Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi

12 Novembre 2010

Siamo alti un quarto di pollice, ad approssimativamente 64 piedi da casa. Il che è l’equivalente di tre chilometri… è una distanza lunghissima.
Anche per un uomo di scienza.

Film del 1989 distribuito dalla Warner Bros, prodotto dalla Walt Disney Pictures, con una delle storiche icone nerd anni ’80: Rick Moranis.
Dirige la pellicola l’ex direttore degli effetti speciali Joe Johnston, rivelatosi poi affermato regista di questo genere di film. Qui si dimostra lineare, semplice ma capace di dirigere un’avventura per famiglie che, oltre alla morale nel finale, sa emozionare il pubblico dei piccoli spettatori.

Trama


L’inventore e padre di due figli Wayne Szalinski ha appena messo a punto un potente raggio miniaturizzatore da presentare durante una conferenza presso la ditta nella quale lavora.
Fino a pochi giorni prima della presentazione, quanlche errore di calcolo continua a rendere la macchina inoperativa.
Inaspettatamente il miniaturizzatore si attiva catapultando i suoi figli in una realtà dove formiche, api e ogni genere di insetto o oggetto può essere fatale per la loro sopravvivenza.
Wayne insieme alla moglie e ai vicini di casa, anche loro alla ricerca dei figli anch’essi miniaturizzati, si mettono sulle loro tracce setacciando il giardino nel quale si sono persi.

Curiosità


Nella colonna sonora del film è presente il brano “Turn It Up” di Nick Kamen.
Dal film sono stati tratti 2 sequel: “Tesoro, mi si è allargato il ragazzino” e “Tesoro, ci siamo ristretti anche noi”; un corto 3D per un’attrazione cinedinamica di Disneyland “Honey, I Shrunk the Audience” e una serie televisiva con un cast rinnovato.

MaWMovie A-Words è una rubrica che recensisce i film che ogni buon Nerd dovrebbe conoscere e non solo.

Aree Tematiche
Cinema
Tag
venerdì 12 Novembre 2010 - 2:44
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd