8bit, remade

10 anni fa

Un nuovo algoritmo, sviluppato da Johannes Kopf di “Microsoft Research” e Dani Lischinski di “The Hebrew University”, analizza i pixel e aggiunge curve spline ai contorni delle immagini. Tecnicamente: l’algoritmo interpreta le connessioni tra i pixel e rimodella le cellule in modo da connettersi con i loro vicini circostanti nelle direzioni cardinali così come con i loro lati diagonali.

In sostanza, converte bordi quadrati e rimuove le scalettature visibili quando i pixel sono ingranditi (es. a pieno schermo). I risultati sono abbastanza buoni, lisci, morbidi, ma rispettano molto di più l’originale, e hanno un aspetto migliore dei tradizionali “smoothing” o del “motion blur” durante la riproduzione di un vecchio gioco su Xbox 360 o PS3.

Certo moltissimi software facevano questo gia da decenni (freehand, illustrator ma anche di più vecchi), ma questo algoritmo a detta dei ricercatori è specifico per le immagini a 8bit in movimento.
Naturalmente i risultati non sono perfetti, basta controllare il collo di Yoshi e Mario che sembra sia passato attraverso un frullatore Picasso.
I ricercatori dicono che il loro algoritmo è computazionalmente complesso, hanno aggiunto che, con qualche ottimizzazione, potrebbe essere integrato in un emulatore per giochi retrò di lusso in tempo reale.

Via Pcworld.com

Google Assistant, scovati tutti gli Easter Eggs
Google Assistant, scovati tutti gli Easter Eggs
Pixel Panties, la lingerie in 8bit
Pixel Panties, la lingerie in 8bit
Eternal Sunshine of the Spotless Mind - Cortometraggio 8 Bit
Eternal Sunshine of the Spotless Mind - Cortometraggio 8 Bit
Famicase 2015
Famicase 2015
Pixel Simpsons
Pixel Simpsons
Famicase 2014
Famicase 2014
8-Bit Movie Posters
8-Bit Movie Posters