La banca del tempo

27 Marzo 2011


La banca del tempo nasce nel 1992 a Parma, ma quella che ha aperto la strada a tutte le altre è quella di Sant’Arcangelo di Romagna; il principio su cui si fonda la banca del tempo è lo scambio, lo scambio di ore di sapere.
Quando ci si iscrive ad una banca del tempo si devono specificare le proprie abilità e conoscenze, sopratutto quelle che possono essere di aiuto ad altre persone.
Si viene dotati di un libretto degli assegni per poter “pagare” altri membri della banca del tempo di appartenenza che vi aiuteranno con le loro capacità e conoscenze quando ne avrete bisogno.
Ho scritto pagare tra virgolette, in quanto non c’è un vero e proprio scambio economico, ma uno scambio di ore anche non reciproco.
Per fare un esempio pratico:
A ha conoscenze informatiche
B ha conoscenze idrauliche
C è una brava baby sitter
A sistema il pc di B e ci impiega due ore, per cui A è a credito di due ore, mentre B è a debito di due ore.
C ha bisogno di un idraulico e chiede l’aiuto di B, dopo un’ora di lavoro a B rimane soltanto un’ora di debito, mentre C va in debito di un’ora.
Che cosa ne pensate? Qualcuno di voi è iscritto o ha un cuggino che ne fa parte?
Ulteriori informazioni

Aree Tematiche
Cultura Lavoro Real Life
Tag
domenica 27 Marzo 2011 - 23:47
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd