Chi possiede la moneta, possiede il mondo #LegaNerd
di
trinity
7

Ciao a tutti voi nerd!!!!!
Sono capitata qua per caso dopo aver letto questo articolo https://leganerd.com/2012/03/12/il-signoraggio-bancario-2/ e ho visto che in questo blog si parla anche molto di problematiche economiche, ma purtroppo in alcuni casi in modo sbagliato e volevo dare il mio contributo descrivendo come, l’attuale crisi dell’economia mondiale, sia in massima parte voluta a fini speculativi da parte di un ristretto numero di persone e organizzazioni che ne traggono grandi vantaggi, e come nella storia ci siano fatti legati a questi temi molto sinistri e che fanno ben capire con chi abbiamo a che fare.

Sapete bene che buona parte delle scelte economiche mondiali sono prese da personaggi facenti parte del Gruppo Bilderberg, un gruppo non ufficiale di cui fanno parte i più grandi rappresentati dell’economia e delle banche.
Questi 170 uomini decidono le sorti dell’economia mondiale spostando ingenti somme di capitali, finanziando guerre (dette di liberazione o democratiche ma in realtà mirate a conquistare giacimenti di risorse), vendendo e comprando i debiti (e anche le politiche) di interi stati.
Se ci fate caso sono sempre le stesse persone/organizzazioni/dinastie che ruotano intorno a queste cose.

Come si procurano queste immense quantità di denaro?
Il sistema (o la truffa sarebbe più corretto chiamarla) avviene a causa della liberalizzazione della stampa della moneta.
Tutti noi sappiamo bene o male come si stampa la moneta, ma quanto vale realmente la moneta?
La stampa della moneta ha un valore molto basso (intorno ai 30 centesimi di euro) mentre il suo valore nominale è molto alto (50 o 100 euro), la differenza tra questi due estremi è detta reddito da signoraggio.

Ovviamente non si può stampare moneta a volontà, il sistema è più sottile.
Lo stato, quando ha bisogno di soldi, si rivolge a una banca centrale (che è privata) e si indebita con la banca dandole delle obbligazioni.
Le obbligazioni significano che lo stato tasserà il popolo in maniera tale da coprire il debito che ha contratto con la banca centrale.
La banca stampa quindi delle banconote (che costano 30 centesimi alla banca) e le dà ad un ridotto numero di altre banche (Deutsche Bank, Santander, Credit Agricole, Intesa/SanPaolo, tra le maggiori) facenti parte del Gruppo Bildemberg, in cambio di titoli.

La legge impone alle banche di possedere sempre almeno il 10% della moneta per far fronte ale richieste dei sottoscrittori.
A fronte di questo 10% però le banche possono emettere debiti molto più alti: ogni volta che hanno 10 euro emettono un debito fino a 100 euro.
E badate bene che questi soldi non sono reali, sono transazioni elettroniche, quindi i soldi non ci sono fisicamente, ma solo il debito!!!!!

Quando questi 100 euro arrivano ad un altra banca, questa li tiene come riserva (10%) e li usa per emettere debiti, a questo punto può emettere debiti per 1000.
Questo sistema permette di creare rapidamente denaro, o meglio denaro a debito, che dovrà poi essere ripagato dai cittadini che contraggono debiti (ad esempio mutui) con le banche.

Quindi i cittadini, ossia noi, ci troviamo doppiamente ingannati, da un lato lo stato ci tassa per emettere moneta (che va alle banche), dall’altro le banche ci chiedono gli interessi sui debiti che contraiamo con loro!
In tutto questo circolo vizioso l’unico a rimetterci è il cittadino che deve pagare due volte, prima allo stato e poi alle banche.

Con queste enormi masse di denaro le banche private comprano i titoli di stato di interi stati.
Questa è una potentissma arma di ricatto, perché le banche potrebbero chiedere la restituzine di questi titoli agli stati e gli stati si troverebbero in bancarotta (come sta succedendo per la Grecia).
Quando uno stato rischia la bancarotta l’unica sua possibilità è indebitarsi maggiormente… proprio con le banche.
Quindi per sfuggire alla loro stretta è costretto invece a rimanerne sempre più invischiato, le banche manovrano il loro credito verso lo stato che è costretto a rilasciare agevolazioni e ha tassare maggiormente la popolazione.

La crisi attuale è stata fortemente voluta da alcuni gruppi bancari (principalmente JP Morgan Chase, HSBC, Goldman Sachs ma anche gruppi e fondi a loro associati) i quali hanno speculato sull’economia degli Stati Uniti spingendo alla povertà milioni di persone per appropiarsi dei loro beni.
Le loro lobby sono così potenti che nessun presidente americano ha mai potuto varare leggi per limitare o regolamentare questo meccanismo.
E adesso è il turno dell’Europa.
Attraverso una serie di manovre finanziarie (ma anche veri e propri ricatti a danno dei singoli) queste banche si stanno impossessando dei governi europei, quelli che si oppongono (tipo la Grecia il cui presidente aveva chiesto il parere del popolo per nazionalizzare alcune banche e far pagare a loro alcuni costi) vanno incontro al fallimento o al cambio di governo (tipo la Spagna dove Zapatero è stato fatto dimettere a seguito di una crisi economica finanziata e orchestrata da loro).

Inoltre queste organizzazioni fanno di tutto perchè i loro scopi occulti non vengano alla luce, pagando giornalisti e organi di informazione nonchè semplici blogger per controbattere e mettere in ridicolo chiunque porti alla luce queste tesi, ma per i loro fini arrivano ad orchestrare cose ben peggiori…… qualcuno di voi penserà subito all’attacco alle Torri Gemelle, ma ci sono fatti più antichi e altrettanto disastrosi.

Sapete come é nata all’inizio la Federal Reserve americana?
Nel 1910 alcuni tra gli uomini più ricchi del mondo si incontrano sull’isola di Jekyll per discutere della fondazione della Federal Reserve americana, all’incontro partecipano Nelson Aldrich e Frank Valderclip che rappresentarono l’impero finanziario dei Rockefeller, Henry Davidson, Charles Norton in rappresentanza di JP Morgan, il rappresentante dei Rothschilds (che ricordiamo essere anche agenti bancari del Vaticano in quanto gestirono la ricchezza della Chiesa Cattolica….. ovviamente la Chiesa, attraverso il suo braccio operativo, i gesuiti, volevano fortemente una banca centrale negli USA, allo scopo d’avere un bacino senza fondo dove poter attingere denaro per le molte guerre e gli altri loro schemi orribili in tutto il mondo).
Il loro scopo è duplice, far si che la loro idea di istituto sia accettata e sopratutto avere voce in capitolo sulla produzione di ricchezza che tale istituto avrebbe garantito (fino a quel momento i redditi da signoraggio erano praticamente nulli essendo gli stati che stampavano moneta attraverso strutture pubbliche).
La prima guerra mondiale è alle porte, i segni visibili ovunque.
Una guerra richiede grandi quantità di denaro, denaro per i quali gli stati si indebiteranno.
Questo gruppo (precursore del Gruppo Bilderberg) vuole avere in mano le leve della ricchezza così da poter guadagnare sulla tragedia che sta per sconvolgere l’Europa.

A quel tempo tre ricchissime personalità si opponevano alla creazione della Federal Reserve come oggi la conosciamo Astor, Guggenheim e Straus.
E qui incominciano alcune coicidenze inquietanti.
Questi tre uomini erano tutti presenti al viaggio inaugurale del Titanic, che, guardacaso era stato costruito dalla White Star Line, una società di trasporto marittimo internazionale che aveva stretti legami con i Morgan.
Il capitano Smith stesso era stato un gesuita, che aveva lasciato il convento prima di prendere i voti.
Stavano andando in America per proporre il loro progetto alternativo, progetto che vedeva la FED come organo propriamente statale e non privato.
Ovviamente nessuno di loro scampò al più discusso naufragio della storia.
Nel 1912 il Titanic si inabissa, nel 1913 la Federal Reserve viene creata con lo statuto che conserva tutt’ora.

Nel 1914 un fanatico esaltato spara al duca Ferdinando in circostanze molto poco chiare (pare fosse un affiliato ai servizi segreti serbi, finanziati dal governo britannico per destabilizzare l’area), dando inizio alla Prima Guerra Mondiale.

Mi spiace aver scritto così tanto ma sono sicura che apprezzerete finalmente questi fatti, invece di tenere in considerazione acriticamente ciò che questi super-potenti vogliono farvi credere.
Speravo di vedere commenti diversi nell’articolo che ho citato in precedenza, soprattutto mi é dispiaciuto un casino vedere il comporamento che alcuni ”sapientoni” hanno tenuto nei confronti di alcuni utenti che invece cercavano di suggerire opinioni diverse in modo coerente!!!!
Da dei nerd speravo che la curiosità verso ciò che non quadra in tutta la faccenda avesse avuto il sopravvento, un pò come Neo in Matrix che scopre tutta la verità e che poi si ribella al modello imposto, spero che questo mio articolo possa spingervi a farlo in qualche modo…

Aree Tematiche
Cultura Politica
Tag
mercoledì 11 aprile 2012 - 12:31
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd