David di Donatello 2018: Ammore e Malavita miglior film dell'anno, ecco tutti i vincitori #LegaNerd

David di Donatello

Si sono conclusi ieri i 62esimi David di Donatello che hanno visto vincere come Miglior Film Ammore e Malavita, lo spaghetti story in salsa musical dei Manetti Bros. Indubbiamente nella serata di ieri sera, andata in onda su Rai 1 e presentata da Carlo Conti, a trionfare è stata la Campania con i suoi talenti, partendo per Ammore e Malavita, continuando con Napoli Velata e con il meraviglioso lungometraggio d’animazione Gatta Cenerentola. Ecco qui tutti i vincitori.

Nella scorsa serata si sono svolti a Roma i 62esimi David di Donatello, gli Oscar italiani che hanno visto tra gli ospiti della magica serata anche il Premio Oscar Steven Spielberg, Premio alla Carriera e che ha premiato il regista esordiente della serata, in questo caso Donato Carrisi per La Ragazza Nella Nebbia.

Spielberg, accompagnato dalla DeLorean per la promozione dell’attesissimo Ready Player One, non è stata l’unica grande star internazionale a sfilare sul tappeto rosso della cerimonia. Accanto a lui, infatti, anche Diane Keaton per ritirare il David Speciale. E restando in campo straniero, prima di occuparci dei nostri vincitori, il Miglior Film straniero lo vince la grande pellicola di Christopher Nolan, Dunkirk, trovando un po’ di conforto dalla svolta degli Oscar.

David di Donatello

 

Tanto inaspettati quanto giusti i Premi di questi David 2018 che hanno visto trionfare il giovane cinema italiano

Tanto inaspettati quanto giusti i Premi di questi David 2018 che hanno visto trionfare il giovane cinema italiano, quello sperimentale e indipendente, quello non più legato ai vecchi canoni ma capace ancora di osare, di andare oltre. Grande vittoria soprattutto per la Campania che ha visto trionfare in molte categorie, tra cui Miglior Film la pellicola dei Manetti Bros. Ammore e Malavita che ha letteralmente stregato il Lido di Venezia, ma anche il giovane studio d’animazione per Gatta Cenerentola e, ancora, per restare più sul classico la Napoli Velata di Ferzan Ozpetek.

Non mancano certo registi e pellicole che si sono fatte notare anche al di fuori dei confini italiani, come per esempio il regista Jonas Carpignano per A Ciambra, vincitore di Miglior Regia e presente nella sezione parallela Quinzaine des Réalisateurs al 70. Festival di Cannes. Accanto a lui altri due italiani adorati dalla critica estera e sempre presentati in anteprima al Festival di Cannes, questa volta nella 56esima Settimana della Critica, ovvero Fabio Grassadonia e Antonio Piazza per Sicilian Ghost Story.

 

Andiamo, quindi, a scoprire tutti i vincitori di questa 62. Edizione dei David di Donatello:

MIGLIOR FILM

Ammore e malavita – prodotto da Carlo MACCHITELLA e MANETTI Bros. con Rai Cinema
per la regia dei MANETTI Bros.

 

MIGLIORE REGIA

Jonas CARPIGNANO per A Ciambra

 

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE

Donato CARRISI per La ragazza nella nebbia 

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Susanna NICCHIARELLI per Nico, 1988

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Fabio GRASSADONIA, Antonio PIAZZA per Sicilian Ghost Story

 

MIGLIORE PRODUTTORE

Luciano STELLA e Maria Carolina TERZI per Mad Entertainment e Rai Cinema per Gatta Cenerentola

 

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

Jasmine TRINCA per Fortunata

 

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA

Renato CARPENTIERI per La tenerezza

 

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Claudia GERINI per Ammore e malavita

 

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA

Giuliano MONTALDO per Tutto quello che vuoi

 

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

Gian Filippo CORTICELLI per Napoli velata

 

MIGLIORE MUSICISTA

PIVIO e Aldo DE SCALZI per Ammore e malavita

 

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE

“BANG BANG” musica di PIVIO & Aldo DE SCALZI, testi di NELSON, interpretata da Serena ROSSI, Franco RICCIARDI, Giampaolo MORELLI per il film Ammore e malavita

 

MIGLIORE SCENOGRAFO

Ivana GARGIULO per Napoli velata

 

MIGLIORE COSTUMISTA Ex Aequo

Daniela SALERNITANO per Ammore e malavita
Massimo CANTINI PARRINI per Riccardo va all’inferno

 

MIGLIOR TRUCCATORE

Marco ALTIERI per Nico, 1988

 

MIGLIOR ACCONCIATORE

Daniela ALTIERI per Nico, 1988

 

MIGLIORE MONTATORE

Affonso GONÇALVES per A Ciambra

 

MIGLIOR SUONO

Presa diretta: Adriano DI LORENZO – Microfonista: Alberto PADOAN – Montaggio: Marc BASTIEN – Creazione suoni: Eric GRATTEPAIN – Mix: Franco PISCOPO per il film Nico, 1988

 

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI

Mad Entertainment per Gatta Cenerentola

 

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA

The Square di Ruben OSTLUND (Teodora Film)

 

MIGLIOR FILM STRANIERO

Dunkirk di Christopher NOLAN (Warner Bros. Entertainment Italia)

 

DAVID GIOVANI

Tutto quello che vuoi di Francesco BRUNI

 

MIGLIOR DOCUMENTARIO

La lucida follia di Marco Ferreri di Anselma DELL’OLIO

 

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Bismillah di Alessandro GRANDE

 

DAVID ALLA CARRIERA – LIFE ACHIEVEMENT AWARD 2018

Steven SPIELBERG

 

DAVID SPECIALE

Stefania SANDRELLI
Diane KEATON

Gabriella Giliberti

Gabriella Giliberti a.k.a. gabrielle_croix

Critico cinematografico, entertainment editor e video editor. Cinefila e bookaholic incallita. Ossessionata dalle serie tv. Nerd inside. Lunatica e ossessionata dai gatti. Ha fatto delle sue passioni un mestiere. Laureata in cinema e due diplomi di Alta Formazione in sceneggiatura. Collabora come giornalista video e critico cinematografico anche per Cinecittà Luce Video Magazine e Movieplayer.it. Video editor per Multiplayer.it e vlogger per Rai Gulp. Ha collaborato con Cinematographe, Vertigo 24 e Nucleo Artzine.
Aree Tematiche
Cinema Entertainment News
Tag
/ 9
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd