Finalmente ho visto Avatar, ecco cosa ne penso

13 anni fa

6 minuti

Spoiler Alert! Se non avete ancora visto Avatar evitate di leggere questo commento.

Alla fine ieri sera sono riuscito finalmente a vedere Avatar dopo che ci avevo provato già due volte senza riuscire (biglietti esauriti). Abbiamo dovuto mandare un amico il pomeriggio a comprare i biglietti.. niente prevendita per Avatar e folla che calca per comprare fino all’ultimo biglietto manco fosse un nuovo concerto dei Led Zeppelin.

Comunque alla fine sono entrato, ho indossati i miei occhialini da Nerd e ho spalancato le retine di fronte all’immensità visiva di Avatar.

Ormai sapete tutto di questo film, che l’abbiate già visto o meno. Cameron lo sognava da decenni, alla fine ha fatto il grano con Titanic e si è messo a farlo dal 1995.. e bla bla bla.

Anche la storia la sapete, Avatar non si può spoilerare, ha una storia che più lineare non si può, se avete visto il trailer, avete visto il film.

Niente colpi di scena, un limitato flashback iniziale e poi via! dritti come un fuso verso l’inevitabile finale american style per non rischiare di scontentare nessuno. Per non rischiare nulla.. ma d’altronde se hai speso quasi 400 milioni di dollari che cazzo vuoi rischiare? niente appunto.

Avatar è altro però. Se volete vedere una bella storia allora andate nei cinema d’essay di provincia, non nei megamultisala 3D, rendetevene conto e smettiamo di parlare della storia di Avatar.

Avatar è un piacere per gli occhi, soprattutto per uno che ha un minimo di sensibilità verso la computer grafica.. è semplicemente la quintessenza sborratica di cosa si può fare oggi con i compiuterz.

ILM e WETA hanno fatto un lavoro allucinante sui Na’avi, gli hanno regalato una espressività e un realiso mai visto prima, tanto che dopo poco semplicemente ti dimentichi che stai guardando un film quasi interamente realizzato in computer grafica: Avatar l’hanno girato quasi tutto dentro un enorme capannone, con gli attori in tuta blu.. tutto, dico TUTTO quello che vedete a schermo non esiste, dalle ambientazioni in esterna (ovvio) a quelle in interna.. tutto a computer ragazzi. E non ci fai caso, perché è quasi pari alla realtà.

Questa per me è la vera rivoluzione di Avatar: aver raggiunto una qualità visiva praticamente pari alla realtà. O per lo meno un pelo di culo dalla realtà. Figherrimo.

Poi c’é il 3D, inteso come la visione 3D del film, tanto voluta e, ricordiamoci, inventata dallo stesso Cameron, che dieci e passa anni fa ha cagato l’idea insieme ai suoi tecnici di utilizzare cineprese con obbeittivi doppi, ha rotto le palle alla Sony perché gliene costruisse una, ha fatto esperimenti faraonici, ha rotto il cazzo alle associazioni dei cinema di tutto il mondo perché attrezzassero le proprie sale (e non costa poco) per proiettare film in 3D, ha convito suoi amici registi a fare uscire altri film in 3D prima che uscisse Avatar per preparare gli spettatori, la critica, i cinema.. Insomma ha fatto il casino di Dio per questo cazzo di 3D, ci ha frantumato le palle per anni dicendo che quest’anno sarebbe cambiato tutto, che ieri guardavamo film muti e da oggi abbiamo il sonoro! che ieri guardavamo film in bianco e nero e da oggi li guardiamo a colori!

E alla fine vai a vedere Avatar e il 3D è usato poco e male. Bravo Jim.

Intendiamoci: sull’usarlo poco posso anche essere d’accordo.. il pericolo di usarlo troppo è di sviare lo spettatore dalla storia, di fargli credere di essere a Disneyworld a vedere quegli spettacoli con gli squali che ti passano di fianco.. quindi forse ha pure fatto bene Cameron a usarlo poco.

Ma almeno usalo bene Cristo. Se hai un qualcuno a mezzo busto non segargli una spalla. Se hai più piani non mettere a fuoco sempre il piano di mezzo e non mi lasciare in primo piano un sacco di merda fuori fuoco che mi rompe il cazzo no?

E in generale: se vuoi usare il 3D fallo per dare valore a una scena particolare, fai in modo che dopo averla vista io pensi “cazzo effettivamente se non la girava in 3D ‘sta scena sarebbe stata proprio diversa!”.. e invece no! lo usi a cazzo e a caso.. eccheccazzo.

In ogni caso il 3D aggiunge all’esperienza visiva qualcosina in più, ma al tempo stesso toglie anche, disturbando e distraendo l’attenzione.. certo vorrei vederelo su un IMAX 3D prima di dare un giudizio definitivo.. ma da quello che ho visto ieri sera il 3D di Cameron non è assolutamente la rivoluzione promessa.. per ora è solo un modo di far tornare la gente al cinema e di far pagare il biglietto 10 euro invece di 7.

Per concludere questa super menata che vi sto facendo un commento anche sul contenuto in generale di Avatar.
Si sa che Cameron voleva fare il nuovo Guerre Stellari, creare una nuova saga di cui si sarebbe parlato per anni, con un seguito di fans impazzini, magliettine, libri, riviste e capelli strappati.

Beh, secondo il mio modesto parere se vuoi creare una saga allore devi fare di più e condire di più.

Mi spiego: se sono dieci anni che lavori a Pandora allora come cazzo è che nel film si vedranno al massimo una decina di specie animali? son sempre le stesse: il cavallo, il cane, la tigre, drago piccolo, drago grande, rinoceronte e un paio di farfalle… eddai, non mi aspetto Jurassic Park.. ma quasi: ad ogni scena ci doveva essere una roba nuova, per comunicare la biodiversità e ricchezza di Pandora.

Botanicamente già si sono impegnati di più, con un sacco di belle idee anche originali, già meglio.

Poi i personaggi: se vuoi creare una saga allora bisogna che ce ne siano di più e che non muoiano praticamente tutti alla fine del primo film no? i personaggi presenti devo dire che sono ben caratterizzati, ma Cristo sono quattro gatti e la storia super lineare usata non aiuta certo a creare un senso di “c’é di più oltre a questo”.. anzi, fa proprio l’opposto: è tutto qua, tutto qui ragaz, tutto su Pandora, tutto in questa piccola tribù, tutto su questa base, tutto su questo alberone. Troppo poco.

Cameron ci ha provato un pochino nelle cortissime scene di reclutamento delle altre tribù Na’avi in cui si vede GambeSeccheBraveHeart (il protagonista) che va in giro per il mondo di Pandora a parlare con le altre tribù.. li hai proprio un assaggio di quello che intendo avrebbe dovuto fare: facendo vedere la varietà dei Na’avi.. quelli di mare con altri usi e costumi, quelli delle montagne, ecc.. insomma comunicando un vero mondo e non un villaggetto come ha fatto…

Nonostante tutta questa super menata che ho fatto Avatar è e rimane un gran bel film. Ho dato enfasi a quello che non mi è piaciuto perché sono andato al cinema con grandi aspettative e quindi era inevitabile che ne uscissi pensando di più a quello che non andava rispetto al (tanto) che invece andava eccome.

Avatar va visto, segna una nuova pietra miliare su cosa si può fare tecnicamente al cinema oggi, non sarà forse (almeno per questo primo film) la saga che Cameron voleva, ma sicuramente è una roba grossa, andatelo a vedere.

Avatar torna nei cinema italiani il 22 settembre
Avatar torna nei cinema italiani il 22 settembre
Avatar: La Via dell'Acqua - James Cameron sulla durata del film: "Non voglio che si lamentino se fanno binge-watching alla TV"
Avatar: La Via dell'Acqua - James Cameron sulla durata del film: "Non voglio che si lamentino se fanno binge-watching alla TV"
Avatar: James Cameron potrebbe non dirigere il quarto e quinto film
Avatar: James Cameron potrebbe non dirigere il quarto e quinto film
Avatar: The Way of Water - Le prime immagini del trailer
Avatar: The Way of Water - Le prime immagini del trailer
Avatar 2: il primo trailer dovrebbe uscire a maggio
Avatar 2: il primo trailer dovrebbe uscire a maggio
20th Century Studios: i futuri Avatar, Free Guy, Poirot e i piani per il prossimo futuro
20th Century Studios: i futuri Avatar, Free Guy, Poirot e i piani per il prossimo futuro
Avatar è di nuovo il film con il maggior incasso di tutti i tempi
Avatar è di nuovo il film con il maggior incasso di tutti i tempi