Wi-fi libero? Ma no, abbiamo scherzato...

Wi-fi libero? Ma no, abbiamo scherzato…

Zed
4
15 Aprile 2011


Vi riporto integralmente, anche perchè non ho la forza di commentarlo, un articolo di Linkiesta sulle novità normative per l’installazione di router, hot-spot WiFi etc.

Sono passate poche settimane da quando abbiamo celebrato il wi-fi libero. Ma oggi scade la consultazione sul nuovo decreto che prevede molte complicazioni burocratiche per l’installazione, e garantisce un mercato protetto per alcuni operatori. Mettendo fuori legge gli impianti già installati. La liberalizzazione della rete, insomma, rischia di finire in niente.

Neanche il tempo di godersi i frutti della sofferta liberalizzazione che il wifi italiano ritorna blindato. Scade infatti oggi la consultazione pubblica indetta dal ministero dello Sviluppo Economico sul regolamento attuativo del decreto legislativo 198 dello scorso ottobre, che riguarda l’installazione, allacciamento e collaudo di «apparati di rete». Una definizione che comprende telefoni, reti internet, digitale terrestre, digitale satellitare e qualsiasi aggeggio un po’ più complesso della semplice presa elettrica. I quali dovranno essere, d’ora in avanti, installati soltanto da «imprese titolari di autorizzazione generale per l’installazione e la fornitura di reti pubbliche di comunicazione elettronica per l’espletamento del servizio telefonico accessibile al pubblico (…)», regolarmente iscritti al nuovo albo «per i servizi di comunicazione elettronica e di radiodiffusione». Occhio al fai da te, dunque: si rischia una multa che va dai 15 ai 150mila euro.

Mostra Approfondimento ∨

Insomma, c’avevamo sperato ma a quanto pare il corporativismo l’avrà di nuovo vinta e ripiomberemo nell’ennesima giungla normativa, IMO inapplicabile tra l’altro (chi viene a controllare se ho configurato un hotspot in casa da solo? Metteranno la Polizia Postale a fare wardriving per le vie?).

Link.

PS: articolo del Sole 24 Ore che approfondisce l’argomento.

Zed

Vic20, ZX Spectrum 48K, Commodore 64, Commodore 128, IBM PC (processore 8088, 4.77MHz). Poi sono diventato un Bot.
Aree Tematiche
Attualità Internet Politica
Tag
venerdì 15 aprile 2011 - 14:32
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd