Quintetto
2

Ci sono dei pesci che nessuno riesce a catturare. Non è che sono più veloci o forti di altri pesci. È solo che sembrano sfiorati da una particolare grazia.

Quintetto

Cinque pesci fluttuano in verticale dentro cinque vasche dando vita ad una continua successione musicale in base alla propria posizione dentro l’acquario; ad ogni pesce corrisponde uno “strumento musicale”, dando vita a un vero e proprio concerto sub-live.

Non c’è bisogno di nessun corso di musica per pesci, ma di un’installazione basata sullo studio di eventi casuali, tradotti successivamente in entità espressive differenti, chiamata “Quintetto

L’idea progettuale di base è quella di creare o in qualche modo di rivelare quelli che possono essere definiti “concerti nascosti”, dando voce a input apparentemente banali ed invisibili della vita quotidiana.

Il movimento dei cinque pesciolini rossi negli appositi acquari e’ rilevato da una videocamera che, attraverso un computer, fa corrispondere ai loro spostamenti dei segnali sonori digitali: in questo modo, qualunque evento naturale può corrispondere a un mini-concerto, come le spore che si posano sul terreno e le foglie che cedendo dagli alberi e si adagiano al suolo.

Alcuni di questi eventi hanno un impatto uditivo-musicale, mentre altri possono solamente darne una vaga impressione astratta.

Osservando il mondo e gli infiniti eventi che lo compongono come forme pure, movimento, suoni e colori semplicemente come un dipinto, un video o un pezzo musicale, abbiamo focalizzato sui principi della casualità, spingendo l’attenzione sulle cause ed effetti del caos e del suo opposto, il controllo, prendendo i piu’ piccoli eventi e sottolineandone e la grandezza.

Quintetto vuole riportare alla luce la meraviglia infantile, ormai dimenticata, proponendo qualcosa di usuale, come un pesce rosso nella sua vasca per mostrarne le magie.

Le reazioni inaspettate del pesce rosso che nuota lentamente per poi d’improvviso cambiare direzione e velocità e’ intrigante, abbiamo osservato molto il comportamento del quintetto, posizionati l’uno accanto all’altro ognuno nella propria teca, spettatori di incredibili situazioni disegnate esclusivamente dal caso, i cinque pesci si posizionano nello spazio creando una linea retta, diagonali perfette, triangoli o semplicemente costellazioni fuori controllo e, simultaneamente , ognuno artefice della propria partitura musicale ed in scala piu’ ampia, compositori dell’intero “concerto”.

La caratteristica principale di quintetto è la casualità, per questo motivo, i suoni generati in base alla posizione che i pesci rossi decidono di prendere, possono essere meravigliosi e rilassanti, oppure disarmonici e fastidiosi.

Caratteristiche tecniche

L’installazione è di 4m x 4m, i 5 serbatoi sono posizionati a pochi cm gli uni dagli altri

hardware:

5 serbatoi in pvc 30 centimetri x 6cm x 100cm
5 pesci rossi
1 macbook pro
1 Arduino 10000
1 telecamera a raggi infrarossi
1 treppiede per videocamera
3m striscia LED
1 coppia di preamplificato speackers audio | cavo minijack
1 cavo firewire

software:

Isadora 1.2.9.9
Ableton Live 6.0.7

Crediti

Sound design | Fabio Sestili
Electronics | Pixelorchestra
Production | Quiet ensemble | Aesop studio

Vincitore Premio Installazione, Scultura & Performance (Premio Celeste 2010)sito ufficiale

Aree Tematiche
Arte Creatività Grafica & Design
Tag
domenica 22 gennaio 2012 - 11:32
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd