Painstation
2


La Painstation è un cabinato arcade molto speciale, si trova nel museo del videogioco di Berlino (se ne era parlato qui).
La particolarità di questo videogioco, ispirato a pong, è che ogni volta che l’avversario contro cui giocate segna un punto, voi verrete malmenati dalla macchina.
Si va da frustate sulle mani, a calore estremo sul palmo della mano.
Il control panel si compone di due parti per ogni giocatore, sulla parte destra si ha il trimmer per muovere la propria barretta nel gioco, mentre sulla parte sinistra si ha uno spazio a forma di griglia ovale dove va appoggiata la mano sinistra, quella che subirà le temibili pene.
Se la mano sinistra si stacca dalla griglia, si avrà automaticamente il game over.

Storia


Il sistema è stato creato nel 2001 da Tilman Reiff e Volker Morawe, due studenti dell’accademia dell’arte a Colonia.
L’anima della prima Painstation era un Macintosh G3, il software che girava su questa macchina e le punizioni inflitte furono programmate usando Macromedia Director e C++.
Piccola curiosità, su questa prima versione i primi 5 punteggi record furono settati appositamente altissimi, come detterrente per i giocatori che tentavano di batterli.
Un giocatore però riuscì, alla Games convention nel 2006 totalizzando 300 punti e stabilendosi al 2° posto, il nome che scelse da affiancare al record fu GOL.

Painstation 2.0


Iniziata la sua costruzione nel 2002 e ha subito numerose modifiche hardware e software.
Prima su tutte, le punizioni, il livello di dolore sarà regolabile e a scalare man mano che si gioca, si ha inoltre la possibilità di cambiare il cavo che vi frusta con qualcosa di più morbido e quindi meno doloroso.
I ragazzi hanno inoltre aggiunto due flash, uno per ogni giocatore, che stordiscono e disorientano l’avversario se si prendono determinati bonus nel gioco.
Sotto il comparto software, si sceglie di utilizzare un sistema Windows e di programmare il tutto tramite C++ e OpenGL.

Painstation 2.5


La nuova versione della Painstation è stata prodotta in 3 colori metallizzati, con un nuovo design che permette di trasportarla e di cambiare componenti difettosi più agevolmente.
Il livello delle punizioni può essere cambiato da 50 % fino a 150 %, inoltre è stato aggiunto un pulsante “I agree” che il giocatore deve premere prima di giocare, acconsentendo in questo modo alle percosse che riceverà.
Come ultimo benefit sono state aggiunte due ventole che servono a raffreddare il sistema, e con prendendo certi bonus nel gioco a raffredare le mani infuocate dei giocatori.
Sotto spoiler un video della Painstation in azione.
Spoiler

Sito ufficiale

Lucaman89

Giovane nerd con acciacchi di un ottantenne che se la spassa con i retrogames che non ha vissuto nella sua infanzia. Sempre alla ricerca di incauti da fare, la sua carta di credito ringrazia copiosamente dopo essere stata sfregata ben bene.
Aree Tematiche
Creatività Idee Videogames
Tag
mercoledì 1 giugno 2011 - 23:37
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd