Nba championship ring

4
30 Aprile 2011

One ring to rule them all

Il primo anello che venne dato per una vittoria in un campionato sportivo, fu quello assegnato ai campioni della NFL, nel 1922: i New York Giants. Da allora anche nei campionati degli altri sport, noi parliamo della Nba naturalmente, assieme alla “coppa” per la squadra (Larry O’Brien Trophy per il basket), si consegna un anello anche ai giocatori, ai tecnici e al proprietario della squadra.

Nella Nba, a oggi il giocatore con più anelli è il mitico Bill Russell, che negli anni ’60 giocava a Boston: 11 vittorie con 13 anni di Nba! Addirittura 9 dei 10 giocatori più titolati della Nba sono dei Celtics. Di questa lista che si ferma ai vincitori di 5 anelli, gli unici giocatori ancora in attività sono Kobe Bryant e il suo compagno di squadra Derek Fisher, appunto con 5 anelli.
Il peggior rapporto tra stagioni giocate e anelli vinti appartiene a Kareem Abdul-Jabbar, con ben 20 stagioni nella Nba e solo 6 vittorie.

E ci sono giocatori importanti della Nba, veri campioni, che sono entrati nella Hall of Fame e non hanno mai vinto un anello: parliamo di gente come Charles Barkley, Karl Malone, John Stockton, Elgin Baylor, Dominique Wilkins, Pat Ewing o Pete Maravich!

L'allenatore più vincente è Phil Jackson, con 11 titoli, sei con i Chicago Bulls di Michael Jordan, e cinque con i Los Angeles Lakers di Kobe Bryant. Poi Red Auerbach, coach di Boston negli anni ’60, con 9 titoli. Dietro di loro un baratro, che finisce con i 5 titoli di John Kundla (anni ’50 con i Minneapolis Lakers) e Pat Riley (lo Showtime anni ’80, sempre Lakers).
Phil Jackson è anche l’allenatore con il miglior rapporto vittorie/sconfitte e l’unico Hall of Famer ancora in attività.

L’anello dei Los Angeles Lakers vincenti dello scorso campionato (che vedete nell’immagine sotto il titolo) ha delle caratteristiche uniche: ogni anello ha incastonato un pezzo del pallone di gara 7 delle finali; ci sono due micro Larry O’Brien trophies ai lati della scritta “Lakers” ad indicare il “back to back” (due vittorie consecutive del titolo); 16 diamanti ad indicare i 16 titoli vinti dalla franchigia nella sua storia; ogni giocatore ha un anello personalizzato dal suo volto in bassorilievo su un lato dell’anello assieme al numero di maglia e al nome; l’altro lato ha inciso i risultati delle serie dei playoff e il risultato finale di gara 7 contro i Boston Celtics.

Vediamo invece le caratteristiche dell’anello dei Boston Celtics campioni nel 2008: un trifoglio, simbolo della franchigia, di smeraldi, circondato da 64 diamanti; su un lato dell’anello vi è la scritta “Banner 17”, come i 17 titoli della franchigia, il logo dei Celtics, il record vittorie – sconfitte della stagione, e la scritta “Ubuntu”, il mantra in lingua Zulu introdotto da coach Rivers (significa più o meno “Io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti”); sull’altro lato troviamo il nome del giocatore cui appartiene l’anello, il numero di maglia, il logo dei Celtics e della Nba e un piccolo Larry O’Brien Trophy con un diamante al posto del pallone; infine, all’interno dell’anello c’è la firma di Red Auerbach, storico allenatore, GM e presidente dei Boston Celtics.

Adesso che siamo nel vivo dei playoff, aspettiamo di vedere il prossimo vincitore e il prossimo anello!

Ah, se vedete qualche foto su internet di un certo Justin Bieber con indosso l’anello dei Lakers, non preoccupatevi, gli è stato prestato da Phil Jackson grazie all’intercessione della fidanzata del coach, Jeanie Buss, figlia del proprietario dei Lakers ed ex playmate.

Nella gallery (che Itomi mi assista!) trovate un po’ di anelli, enjoy e non perdete le prossime puntate di MBLP!

[MBLP]: rubrica a cura di @saril e @parano1dz che vi porta nel fantastico mondo del basket!

Aree Tematiche
Grafica & Design Sport
Tag
sabato 30 aprile 2011 - 17:10
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd