La Venere Acchiappamosche robot

11 anni fa

Realizzata prendendo ispirazione dalla Dionea (o Venus acchiappamosche), la più famosa delle piante carnivore, Fly Catcher acchiappa le mosche per davvero. Dotato di un pacchetto di esche (non tossiche, come specifica il sito), che va nascosto all’interno della “bocca” della pianta, questo apparecchio attira le mosche, che passando su dei sensori ne attivano il meccanismo che chiude repentinamente le “mascelle” (che non sono in grado di ferire esseri umani o animali) di Fly Catcher, uccidendo la mosca all’istante.
Alla fine dell’intera operazione la bocca della pianta si riaprirà con un sonoro “burp” ad indicare che Fly Catcher è di nuovo pronta per la caccia.

Il video dimostra efficacemente come la “pianta” funziona:

Un robot che può "immaginare sé stesso" è stato creato alla Columbia University
Un robot che può "immaginare sé stesso" è stato creato alla Columbia University
ColorPiano: una sinestesia digitale a base di LEGO e tecnologie Web
ColorPiano: una sinestesia digitale a base di LEGO e tecnologie Web
Ignobel 2016: Le ricerche più improbabili
Ignobel 2016: Le ricerche più improbabili
I Controlli Automatici
I Controlli Automatici
Un robot a guardia della barriera corallina
Un robot a guardia della barriera corallina
Babbo Natale e le sue Renne Robot
Babbo Natale e le sue Renne Robot
Gli automi di Al-Jazari
Gli automi di Al-Jazari