Battleship - il Film

A bordo di navi da guerra iper-tecnologiche, cariche di bombe di testosterone rinforzate da musica “tosta” e partite di football sudate, agiscono marines che grondano, anche più di quanto si concede al genere, onore e tracotanza.

La trama, ovviamente, è assente.

Battleship è un testosteronico frullatone action che spara decibel a profusione e sfoggia effetti visivi di altissimo profilo.

Ieri sono andato a vedere Battleship.
I quote qui sopra li ho presi da recensioni online che avevo letto per aumentare l’hype, il film si presentava con le migliori carte.
Così, recuperato un gruppo di amici, ci dirigiamo al locale multisala.

Il motivo per cui siamo andati a vedere Battleship è per prepararci psicologicamente alla prossima tamarrata (Iron Sky), e questo sembrava adatto anche se, già in partenza, aveva alcuni punti deboli.

Pro

– Navi da guerra: un filone ancora poco sfruttato.
– Alieni: se devi darti con qualcuno gli alieni garantiscono sempre un bel +1.
– Peter Berg: sulla carta dovrebbe essere una specie Michael Bay.
– AC/DC: AC/DC.

Contro

– Durata: di per se non è un contro ma oltre l’1:30 h i film pura azione tendono a sbrodolare.
– Rihanna: Rihanna no! Non me ne frega nulla se gli attori sono cani a recitare ma Rihanna no! Rihanna no! RIHANNA NO! Ci sono dei limiti dettati dalla decenza.

Passiamo ora all’analisi del film.
Di solito quando mi appresto a godere tali opere di alto intrattenimento (seduto in terza fila perchè “quando il cannone spara voglio che mi spari in faccia”) mi aspetto 3 cose: esplosioni, botte, figa.
Il film dura 130 minuti, ora, in un film di tale “taglio” mi aspetto che per almeno 120 minuti esploda qualcosa, 10 minuti per la trama sono sufficenti, 20 al massimo se il regista ha velleità da Bergman, ma qui per 1 ora buona non succede un tubo, solo chiacchiere, se volevo guardare Ozpetek guardavo Ozpetek.
Tempo sprecato, tanto più che i personaggi hanno la profondità di uno stagno in un’estate particolarmente calda.

Spoiler
Due fratelli di cui uno è una testa calda mentre l’altro è serio e responsabile (indovinate quale dei due salva il mondo), il nerd che ha capito tutto su come inculare la tecnologia aliena, la spalla dell’eroe che prima si stanno antipatici poi salavano il mondo assieme, la ragazzetta insipida che dimostra grande eroismo, il soldato che ha perso la voglia di lottare ma la ritrova, il capitano duro e burbero ma che infine riconosce le qualità dell’eroe.

Quindi, visto che la trama stava probabilmente sul retro di un biglietto della metro andato perso (cit.) che senso ha allungare il pappone per una buona ora?

Detto questo nella seconda metà le botte e le esplosioni raggiungono un buon valore, ‘ste navi sparano e esplodono alla grande.
Gli alieni sparano pure loro roba che esplode e per una volta non sono super invulnerabili: quando li centrano con i cannoni o i missili vanno giù.
Inoltre devastano alla grande un pezzo di città, il che è sempre apprezzabile.
Le loro navi da guerra sono carucce e i loro soldati sono uguali a quelli di Halo (i mozzoni) e ad Ironman (i capitani).
Schermo a energia super power, ma è solo per delimitare il numero di navi da far scoppiare (btw quando qualcuno mi spiegherà la teoria fisica di uno schermo ad energia sarà sempre un gran giorno…)
Ci sono anche addirittura alcune idee carine (usate per richiamare il classico della Hasbro) che fanno la loro figura se uno non si mette a sottilizzare sui come e sui perchè.

Il terzo punto invece è dolente: essendo un film per ragazzini il massimo che vi concede è la figa della situazione (Brooklyn Decker meh…) in costume e short, in una sola scena.

Per il resto ci sono fiotti di imprecisioni e di scene strampalate (la peggiore è all’inizio quando, durante la partita di calcio, i giapponesi sfoggiano le loro bandiere con il sol levante… fatemi capire, se partecipava la nazionale tedesca avevano delle svastiche?), una recitazione squallida, citazioni epiche usate male, scene talmente eroiche da essere autoironiche.
Tutte cose che fanno sempre ridere sopratutto se hai qualcuno con cui condividerle.

Quindi, se volete andare a vedere Battleship entrate mezz’ora dopo, non vi perdete nulla e ve lo godete di più.
Non guardatelo a casa a meno che non abbiate uno schermo enorme, siate sbronzi marci e vi vogliate fare del male.
Se al cinema lo trovate a 5 – 6 euro può valere la spesa.

Spoiler
Rihanna NO! Cazzo no! Devi morire nella prima scena!
Nicholas | Nè

Nicholas | Nè

Sono qui solo per trollare. E a volte per scrivere di economia, storia o cazzate (spesso tutto assieme).
Aree Tematiche
Cazzate Cinema
Tag
giovedì 19 aprile 2012 - 10:52
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd