LNStory: L'alba della Lega

Per dare il via alle celebrazioni del secondo anniversario della nascita di Leganerd, imbarchiamoci in un revival degli articoli della Lega.

La missione: leggere la Lega da zero. Si, proprio così catzo: un niubbo va ad affrontare i periodi più bui del miglior social network italiano del 2011 (si, per quanto riguarda i premi seri è :ln: ) fino ad arrivare ai giorni nostri (see, contateci che ci arriverò, 250 pagine in più di una settimana e siamo ad un decimo :D).
Scopo: dare una lettura ‘storica’ della Lega tramite gli articoli che sembrano più interessanti a giudizio di @sabas (auto-menzione, achievement unlocked). Lo stile di scrittura non sarà certo quello di Valerio Massimo Manfredi, anzi, da una rilettura mi sono sembrato più Martin Greenberg nelle introduzioni storiche a “Le Grandi Storie Della Fantascienza” (mi inizio a giustificare per la selva di link che sto postando con una scusa pseudo-acculturata va).

In questa puntata andremo a dare una occhiata a quando la Lega era un club di “pochi” eletti, dalla Fondazione (si, con la effe maiuscola, siamo Fighi noi) del 27 Settembre 2009 fino al 22 Marzo 2010, giorno in cui vengono aperti i battenti al popolino lurkatore che stava bramando inviti da diverso tempo.
Notiamo già una certa rassomiglianza con la politica di Google nella gestione del prodotto Gmail, infatti alla corsa all’invito della ‘closed beta’ si è passati con la versione 6 alla Beta permanente.
Una ultima nota sulla Fondazione con la F maiuscola, spero che questi intenti Enciclopedici non siano inutili, non sono uno Psicostorico ergo non mi pronunzio.

L’inizio


Ovviamente non si può non iniziare senza pingare i primi due articoli, il primerrimo (“Una specie di Twitter” è già nel Baloon?), meta di pellegrinaggio costante, e il secondo che cita un noto gruppo politico che ha storpiato il nostro nome.

All’inizio, dicevamo, la Lega era un club per pochi, su invito calato dall’Alto, dove erano più importanti “le discussioni che scaturivano da un post che il post stesso”. Pertanto si trovano cose che se pubblicate di questi tempi scatenerebbero flames e grammarnazi a strafottere (a proposito, dei :gn: non ho trovato traccia in questo primo periodo):
-post à la status update tipo questo, che per inciso è il primo post non del capo, e questo che ci notifica anche la posizione come se fossimo Foursquare;
-monoparola! Bazinga! il quale grazie alla necrofilia al turismo è il primo post a superare i 100 commenti;
-addirittura senza titolo, roba da folli.

Ma ci salviamo in corner per un primo articolo semi-editoriale su Google.
Meanwhile il Capo installa sul server della Lega il nostro Bot, @Zed che si prodiga a cercare di dare una identità ai nerdoli con un post sulle letture consigliate, uno sulle leggi da seguire (reblog da Wired, cosa da inserire tra le pazzie permesse all’epoca), uno sulle unità di misura (again reblog) e un quizzone.

Conclude l’anno della selezione il primo post in cui il capo cita il prodotto sul quale sta lavorando, ovvero il gioco di corse Victory. Lo fa qui e per un pelo rientra cronologicamente nella selezione di oggi anche qui.

Gennaio 2010


L’anno nuovo porta con se la seconda main release del blog, quello che potrebbe essere considerato ad honorem il primo editoriale di itomi e la prima rubrica, P&T Sounds, che propone un articolo su Max Tundra. Darei la Nerdata Totale a questo DIY fatto da un utente.

A gennaio nasce il Bazinga (recentemente rispolverato) insieme all’About e alla pagina Autori e al Baloon nella sua prima iterazione, un sottotitolo. La settimana dopo invece esce la guida autori.
Nel contempo esce una recensione di Avatar (il 3D non aveva ancora rotto pienamente il catzo) e sempre itomi pubblica un articolo taggandolo Nerd Tourist Guide, tag a mio parere potrebbe essere ripreso per una rubrica sui luoghi in cui viviamo e/o che abbiamo visitato.

Febbraio 2010


A febbraio iniziano a comparire i FUUUU che abbiamo ripreso in questa gallery a mò di prequel.
Interessante la breve riflessione sul gatto imburrato, si trova anche un monumento al fail del Merd, il quale farà l’esordio ufficiale dieci giorni dopo.
Nascono shop (e il primo unboxing avviene 5 giorni dopo) e forum (che era sincronizzato col blog, roba da fantascienza). A San Valentino i nerd si chiedono quanto stanno su Leganerd, invece di uscire con la morosa che non hanno. Compare per la prima volta la Nerdata Totale considerato come un premio (non siamo ancora ai livelli di Legonerd).
Il 19 Febbraio esce la terza main release della Lega, il 23 ci sono 4000 fan su Feisbuc; il capo diventa una carta di Magic da usare durante i picchi di carico del server. Se è tempo di chiedersi da dove catzo è uscita tutta la ggente che gira per il sito, vuol dire che stiamo iniziando ad essere famosi: se qualcuno parla della Lega sul suo blog, qualcun’altro ha la possibilità di diventar famoso tramite Leganerd.
L'esperienza dell’inno della Lega è un punto di rottura (di palle) visto che ad ogni accesso parte “You are a pirate”, puntualmente qualcuno si rompe (o qualcun’altro pensa a improbabili crucchi che assaltano Firefox) e viene chiesto se bisogna tenerla o no. Vince il no.
Infine gli ultimi eventi di Febbraio:
-il capo assurge a Lord Spammer con il millesimo post;
-sempre itomi pone le basi di quello che diverrà LN Comics con la prima e la seconda puntata di Superpigro, dopodichè da buon pigro non si concede il rinnovo;
-@code2 tenta una rubrica-gioco poi abbandonata;
-il merd @robyrani fa il suo debutto ’cinematografico';

Marzo 2010


A Marzo nasce una nuova rubrica, ICCL, sempre opera di code2, con la recensione di Codice Genesi, e il primo comic arrivato ai nostri giorni, Faccia di Nerd (primo episodio), creato da robyrani, il quale in seguito si mostra nelle sue crisi d’astinenza da liveblog. Compare la figura dell'editor e il Baloon, nonchè il misterioso sistema di livelli per gli autori. La Lega fa la prima migrazione e viene promosso l’acquisto sullo shop tramite un concorso con in palio un NES, chi vince lo vedremo in un’altra puntata.
E infine il 22 Marzo inizia un’altra storia: tutti possono iscriversi sulla Lega, inizia la conquista del mondo.

Qualche domanda ad itomi


Chiudiamo l’articolo con una intervista sugli argomenti trattati in questa puntata e sulla storia iniziale della Lega, con domande che richiamano concetti probabilmente non chiari per i nuovi iscritti.

Perchè è nata Lega Nerd? Cos’era nelle tue intenzioni iniziali?

Creare un live blog per me e i miei amici su internet accessibile in qualunque momento, in cui discutere di tecnologia, design, videogames e, in generale di tutto quello che mi interessa.
Avevo appena scoperto il nuovo tema per WordPress “P2” che permetteva la creazione di esattamente quello che volevo fare… L’ho installato e via.

Quando è nata Lega Nerd? Come è nato il nome?

Il primo post è del 27 ottobre 2009. Il nome è stato cagato da Lorenzo “Q” Griffi che ha aveva poco prima creato un’immagine sul suo Flickr con un’elaborazione del logo della Lega Nord e “Lega Nerd” sotto… fantastico.

Eccolo: http://www.flickr.com/photos/mascarpone/2436162977

Il logo della Lega Nord modificato non mi faceva impazzire, troppo legato alla politica, ma il nome era veramente geniale e così ho chiesto a Lorenzo se potevo usarlo per un mio progetto di blog che stavo per lanciare… il resto lo sapete.

Perchè era a ‘numero chiuso’?

Beh inizialmente dovevo trovare un’idea per convincere un po’ di autori a scrivere sul blog. Prima ho invitato come dicevo i miei amici online, diciamo che sono un po’ una puttana dell’ambiente e ho portato dentro chi conoscevo meglio… poi mi è venuta l’idea di spedire un invito a nerd / blogger che non conoscevo, ma che ritenevo perfetti per il blog.

In pratica ho spedito a questi blogger un invito personalizzato in cui dicevo che erano stati selezionati per diventare autori di “Lega Nerd”… mi spiace che non ho più l’originale da nessuna parte, me lo sono perso, magari salta fuori nei commenti qua sotto, faceva ridere :)

Incluso nell’invito c’era un codice da utilizzare per potersi registrare: il sito era aperto unicamente a chi aveva quel codice, quindi questo gli dava una certa “importanza”… insomma, il vecchio trucco del “chiudilo per farlo diventare figo”.

Molti dei primi autori hanno iniziato a scrivere così, altri semplicemente ne hanno parlato nei loro blog, cosa comunque più che gradita… per esempio ricordo che parlò di noi niente meno che il Mantellini: http://www.mantellini.it/?p=7273.

Poi da li è stato tutto un susseguirsi di esperimenti miei di marketing vecchio e nuovo, ho lavorato un casino su Facebook, sull’utenza e sulla costruzione della community, per me Lega Nerd è una palestra continua, questo è il mio lavoro da sempre.

Che relazione c’è con Incauto Acquisto?

Incauto è un progetto nato per scherzo un anno prima di LN, dove postavo recensioni e racconti di acquisti miei e di amici… si è sviluppato molto, ma sul più bello è arrivata LN e ha portato via tutto il mio tempo per ovvi motivi… alla fine i due progetti sono poco integrati, dovrei fare di più, lo so.

Quando hai aperto i cancelli?

Ho sempre voluto mantenere quell’aura di “figosità” sugli autori di LN, diventare autore doveva essere percepito come un mega premio ed è stato così fino al maggio scorso quando abbiamo introdotto la possibilità per tutti di provare a proporre un articolo per il sito.

Gli autori sono comunque dei fighi, visto che pubblicano direttamente senza passare per gli editor, ma in questa maniera abbiamo dato la possibilità a tanti di uscire allo scoperto… prima fondamentalmente ero io che facevo da “talent scout” tra gli utenti e non per trovare qualcuno potenzialmente bravo a scrivere.

Le registrazioni sul sito sono state aperte a marzo del 2010, cinque mesi dopo l’apertura del sito era ora di allargare un po’ la base di utenza registrata, consentendo solo a chi è registrato di commentare e di vedere i post NSFW… ideina che ci ha portato un sacco di registrati in poco tempo, le tette vincono sempre.

Hai raggiunto i mille post quattro mesi e un giorno dopo l’apertura, spammando pubblicando vignette di 9gag, di xkcd e cazzate varie, non ti vergogni che effetto hai ottenuto?

Beh inizialmente era una giungla, ci interessavano più le discussioni che scaturivano da un post che il post stesso, solo più tardi ho deciso di cambiare la linea editoriale e di richiedere agli autori più serietà e un taglio più alla “wikipedia dei poveri”. Quello che ho notato fin da subito è che il nostro pubblico era molto interessato alle curiosità, al “lo sapevate che” di turno e che soprattutto i nostri autori, in quanto nerd, erano dei mega esperti di argomenti assurdi.. le due cose andavano a nozze e il risultato è la Lega Nerd che leggiamo oggi.

La cosa più bella è che è comunque rimasto il valore anche nei commenti: abbiamo un livello altissimo nei nostri commenti, numerosi e di grande pertinenza: spesso chi commenta non fa altro che integrare le informazioni contenute nell’articolo, oppure commentano persone nominate nell’articolo stesso, o esperti che ne sanno ancora di più di chi ha scritto l’articolo.

Inizialmente le varie minchiate, meme e compagnia ci hanno aiutato molto ad aumentare il traffico perché siamo stati tra i primissimi blog ad integrarci con una pagina Facebook dedicata in cui scaricavamo tutti i nostri contenuti in tempo reale e macinavamo fan in quantità… ancora oggi buona parte del nostro traffico arriva da Facebook, abbiamo più di 27.000 fan!

Quando hai deciso di mettere delle regole? In particolare, a quando risale la Guida Autori? L’uploader, quando l’hai messo su e perché?

All’inizio ho guardato come girava la questione e sono rimasto in disparte, cercando di partecipare come un utente qualsiasi, ma ben presto mi è stato chiarissimo che la democrazia in una comunità online in forte crescita non funziona. L’Itomicrazia funziona.

Ho sempre imposto le mie scelte, giuste o sbagliate che fossero, avere un riferimento unico ha sveltito enormemente la nostra crescita, sia in termini numerici che di funzionalità aggiunte.

Inizialmente era un one man show: facevo tutto da solo su un hosting del cazzo, poi siamo cresciuti tanto che ho dovuto chiedere aiuto e li è arrivato il mitico @eagle1 a darmi una grossa mano, ha salvato il sito più e più volte.. io faccio il designer e sono un esperto di marketing e comunità di rete, il programmatore lo faccio per hobby e i risultati si son visti subito non appena abbiamo superato la soglia del blog del cazzo e ci siamo avventurati nella fascia dei blog seguiti.

@eagle1 mi ha aiutato insieme ad altri (@matita, @elmook) a migliorare il form per l’invio di articoli e a creare l’uploader, fondamentale: prima linkavamo ad immagini esterne che potevano sparire e che non erano certo l’ideale per le performance del sito.

La Guida Autori è nata dalla necessità di regolare tutta la baracca e di imporre delle regole che potessero poi essere ripescate nel caso da me e dagli editor, figura nata dopo l’arrivo della Guida.

Mondo Nerd. Quando, come e perché è nato? Soprattutto, quando rimetti sotto Alberto che vogliamo nuovi podcast?

Mondo Nerd è un progetto di Alberto Macaluso e Giacomo Lucarini nato un mese prima di Lega Nerd, ci siamo squadrati per un bel po’ e alla fine ci siamo conosciuti e piaciuti.

Noi siamo cresciuti molto in fretta e dopo un anno mi sono potuto permettere di proporgli fondamentalmente di fonderci in un unico sito, con loro che sono diventati il nostro podcast ufficiale: a loro stava bene per la visibilità maggiore che gli portavamo e noi ci siamo guadagnati un super contenuto. Win – Win.

Finite le prime due stagioni, Alberto e Giacomo stanno ora lavorando alla terza stagione che porterà delle enormi novità che non voglio rivelare ora, dico solo che sarà molto più di un podcast!

“You are a pirate” inno di Lega Nerd, ok, ci sta, ma perché metterlo come sottofondo?

Per farlo diventare il nostro inno ho scelto di imporlo a tutti con la forza: per mesi è rimasto in play all’apertura del sito, forzatamente. La cosa ha generato un feedback pazzesco, un sacco di situazioni assurde e in generale è entrato nella nostra storia. Un semplice post con la canzoncina non avrebbe mai sortito lo stesso effetto.

Lo shop di Lega Nerd, quando hai deciso di buttare su uno store online? E’ vero che ti ha reso fottutamente ricco? Dov’è la Gallardo?

Il nostro shop serve unicamente a portare in giro il nostro brand nella real life, i margini di Spreadshirt sono ridicoli e le vendite anche, non mi sono mai arricchito purtroppo, ma mi fa sempre molto ridere quando mi immaginate a bordo di una gallardo verde. :D

Il concorso di Lega Nerd (per ora l’unico), ti manca il NES?

Ne avevo tre di NES e in quel periodo stavo cercando qualcosa da regalare… ora ne ho “solo” due. Quel concorso è stato una delle nostre prime vere iniziative come community, è molto importante nella nostra storia e ha contribuito a creare la Lega Nerd di oggi.

http://www.libreidee.org/2010/02/dieci-buoni-motivi-per-scegliere-lega-nerd/: Si inizia presto a parlare della Lega, racconta un po’ come si è evoluta nei primi mesi.

L’evoluzione come dicevo è stata molto veloce, in parte perché avevamo un grande nome, in parte per tutte le mosse di marketing che ho messo in campo, in parte perché… abbiamo avuto culo, siamo partiti nel momento giusto, nel posto giusto, con le persone giuste.

Sono quelle situazioni ed elementi che capitano tutte assieme veramente di rado, Lega Nerd non è la prima community che metto in piedi, ma è sicuramente quella che ha avuto più successo. Il bagaglio che mi portavo dietro dalle esperienze precedenti mi ha aiutato moltissimo e sono molto contento (e fortunato) ad aver azzeccato il momento giusto al terzo tentativo.

La Pupa e il Secchione, che ci azzeccava la Lega?

Endemol mi ha contattato sei mesi dopo che avevo aperto il sito chiedendomi una mano per cercare “un nerd” per la nuova edizione di quella trasmissione… sarei stato un povero idiota a rifiutare, ho messo online un form che permetteva di inviare foto e descrizione, gli sono arrivati non più di quattro o cinque profili.

Pensavo fosse finita li e invece con mia grande sorpresa alla prima puntata ho scoperto, in diretta, che uno dei partecipanti era “Iscritto alla Lega Nerd”… gran regalo! quella settimana abbiamo fatto un picco di accessi mostruoso. Del resto non mi frega un cazzo, l’importante era fare crescere il sito.

Come funzionano i livelli degli autori?

Più posti, più aumenti di livello, il calcolo è segreto e nonostante vari legaioli matematici abbiano tentato di sviscerarlo non ci sono ancora riusciti… ;)

Cos’è il Nerd Club?

Un club segreto composto da alcuni dei primi utenti di Lega Nerd, di cui non posso parlare.

Ti ricordi di Superpigro?

Un mio esperimento di fumetto online, anche da li ho capito che primo non ero in grado di farlo e secondo dovevo trovare altri che lo facessero… in quel periodo eagle1 mi aveva suggerito di chiedere a certi autori di fumetti di pubblicare da noi e da li è nata l’idea di Lega Nerd Comics.

Adesso parliamo della Lega da un punto di vista tecnico, raccontaci dei temi grafici di questo periodo, delle novità introdotte (come il Baloon) e di come sono nate.

Il baloon è un pilastro della comunità, una delle idee migliori che mi sono venute per LN. Cambia ad ogni reload e propone frasi tratte da film, videogiochi, dalla vita di LN, ecc.. mi fa sempre molto ridere. Inizialmente non era un baloon, ma il sottotitolo del sito, c’era il logo orizzontale con sotto una scritta. Il primo sottotitolo è stato “Un blog Figherrimo” seguito da “Noi ce l’abbiamo Duron”… poi sono arrivati tutti gli altri, si alternavano a caso… poi ho messo tutto dentro un baloon e il resto lo sapete.

Graficamente LN si è evoluta un casino in due anni, siamo passati attraverso ben sei major release e un’infinita di release minori che hanno aggiunto e tolto feature alla velocità della luce, grazie o per colpa del mio vizio di sviluppare il sito direttamente live, infischiandomene di provare prima le cose o valutarle.

Questo approccio allo sviluppo del sito è, senza alcun dubbio, il nostro più grande pregio e contemporaneamente il nostro più grande difetto. Ancora oggi abbiamo svariati problemi di stabilità del codice dovuti al fatto che non ci possiamo permettere un programmatore full time e io mi barcameno con PHP, WordPress e Buddypress… e eagle1 bestemmia. :D

Infine, mi è parso di capire che il povero @eagle1 ti ha offerto i suoi servigi solo dopo un certo periodo. Che host usavi e perchè hai cambiato?

Siamo partiti da Bluehost.com perché lo usavo già per gli altri miei blog in wordpress. Bluehost è super economico e va benissimo se hai un blog personale, ma non ci è voluto molto a capire che non avrebbe mai retto un blog visitato e con i commenti live: mi hanno intimato di trovare un nuovo hosting.

Ho tirato fuori il portafoglio e ho preso l’ “hosting migliore del mondo” (secondo loro ovviamente) e cioè Media Temple… long story short facevamo talmente tanto traffico che non sono arrivato alla fine del primo mese.

E’ stata una telefonata ad Alberto Macaluso a salvarmi il culo: mi ha passato il contatto di un certo eagle1… :D ThirdEye FTW!

La mail d’invito a @morbo

Vedi di non girare questo invito al tuo amico sfigato di turno: probabilmente non è abbastanza sfigato per Lega Nerd e se TU hai ricevuto questo invito.. beh, ci sono buone probabilità che tu sia uno dei più grossi sfigati nerd d’Italia, congratulazioni.
Ciao e grazie, benvenuto nella famiglia.

itomi.

LNStory è la rubrica curata da @sabas che ripercorre i migliori post e i momenti storici di Leganerd.

Aree Tematiche
Lega Nerd Storia
Tag
martedì 11 ottobre 2011 - 18:39
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd