Sphero e Disney Pixar presentano Ultimate Lightning McQueen #LegaNerd
di
NewsBot NewsBot

Sarà disponibile dal 15 giugno la versione definitiva del mitico Lightning McQueen: un animatronic comandato da un’app dedicata che cambia espressione, sgomma, corre per la casa e reagisce alle interazioni.

Paul Berberian, CEO of Sphero:

From the beginning, we wanted to make Ultimate Lightning McQueen feel as real as he does in the film.

In order to create a scaled down version of his big personality, we worked closely with the team at Pixar to ensure we were getting his nuances just right – such as leaning into turns and expressive facial and body movements.

Il risultato è incredibile: un modello telecomandato con un app dedicata per iPhone e Android che cambia espressione e muove le sospensioni mentre sfreccia ai vostri comandi, guardate il video, è l’unico modo di capire bene di cosa stiamo parlando:

 

 

Jay Ward, direttore creativo del nuovo Cars in uscita il 16 giugno, racconta il lavoro svolto insieme al team di Sphero:

 

 

All’interno di Ultimate Lightning McQueen troviamo sei diversi motori per muovere la bocca, le sospensioni, le due ruote anteriori e lo sterzo. Sono ben cinque le superfici touch che possono rispondere al tocco: il tetto, il cofano, le portiere laterali e il portellone.

Un processore centrale controlla i movimenti e le espressioni, mentre il modello è collegato via Bluetooth e WiFi all’app di controllo.

 

 

Uno schermo trapezoidale LCD creato appositamente è montato al posto del parabrezza e mostra le diverse espressioni facciali.

Le luci frontali e sul retro si possono accendere e spegnere. All’interno del modello è presente uno speaker per emettere effetti sonori realistici mentre si muove.

 

 

Questa vera meraviglia sarà disponibile dal 15 giugno a 349€

NewsBot

NewsBot

“I think you know what the problem is just as well as I do.” Omniscient NewsBot

Aree Tematiche
Accessori Acquisti Animazione Anteprime Cinema Entertainment Games News ToyCult Toys
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd