Sito Non Raggiungibile: la protesta aperta contro AGCOM

10 anni fa

Forse non tutti sanno che

l’Autorità Garante per le Comunicazioni sta introducendo una norma (Delibera 668/2010) che consente la chiusura arbitraria di un sito per motivi vari, senza previo passaggio presso la magistratura.

o almeno ciò è quanto sostengono Adiconsum, Altroconsumo, Assoprovider, Studio Legale Sarzana, Assonet, Agorà Digitale, che hanno creato le pagine di Sito non raggiungibile per sensibilizzare ogni utilizzatore di Internet al loro manifesto e alla petizione ad esso legata.
Perché, come sostenuto dalle stesse associazioni

”Se il diritto d’autore non sarà regolamentato in modo da garantire che anche nella sfera digitale ci sia il giusto equilibrio tra i diversi interessi presenti nella società, da strumento di emancipazione dei produttori di contenuti, esso diverrà inevitabilmente un sistema di controllo e censura pervasivo.”

Il Sito Non Raggiungibile e la sua petizione li trovate qui.

via Repubblica.it, Webnews.it (1 | 2)

Internet, la Cina apre una hotline per segnalare le critiche nei confronti del Partito Comunista
Internet, la Cina apre una hotline per segnalare le critiche nei confronti del Partito Comunista
Nomadland censurato in Cina per dei commenti passati di Chloé Zhao
Nomadland censurato in Cina per dei commenti passati di Chloé Zhao
Facebook, ora la battaglia per le news si sposta in Europa
Facebook, ora la battaglia per le news si sposta in Europa
Facebook sfida il regime militare che tiene sotto scacco la Birmania
Facebook sfida il regime militare che tiene sotto scacco la Birmania
Birmania, i manifestanti scendono per strada e i militari oscurano internet
Birmania, i manifestanti scendono per strada e i militari oscurano internet
Cosplay e Copyright: il governo giapponese attuerà nuove leggi?
Cosplay e Copyright: il governo giapponese attuerà nuove leggi?
La "santa" inquisizione nell'era di Facebook
La "santa" inquisizione nell'era di Facebook