Un nuovo encoder di Google rende i JPEG il 35% più leggeri #LegaNerd

Google annuncia Guetzli, un nuovo encoder JPEG Open Source in grado di rendere i file più leggeri del 35% mantenendo un alto livello di qualità.

La velocità in internet è tutto e file più leggeri significa anche file più veloci da caricare. Per questo Google ha creato Guetzli (biscotto in svizzero-tedesco), un un nuovo encoder JPEG Open Source che, alla stessa parità (quasi) di qualità e mantenendo la compatibilità che offre il formato, rende i file il 35% più leggeri. Questo vuol dire alleggerire anche i siti internet e quindi renderli più veloci.

Qui sotto potete vedere due esempi che google ha diffuso insieme alla notizia del rilascio di Guetzil:

 

 

la prima immagine vedete la foto di un cavo telefonico con alle spalle il cielo, il primo quadrato 16×16 pixel è l’immagine originale non compressa, l’esempio in mezzo è un file più leggero compresso con libjpegè, mentre a destra l’immagine elaborata con Guetzil, che si dimostra essere più pulita e con un file ancora più leggero.

la stessa cosa vale per l’immagine qui sotto dove abbiamo 3 esempi 20×24 pixel di un occhio di un gatto.

 

 

Google ha diversi altri progetti per ridurre le dimensioni delle immagini sul web, compreso il suo encoder Zöpfli (che crea allo stesso modo i file PNG più piccoli mantenendo la compatibilità del formato) e WebP (un nuovo formato di immagine che supporta sia file lossless che compressi).

 

 

  • Guetzli (research.googleblog.com)

 

Aree Tematiche
Internet News Opensource Tecnologie
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd