Pluto-kun: spot animato giapponese pro-nucleare

11 anni fa

(Articolo tradotto da PinkTentacle)

Durante i primi anni ’90, la Corporazione per lo Sviluppo dell’Energia e del Combustibile Nucleari (PNC) – un’organizzazione per la ricerca sull’energia nucleare che fa ora parte dell’Agenzia Giapponese per l’Energia Atomica (JAEA) – creò un corto animato pro-nucleare intitolato “Pluto-kun, il nostro amico fidato”. Lo scopo del filmato, che vede la partecipazione della mascotte Pluto-kun, era di dissipare taluni timori attorno al plutonio. In approfondimento un breve sommario.

[more][– 1:30]
Il video si apre con Pluto Kun mascherato da fantasma. Egli spiega come molti dei timori riguardo al plutonio derivano da pregiudizi o malintesi. Afferma che è un fatto infelice il dettaglio che il plutonio fosse usato in armi nucleari come quelle usate a Nagasaki. Ma lui odia la guerra! Lui ama lavorare per la pace. Aspira ad essere come la dinamite, il cui potere è stato usato per il beneficio dell’umanità.

[1:30]
Pluto-kun fornisce alcune basilari informazioni sul plutonio. Spiega come esso sia creato dall’uranio nei reattori nucleari. Aggiunge che è stato scoperto dallo scienziato statunitense Glenn T. Seaborg nel 1940, e che ha preso il nome dal pianeta nano Plutone.

[2:30]
Pregiudizio #1:
Plut-kun confuta il timore che criminali possano ottenere plutonio e costruire armi nucleari. Spiega le due ragioni per cui questo evento sia virtualmente impossibile: primo, le armi nucleari richiedo plutonio ad una purezza di almeno il 93%, mentre il plutonio dei reattori è puro solamente fino al 70%. Un alto livello tecnologico sarebbe necessario per produrre armi da tale plutonio. Secondo, in Giappone viene mantenuto un elevato livello di sicurezza riguardo al plutonio, rendendolo del tutto impossibile da rubare.

[4:00]
Pregiudizio #2:
Pluto-kun confuta il timore che il plutonio sia tossico e causi cancro.
Il pericolo che rappresenta per la salute umana deriva dalle radiazioni alfa da esso emesse. Siccome le radiazioni alfa sono relativamente deboli, non penetrano nella pelle, e il plutonio non è assorbito dal corpo se non a contatto diretto con la pelle stessa. Se entra nel flusso sanguigno (attraverso, per esempio, un taglio) non può essere rimosso facilmente dal corpo. Si accumula nei linfonodi per poi finire nelle ossa o nel fegato, dove continua ad emettere radiazioni alfa. Il plutonio può anche raggiungere le ossa o il fegato se viene inalato attraverso i polmoni. E’ importante non respirarlo o permettere che raggiunga il flusso sanguigno.

[6:00]
Nessuna morte causata da inalazione o ingestione da plutonio è mai stata documentata.

[7:00]
Pluto-kun spiega cosa potrebbe accadere se criminali rilasciassero plutonio nelle riserve idriche del Paese. Il plutonio è pesante e non si dissolve facilmente in acqua, quindi la maggior parte di esso si depositerebbe sul fondo. Persino nel caso di quotidiana ingestione di acqua contaminata da plutonio, la grande maggioranza di esso passerebbe semplicemente attraverso il sistema digerente senza essere assorbito dal corpo.

[7:30]
Pluto-kun suggerisce come i pericoli del plutonio siano spesso enfatizzati, facendolo sembrare più terrificante di quanto in realtà non sia. Spiega come molte persone associno il plutonio a radiazioni mortali e bombe atomiche, ed associa egli stesso questo concetto alla paura di spettri inesistenti.

[9:40]
Pluto-kun afferma di non essere affatto un mostro, e chiede di comprendere la sua vera natura. Finché l’Uomo lo userà pacificamente e con cautela, non vi sarà mai niente da temere. Fornirà una fonte infinita di energia per molto tempo a venire. E’ davvero un amico fidato.[/more]

via

Il mio primo viaggio a Tokyo
Il mio primo viaggio a Tokyo
Il parco a tema dello Studio Ghibli aprirà nel 2022: ecco i primi concept art
Il parco a tema dello Studio Ghibli aprirà nel 2022: ecco i primi concept art
Hokusai, sulle orme del Maestro a Roma
Hokusai, sulle orme del Maestro a Roma
Tatuaggi all'estero: la mia esperienza in Giappone
Tatuaggi all'estero: la mia esperienza in Giappone
Il mistero della sigla di Lamù
Il mistero della sigla di Lamù
Borrowed Time, il corto di due animatori Pixar
Borrowed Time, il corto di due animatori Pixar
Toyota, guida sicura e caffè gratis in Giappone
Toyota, guida sicura e caffè gratis in Giappone