stati viziati e coccolati dai nostri genitori, che facevano di tutto per darci quello che loro non avevano avuto. Siamo cresciuti in una società che non ci ha mai capiti davvero e per questo, talvolta, ci ha emarginati.

Ora abbiamo 30 anni (chi più, chi meno) e abbiamo la capacità e la responsabilità di prendere delle decisioni per noi stessi e per gli altri. Il nostro scopo è quello di trasmettere le nostre passioni e avverare i nostri sogni. Costruiamo palazzi, esploriamo pianeti, sconfiggiamo l’ignoranza e viaggiamo nel tempo con Doc e Marty (su questo punto siamo ancora un po’ indietro, ma ci arriveremo).
Stiamo progettando la vita dei nostri figli e li viziamo e coccoliamo, facendo di tutto per dar loro molto più di quello che abbiamo avuto noi. Siamo parte integrante della società e contribuiamo poco per volta a farla crescere, mutare ed evolvere.

Il problema della nostra generazione è che sottovaluta la propria capacità di cambiare le cose. Noi siamo gli autori dei libri fantasy, noi siamo i produttori che decidono di trarne una saga cinematografica, noi siamo gli attori che ne interpretano i personaggi, noi siamo i critici che li recensiscono sui blog, noi siamo gli spettatori che riempiono le sale. Ora che siamo riusciti a dimostrare al resto del mondo che era la società ad essere inadeguata a noi (e non il contrario), vorremmo rimangiarci tutto e tornare a isolarci nel nostro angolino sicuro ma senza finestre sul futuro; per poter poi continuare a lamentarci di quanta merda ci sia nel mondo.

Io sono grata dell’esistenza di tutte le persone illuminate che hanno contribuito a rendere “mainstream” questa cultura curiosa e affamata di conoscenza e per la prima volta nella mia vita sono fiera di essere un’insignificante goccia dentro l’oceano.

Aree Tematiche
Real Life
Tag
giovedì 17 maggio 2012 - 12:33
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd