VLC fuori dall’App Store

12 anni fa

È una notizia che non sorprende, perché divergenze erano già sorte tra uno dei creatori del media player open source e i responsabili dell’applicazione per iOS. E proprio questa vicenda sembra essere il peccato originale che precluderà all’app l’ospitalità nel giardino chiuso di App Store: uno degli sviluppatori del codice open source del software (e impiegato di Nokia), Rémi Denis-Courmont, aveva inviato a Apple una “notifica di infrazione di copyright”.

Il programmatore puntava il dito contro l’inadattabilità del DRM di Apple con la licenza GPL del codice VLC: pur essendo distribuita gratuitamente sullo store digitale, le ulteriori condizioni imposte dallo store di Cupertino non permetterebbero la libera condivisione e redistribuzione del software, rendendo (in generale) incompatibile GPL e EULA di App Store.
Insomma, dato il consueto atteggiamento precauzionale di Cupertino, la sua rimozione era scontata.
[…]

Una volta conclusasi la vicenda con la rimozione, come da lui voluto, egli stesso ha gettato dubbi sulla correlazione diretta tra la sua denuncia e l’epurazione: innanzitutto perché dalla sua richiesta sono passati ben due mesi (più del tempo necessario ad una tempestiva soluzione, quale imposta dal diritto d’autore statunitense); secondo perché, pur avendo comunicato per primo proprio a lui l’avvenuta rimozione, Cupertino non ha dato alcuna spiegazione ulteriore della scelta; terzo perché “già quattro anni fa Apple aveva rimosso VLC dal vecchio Mac Store per computer”; infine, perché Apple avrebbe – a suo avviso – potuto considerare la licenza GPL legata a VLC prevalente sulle EULA del suo store (magari con una loro conseguente modifica), risolvendo in modo alternativo lo questione.

Chi lo ha già scaricato non dovrebbe avere problemi…

Via Punto Informatico | Image: Wired.com

iOS 16: l'indicatore della batteria migliorerà nel 16.1
iOS 16: l'indicatore della batteria migliorerà nel 16.1
iOS 14.7 è arrivato, scopriamo tutte le novità
iOS 14.7 è arrivato, scopriamo tutte le novità
iOS 15: parte la beta del nuovo aggiornamento di Apple
iOS 15: parte la beta del nuovo aggiornamento di Apple
App Store: Apple aveva preso in considerazione di abbassare le commissioni già nel 2011
App Store: Apple aveva preso in considerazione di abbassare le commissioni già nel 2011
App Store: più di 10.000 app si sono già adeguate alle nuove policy di Apple
App Store: più di 10.000 app si sono già adeguate alle nuove policy di Apple
App Store, l'antitrust europea sarebbe pronta a muoversi contro Apple
App Store, l'antitrust europea sarebbe pronta a muoversi contro Apple
Discord, salvare i meme di Twitter non è mai stato così facile
Discord, salvare i meme di Twitter non è mai stato così facile