Un "nuovo" compagno per la Terra #LegaNerd

Si chiama 2016 HO3 il corpo celeste avvistato per la prima volta nell’Aprile 2016. Il nome sarà poco evocativo, ma questo pezzettino di roccia ci orbita intorno come se fosse un satellite, o meglio un “quasi-satellite”.

 

L’asteroide 2016 HO3 con i suoi 40-100 metri di diametro è stato recentemente riconosciuto dalla NASA come un nuovo compagno della Terra. Durante la sua orbita intorno al Sole, infatti, ruota anche intorno al nostro pianeta proprio come se fosse un satellite. La definizione corretta è quella di quasi-satellite, questo perché l’orbita di 2016 HO3 intorno alla Terra non è stabile come invece avviene per la Luna.
Nonostante la scoperta sia recente si ritiene che sia intrappolato dalla gravità terrestre da circa un secolo.

L’asteroide continuerà ad essere vincolato al nostro pianeta ancora per diversi secoli

Non è il primo corpo celeste di questo tipo scoperto negli ultimi anni, ma è indubbiamente il più stabile osservato fino ad oggi. Nonostante l’instabilità dell’orbita, la NASA ritene che continuerà ad essere vincolato al nostro pianeta ancora per diversi secoli.

 

 

Inizialmente 2016 HO3 orbitava intorno al Sole esattamente come fanno i pianeti e molti altri corpi celesti minori nel nostro sistema solare. Il suo incessante movimento nei millenni deve averlo portato a subire l’influenza della gravità terrestre e rimanerne intrappolato. L’attuale orbita è tanto stabile quando irregolare. Il nostro quasi-satellite infatti non ha una distanza costante, ma periodicamente si allontana o si avvicina alla Terra.

Il nostro quasi-satellite infatti non ha una distanza costante, ma periodicamente si allontana o si avvicina alla Terra.

Tutte le volte che questo avviene, però, la gravità terrestre è abbastanza forte da contrastare la deviazione, riportando così 2016 HO3 nella sua orbita che non diventa mai maggiore di 100 volte la distanza tra la Terra e la Luna.
Lo stesso fenomeno impedisce che si avvicini a noi più di 38 volte la distanza Terra-Luna.

Si tratta di una specie di danza che durerà ancora diverse centinaia di anni.
Aree Tematiche
Astronomia News Scienze
Tag
venerdì 10 febbraio 2017 - 16:29
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd