Vuoi un grissino? Storia di un trolling involontario

2
13 Ottobre 2011

Era stata una bella giornata (se non fosse per i postumi del vino). Quella che l’aveva preceduta era stata una giornata ancora migliore (se non fosse per la dinner toscana). Le due autovetture erano così composte: la prima, pilotata da @Allegra, conteneva (ebbene sì, riusciva a conterli tutti): @Giumini, @Taldeital e @Goblin. Quella in cui ero io conteneva @Ziojama (alla guida), @Ziocrio, @Tolteko e @Luna.

Poco dopo aver smesso di ridere per questa foto…

…arriviamo ad un autogrill senza con infamia e senza lode e cerchiamo qualcosa da mangiare. Il mio stomaco era ancora contrario all’introduzione di cibo, eppure il caldo e la mia bocca agognavano qualcosa di buono. Siccome non era presente Ambrogio, optai per un sano e fanciullesco cucciolone (che tristi le nuove barzellette) e lo mandai giù per la gioia delle mie papille gustative e con il disgusto del mio stomaco. Non ricordo esattamente cosa mangiassero gli altri, se non due orrende coca-cole (sì cazzo, al plurale!) ZERO.

Dopo una vaga digressione sulla differenza idiota tra la coca-cola light, per donne, e la coca-cola zero, per uomini (che consiste praticamente nell’aver diminuito la presenza di aspartame da 1.0 grammi a 0.7 grammi) la nostra reginetta nota che non avevo praticamente mangiato nulla e mi allunga il suo “bidone” di grissini (sì, aveva più o meno quelle dimensioni):

“Ne vuoi uno?”, mi chiede.

Ascolto la mia pancia, ascolto la mia lingua, e do ragione alla seconda: “Sì grazie”

Allungo la mano e ne prendo uno. Ne mozzico un’estremità e sento che ha un sapore strano, quasi di sigaretta. Decido che quel gusto non fa per me e lo appoggio sul tavolo a fianco, avendo cura di non far notare la mia manovra evasiva (dopotutto mi aveva offerto una parte del suo cibo, che mostro sarei stato a dirgli che non mi piaceva?).

Dopo 42 secondi Goblin rivolge la sua attenzione sulla confezione di grissini e si concentra sull’etichetta: “Allo speck” dice ad alta voce.

Silenzio.

Poi un’esplosione: BWUAHUHA!!!

Grasse risate di tutti i presenti, che si possono riassumere così:

Allegra: AHAHAHAHAHAH
Luna: AHAHAHAHAHAHAH
Danilo: AHAHAHAHAHAHA
Alessandro: AHAHAHAHAHAH
Andrea: AHAHAHAHAHAHA
Stefano: AHAHAHAHAHAHA
Giuseppe: AHAHAHAHAHAH

Cercando di farmi sentire le sue parole tra il vociare rapsodico e schizoide di tutti gli altri commensali il buon Giancarlo mi dice: “Non volevo, scusa”.

Sembrava sincero.

Da allora nella mia mente ronza una e una sola domanda: “Mi ha trollato di proposito o è semplicemente l’uomo sbagliato al posto sbagliato in ogni momento l’uomo giusto al momento giusto?”

La verità è sepolta dentro di lui.

E il sibillino Giumini non rivela mai l’essenza delle cose, ma (come gli oracoli) rivela solo quello che ritiene necessario.

Non saprò mai la verità.

Mostra Approfondimento ∨

Aree Tematiche
Cazzate
Tag
giovedì 13 ottobre 2011 - 8:49
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd