Recensione di Apocalypse: La Seconda Guerra Mondiale #LegaNerd
di
itomi itomi
3

Vi avevo già parlato di Apocalypse, il nuovissimo documentario sulla Seconda Guerra Mondiale prodotto in Francia da France 2 per una spesona totale di ben 8 milioni di euro, in co-produzione anche con Discovery Channel.

Che ci hanno fatto con tutti quei soldi? i suoi creatori (Danielle Costelle, Isabelle Clarke, Jean-Louis Guillaud e Henri de Turenne) hanno passato letteralmente anni a spulciare centinaia e centinaia di ore di filmati amatoriali inediti girati direttamente sul campo da corrispondenti, partigiani, soldati, spie, privati cittadini.

Una volta finita la selezione è stato deciso di utilizzare per le 5 ore e mezza del documentario (diviso in 6 puntate) unicamente questo incredibile materiale inedito, rappresentando per la prima volta tutta la guerra da un punto di visto nuovo, mai visto prima.

I creatori di Apocalypse non solo volevano darci un nuovo punto di vista, più diretto e “reale”, ma anche restituire il colore a quelle immagini indelebilmente segnate dal bianco e nero.

Hanno quindi proceduto a colorare tutti i filmati inediti precedentemente selezionati (salvo quelli già a colori e tutti i filmati dedicati all’olocausto, volutamente lasciati in bianco e nero) con una nuova tecnica di colorazione molto accurata che rende il tutto ancora più reale ai nostri occhi di osservatori.

Il risultato finale è un documentario assolutamente inedito per gli occhi degli appassionati: quando pensiamo alla Seconda Guerra Mondiale ci vengono subito in mente i soliti filmati dell’istituto Luce, sempre gli stessi, in bianco e nero.

Apocalypse al contrario ci presenta una guerra nuova, fatta di piccoli dettagli, di inquadrature a spalla, di un dinamismo inaspettato: la guerra vera, sporca, sudicia, senza pietà, devastante, orribile.

Il documentario come detto è diviso in 6 puntate da poco meno di un’ora ciascuna e copre tutta la seconda guerra mondiale, dalla presa dell’Austria alla caduta di Berlino.

La narrazione è ottima, non solo tecnicamente, ma in primis nei contenuti: il racconto è sempre molto chiaro e giustamente conciso, vengono coperti praticamente tutti i più famosi e importanti episodi della Seconda Guerra Mondiale, aggiungendo spiegazioni, collegamenti e opinioni in maniera sempre intelligente e chiara.

Guardare Apocalypse dall’inizio alla fine è impagabile perché vi farà (ri)scoprire con una chiarezza incredibile tutta la Seconda Guerra Mondiale, una specie di corso accelerato molto gradevole da seguire.

Ho acquistato con grande soddisfazione il cofanetto Blu-Ray che presenta tre custodie con un disco ciascuna, per un totale di 3 dischi, ognuno contenente due puntate del documentario e una serie di contenuti speciali, una bella sorpresa per questo tipo di produzione televisiva.

la qualità video è molto buona, il tutto è presentato in Full HD, ma ovviamente ad inizio di ogni disco viene mostrato un messaggio che avvisa gli spettatori che le immagini sono tratte da filmati amatoriali e che si è fatto il possibile per mantenere la definizione sempre al meglio: devo dire che in generale il tutto si vede molto, molto bene, è veramente una sorpresa vedere questo documentario.

L’audio dei filmati originali è stato quasi completamente rimasterizzato e restaurato, il risultato è eccezionale: muoversi per il campo di battaglia con delle esplosioni in Dolby trueHD 5.1 (italiano) è allucinante.

Il tutto è disponibile sia in DVD che in Blu-Ray, rispettivamente a 39,90€ e 49,90€

Il giudizio finale è più che positivo, se vi piacciono i documentari, compratelo. Se vi piacciono i documentari sulla guerra.. già ce l’avete. Se vi piacciono i documentari sulla Seconda Guerra Mondiale… non mi state già più leggendo da un pezzo.

wiki (en)

Nota: Apocalypse è trasmesso in questi giorni su Rete 4, due puntate a serata, ogni mercoledì sera… ovviamente però vi consiglio di comprare il cofanetto o passare per vie alternative, perché guardarlo in TV (per quanto “digitale”) è uno spreco…

itomi

Antonio Moro a.k.a. itomi

Fondatore e capo redattore di Lega Nerd. Scrivo editoriali e recensioni su tecnologia, innovazione e pop culture. Mi occupo di UI/UX e direzione creativa, soprattutto su progetti web e gaming. Faccio cose e conosco gente su internet dal 1996. Più info su antoniomoro.com e itomicreative.com
Aree Tematiche
Documentari Storia Televisione
Tag
mercoledì 29 dicembre 2010 - 15:56
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd