Se sei uno di noi:
ajax-loader
3 Avatar di Sakurambo Sakurambo
7
Tempo di Lettura in Minuti
di Daniele Mazzoli

logo_quintet

Con questo articolo vorrei  farvi conoscere un posto unico nel suo genere, una ludoteca atipica che per il sottoscritto è quasi una seconda casa da almeno 15 anni: Il Circolo Quintet di Ravenna.

Con questo nome non vengono in mente molte cose.

Forse, per i pochi pazzi fortunati che l’hanno visto, viene in mente il film di Robert Altman del 1979 con Paul “Occhi di Ghiaccio” Newman e Vittorio “Il Mattatore” Gassman che racconta di un mondo post-nucleare “glaciale” in cui gli abitanti praticano uno strano e mortale boardgame, chiamato appunto “Quintet”.

Quintet Locandina

Ma non è di questo Quintet che vi voglio parlare.

Vorrei farvi conoscere una ludoteca un po’ atipica, nata a Ravenna nel lontano 1993 e ancora viva e vegeta nonostante sia un Circolo completamente autogestito.

Ma procediamo in ordine cronologico.

 

 

La Genesi

A Ravenna, la cultura ludica si è sviluppata un po’ come i Moti Carbonari

Bisogna specificare che Ravenna non è esattamente il prototipo della città aperta, anzi, non è proprio una città, ma un grande “paesone” e proprio per questo motivo, la cultura ludica si è sempre sviluppata un po’ come i Moti Carbonari: ogni gruppetto portava avanti la propria storia e le proprie esperienze senza avere un centro di aggregazione.

Questo è stato sempre un grosso limite nel nostro “paesone”, fino a quando qualcuno non ebbe la folgorante idea di chiedere al Comune di concedere alcuni spazi (leggasi Centri Sociali) ad alcuni gruppetti di  volenterosi che desideravano creare dei punti di aggregazione ludici aperti più o meno a tutti.

Dopo questa doverosa premessa, torniamo sui binari giusti.

Nel lungo inverno del 92-93, un gruppetto di cinque (che caso!) amici, stanchi di saltare da un centro sociale ad un altro o di incontrarsi sempre in locali poco avvezzi ai giochi di società e/o GdR, decisero di abbozzare il progetto di una Ludoteca dove poter passare il tempo libero e sfogare la loro voglia di insultarsi confrontarsi liberamente a colpi di tiri di dado.

Dopo mesi di discussioni, incontri e ricerche di appoggi dalle Istituzioni, nell’autunno del 1993, con l’appoggio del Comune di Ravenna delle loro risorse economiche e con la forza enorme dell’affiliazione ARCI (che il Valhalla li abbia in gloria) nacque il primo QUINTET.

63114_1488042317227_8272545_n

“Il gruppo dei Cinque” 

 

I locali in cui si insediarono “I Cinque” erano nel centro storico di Ravenna (per i conoscitori della città era via Tombesi dall’Ova) ma, dopo un periodo che varia da un anno e mezzo a due anni e mezzo (a seconda di chi narra la Genesi), la gestione della cosa si rivelò molto impegnativa soprattutto a livello economico a causa degli elevati costi dei locali (erano di proprietà di privati).

(NdR alcune altre fonti non molto attendibili perché non verificabili narrano che il motivo del primo fallimento fu da imputare principalmente al non favorevole appoggio da parte delle istituzioni politiche della città che decisero di non dare più in gestione i locali ai Cinque)

 

Proprio a causa di queste difficoltà, la prima associazione Quintet fallì e rischiò davvero di estinguersi se non fosse stato che, come in tutte le “belle storie”, quando tutto sta andando in malora, arriva qualcuno che risolleva la situazione.

 

 

La Rinascita

In questo caso, a “tirare su la baracca” non arrivò il classico Cavaliere Mascarato o il Paperon de’ Paperoni di turno ma una cordata di 10 folli frequentatori che accettarono l’onere (monetario) e l’onore di riportare in alto il Quintet traslocandolo, nel frattempo, in locali più adeguati sia in termini di spazi che di costi. 

Fatti non pugnette!

Dopo un brevissimo tempo, anche grazie all’intercessione dell’ARCI, venne presa la decisione di trasferirsi nella sede attuale: una ex sala da ballo nella prima periferia di Ravenna (Ponte Nuovo per i conoscitori della zona) di circa 300 metri quadri. Un locale molto ampio dotato di tutti i comfort (compresa una porta spazio-temporale posizionata all’ingresso).

In quei locali è cominciata la storia del Quintet attuale.

 

 

Il Quintet oggi

Dalla leggenda si passa alla realtà!

385217_4789475907009_344942068_n

E il Quintet è una gran bella realtà

Partendo da un drappello di 10 persone, il gruppo è cresciuto e cambiato; quelli che erano ragazzi nel ’93-94 sono diventati grandi, si sono sposati, hanno messo su famiglia, ma per uno che usciva, un’altro entrava o ri-entrava e così c’è stato quel ricambio che ha permesso di mantenere vivo il Quintet. 

Questa è la nostra forza: la passione e la voglia di gestire e mantenere vivo un luogo solo per noi, gestito da noi, dove andare a “rifugiarsi” e dove trovare sempre e comunque quello di cui si ha bisogno (proprio tutto tutto no purtroppo). 

Funny Fact:  non è raro trovare, soprattutto nei week end, qualche “residuato bellico umano” che dorme sul divano in posizioni assurde e innaturali dopo aver fatto l’alba ai tavoli da gioco (principalmente Magic). Non ho ritenuto fosse il caso di mettere prove fotografiche di quanto affermato. 

 

Il Quintet è un Circolo Ludico affiliato ARCI ed è gestito senza scopo di lucro da un gruppo di una ventina di volontari, studenti e lavoratori, che ne garantiscono l’apertura durante tutto l’anno, tutti i giorni dell’anno. 

La sopravvivenza del Circolo è garantita da un bar discretamente fornito (cibi e bevande varie) e da regolari aperitivi e Cene a tema che si svolgono principalmente nei week end. 

Bancone QUintet

A disposizione gratuitamente oltre 200 Giochi da Tavolo e tanto tanto altro.

Inoltre sono a disposizione di tutti i frequentatori  una postazione TV+Play Station, una ventina di postazioni per computer e una rete wi-fi libera (questi ultimi due dietro pagamento di un obolo simbolico) e, gratuitamente, vengono messi a disposizione oltre 200 giochi da tavolo (non li sto ad elencare, ma ci sono praticamente tutti), due salette private prenotabili gratuitamente dove giocare di ruolo, uno “scatolone” con tutte le carte di Magic esistenti (ovviamente 1x e stampate personalizzate Quintet), una zona allestita per Wargames tridimensionali (Warhammer Fantasy Battle e altri) e anche due bagni!

IMG_0569

Il Quintet è inoltre fucina di nuovi giochi (di comitato, da tavolo, ecc.) e non posso non menzionare Wherewolf che proprio al Quintet è nato e si è sviluppato.

Nota di colore Fossimo stati Ammeregani, a quest’ora fuori dal circolo ci sarebbe una targa con scritto “Qui è stato creato Wherewolf” e faremmo pagare un biglietto per giocarci.

 

 

 

Le attività del Quintet

Qui l’elenco sarebbe davvero lungo!

Come menzionato sopra, una piacevole abitudine sono diventate le Cene a Tema che vengono fatte una volta al mese: Hamburgherata, Hot Dog, Piada e salsiccia, Fagioli alla Texana, ecc. quasi sempre precedute dall’aperitivo del venerdì.

Inoltre un “must” è diventata anche l’Asta Tosta che si svolge in genere nel sabato più vicino all’Epifania. L’intento dell’asta è principalmente quello di far svuotare le cantine/riciclare vecchi regali e far guadagnare qualche Euro al Circolo passando una serata in compagnia.

Altro evento ormai diventato imperdibile è I Lupi della Befana: una serata (generalmente il 5 Gennaio) dedicata totalmente a Wherewolf.

Altri eventi molto importanti (anche a livello nazionale) sono i Tornei di Warhammer Fantasy Battle organizzati dalla Guardia Bizantina, associazione di giocatori che ha sede proprio nei locali del Quintet.

Warhammer

Inoltre, negli anni, il circolo é stato ed è teatro di spettacoli in stile “Giallo dal vivo”, cortometraggi di fantascienza, oltre ad aver contribuito all’organizzazione e alla realizzazione di eventi che sono andati oltre i confini dell’associazione stessa come l’indimenticabile Mosquito Games, convention di giochi di ogni genere realizzata nella pineta di Punta Marina (RA).

 

 

Frequentare il Quintet

Per poter frequentare il Quintet, l’unico obbligo è la sottoscrizione della tessera ARCI, costa pochi euro ed è valida tutto l’anno solare e in tutti i circoli ARCI d’Italia.

  • #aaaaaa;font-size: 2em;font-style: italic;line-height: 1.1em”>Gli orari “ufficiali” sono da Lunedì a Sabato dalle ore 21.00 alle ore 01.00 e Domenica dalle 14.30 alle 01.00.

La realtà è decisamente meglio: durante la settimana “i cancelli” aprono verso le 17.30-18 mentre nel week end non è raro trovare aperto anche alle 15.

Di notte praticamente non c’è orario di chiusura. Può capitare di trovare aperto anche alle 4-5 di notte… e la leggenda narra che in molti week end, la porta spazio-temporale all’ingresso funziona talmente bene che entri in un giorno ed esci due giorni dopo!

Se capitate dalle parti di Ravenna, non dimenticatevi di fare un salto in questo antro senza tempo ma solo dopo aver visitato i monumenti Patrimonio dell’Unesco. :)

Nel caso vogliate sapere qualcosa di più, sono a vostra disposizione.

 

 

Condividi questo Articolo:
Send to Kindle
Aree Tematiche Articolo:
Action Figures Boardgames Card Games Entertainment Games Giochi di ruolo Real Life Toys Videogames Wargames
Tag Articolo:
Giallo dal vivo
Guardia Bizantina
Lodoteca
Warhammer Fantasy Battle
Wherewolf
Loggati

53 Commenti

  1. avatar mazzu 16/10/2013 10:54

    Grandissimo Circolo.
    L’ho conosciuto durante un raduno della gilda di World of Warcraft e, ad accompagnarmi fu proprio il signore che firma l’articolo.
    Cazzarola, leggerlo mi ha fatto tornare indietro di qualche anno quando si era una gilda di 300 persone di cui almeno un centinaio di conoscevano in Real perché tra un raduno a Firenze, uno a Ravenna ed uno a Perugia, almeno un centinaio di persone si sono riunite per svagarsi insieme.
    Grande Daniele e grazie sia per l’articolo che per gli anni passati insieme a giocare!!!

    P.S. In un raduno a Firenze sono anche rimasto incastrato in una macchinina giocattolo!!!

  2. Avatar di LorenzoTAG LorenzoTAG 16/10/2013 11:03

    Voglio aprire una ludoteca! :res: :iani_megusta:

    • avatar pingitore 18/10/2013 15:07

      aprire una ludoteca è piuttosto facile… io ne ho aperta una… se vuoi ti spiego come si fa (100% gratis)

      • Avatar di GiuliusT GiuliusT 19/10/2013 03:20

        Perchè non fai una guida dettagliata per questo sito? Diventi il guru delle vidoteche aperte in giro..

  3. Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 11:05

    Grande Mazzu!!!! :love:
    Era tanto tempo che volevo/volevamo uscire allo scoperto e finalmente ci sono riuscito.
    E’ stato un “parto” lungo ma ho ritengo che uscire qui sia perfetto!!

  4. Avatar di covenant covenant 16/10/2013 11:08

    Rimasto affascinato anche io.
    Scoperto per caso per un raduno.
    Complimenti alle persone che lo mantengono vivo e per il grande lavoro e impegno che c’è dietro.

  5. Avatar di manzo82 manzo82 16/10/2013 11:51

    A Milano c’è un posto simile, “la città del gioco”. Bellissimo luogo

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 12:19

      C’è una grossa differenza! Quello è a scopo di lucro…è una attività commerciale!
      Il concetto di base è totalmente diverso.

      Poi sono curioso di sapere una cosa: quando entri e ti metti a giocare ad un gioco, ti lasciano fare oppure ti vengono a chiedere di consumare? Si pagano i giochi da tavolo? Ecc…

      Te lo chiedo per un semplice motivo: anche a Ravenna c’è un’altra ludoteca (I cacciatori di teste) ma è una attività commerciale fatta e finita! SI paga anche per giocare con i giochi da tavolo.

      Per me, per noi è una cosa inconcepibile! ;)

      • Avatar di manzo82 manzo82 16/10/2013 14:46

        No, i giochi non si pagano ma la consumazione è obbligatoria. Personalmente non mi sento di demonizzare questa politica in quanto nessun essere pensante di questo mondo può vivere di sola aria, tantomeno questo circolo Quintet (tanto di cappello) che comunque ha dovuto trovare dei fondi… ;)

        • Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 14:56

          Io non sto demonizzando, mai sia!
          Forse non è chiaro nel mio articolo ma i fondi di cui ho parlato, sono stati solo fondi per la “start up”.
          Il Quintet si sosteneva e si sostiene con donazioni una tantum (volontarie e rare) e con i proventi derivati da iniziative periodiche e dal BAR.

          L’unicità è proprio questa. Senza contare il fatto che noi, secondo me, siamo un fenomeno sociologico da studiare. Un Circolo AUTOGESTITO da nerd (chi più o chi meno) che sopravvive da 20 anni?
          Boh…solo a me pare una roba insensata? :D

          • Avatar di lugg lugg 16/10/2013 18:25

            Insensata no, insolita si’ :D
            Complimentoni!

      • Avatar di axel78 axel78 16/10/2013 15:06

        Aggiungerei per esperienza personale diretta che quando ci sono stato 2 volte alla richiesta di un gioco preciso ci siamo sorbiti 10 min di presentazione di altri 5 giochi di cui uno simile (che francamente non ce ne poteva fregare di meno) e ti stavano attorno come gli avvoltoi.
        Nel periodo in cui sono stato pagavi anche per il gico ovvero la prima consumazione era maggiorata (5 anni fa, prima che si trafrerissero). poi concondo con non si campa d’aria, ma non si spacca manco i maroni..

  6. Avatar di AbQualcosa AbQualcosa 16/10/2013 12:14

    Grande articolo!

    I nomi dei cinque ?

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 12:21

      Non so se posso dirli :)

      Mostra Spoiler ∨

      • Avatar di AbQualcosa AbQualcosa 16/10/2013 12:59

        I primi due li conosco bene ! Frequentavo parecchio l’oasi giochi di Piazza Eraclea (gestivo il cibo e bevande) Quanti bei ricordi !!!

        • Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 14:17

          :res:
          Ti faccio una domanda, giusto per capire il parere di una persona che può sentirsi presa in causa: c’è qualche parola o concetto che ti ha infastidito in questo articolo?

          Sai…sto avendo una discussione a riguardo…

          • Avatar di AbQualcosa AbQualcosa 16/10/2013 14:29

            A parte sentire nelle ossa gli anni che passano, nessuna parola e nessun concetto mi ha minimamente dato fastidio, anzi lo trovo un bel articolo , scritto bene . L’unico rimpianto è non averlo frequentato di più, ma crescendo il tempo a disposizione diminuisce.
            Spero di aver fugato qualsiasi dubbio e sono sempre disponibile per qualsiasi chiarimento, e mi scuso per qualsiasi fraintendimento posso aver causato.

            • Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 14:46

              No no ma ti pare!
              Purtroppo, mi sono sentito in dovere di cancellare una parola nell’articolo che aveva creato “fastidio”.
              Mi è stato fatto notare in sede diversa da Lega Nerd (abbiamo spento un flame sul nascere su Facebook).
              Ovviamente non sei stato tu a farmi venire i dubbi…anzi! Ti ringrazio per i complimenti e ti ricordo che il Quintet è sempre li, con le porte aperte! Quando vuoi passare noi ci siamo ;)

  7. avatar Talkhan 16/10/2013 12:50

    Un luogo fuori dal mondo, un’isola felice. Complimenti a chi lo tiene in piedi.

  8. Avatar di yojimbo083 yojimbo083 16/10/2013 13:09

    In una parola… Figata. Mi fate venir voglia di trasferirmi (di nuovo)!! :rofl:

    OT: siete per caso in contatto con altre associazioni simili alla vostra in giro per l’Italia? Personalmente sarei davvero interessato a trovare una ludoteca funzionante dalle parti in cui attualmente abito (Brianza) ma a quanto pare è un’impresa, specialmente per chi arriva da “fuori”, essendo di solito realtà piccole e rintracciabili sostanzialmente solo grazie al passaparola.

    • Avatar di axel78 axel78 16/10/2013 15:10

      C’è un club sulla stessa filosofia più o meno a Faenza, devi fare la tessera per accederci, ma è molto più piccolo e con meno giochi

    • Avatar di covenant covenant 16/10/2013 17:57

      Stiamo cercando di provare un qualcosa in quel di Sulbiate, molti meno giochi, meno spazio ma fortunatamente qualche Nerd c’è.
      Nessuna consumazione obbligatoria, solo uno spazio con Giochi da tavolo dove incontrarsi e sfidarsi ;).

  9. Avatar di pier121121 | SB121 pier121121 | SB121 16/10/2013 13:19

    :fav: :fav: :fav:
    Un pilastro di Ravenna direi! Complimenti a tutti per il lavoro svolto negli anni, questo circolo è una certezza anche per chi come il sottoscritto per mille motivi non riesce più ad andarci. E la collezione di giochi è invidiabile.

  10. Avatar di sirk sirk 16/10/2013 15:07

    Grande articolo Dudes!
    Di acqua sotto al ponte ne è passata tanta ;)

    PS: di solito dietro al bancone ci sono dei maschi nerdacci, ma mettere una foto di una delle rare volte in cui c’è una ragazza carina mi è sembrata una buona mossa! :P ( confermo comunque che non è photoshoppata )

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 16/10/2013 15:56

      E tu da dove esci fuori? :o
      Poi perchè riveli i nostri piccoli segreti? C’è chi fotoshoppa e chi recluta nuove turniste per il Bar (chiamaci scemi!!)

      • Avatar di sirk sirk 16/10/2013 16:28

        Come ogni buon lurker, esco dal nulla, of course ;)

        Ah, non ti ho ringraziato per i riferimenti a Wherewolf. Fa sempre piacere ^_^

  11. Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 17/10/2013 09:19

    Nerd Powah!
    :res: :res: :res: :res: :res: :res:
    :iani_bravo:

  12. Avatar di The_Wizard The_Wizard 17/10/2013 21:31

    Sogno qualcosa così dalle mie parti… Ma non esiste:(

  13. Avatar di Luckyjake Luckyjake 17/10/2013 22:45

    Essendo Faentino, una sera verrò a trovarvi!!

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 18/10/2013 12:01

      Fai una cosa, se non ti scoccia magari mandami un pm quando pensi di fare un salto così mi faccio trovare li anche io.
      Con gli “animali nerd” che vivono li dentro, è capace che vieni mangiato vivo appena entri :D :rofl: :D

  14. Avatar di eldumedo eldumedo 18/10/2013 02:53

    Che dire, profonda invidia.. il nostro Club CPW DeFina a Livorno naque negli anni ’80 io ci sono entrato nel ’90 e fino al 2000 siamo stati ospiti di 3 stanze all’ultimo piano di un palazzo che era stata una vecchia scuola, che pagavamo (poco) al comune, il freddo e/o il caldo erano insopportabili tanto che spesso d’inverno faceva più caldo fuori che nelle stanze del club (veniva chiamato il Lungo Inverno del Club mica per scherzo). poi per quasi 10 anni più nulla (eccetto qualche tentativo andato male). Qualcuno però riuscì a tenere i tavoli qualcuno i giochi e alla fine 2 anni fa abbiamo riaperto con le nostre forze in una vecchia officina ristrutturata. Ma le iscrizioni stanno calando e molti giocatori di Warhammer si stanno spostando a giocare in un nuovo negozio che ha locali e spazio (e lo da gratis) e sopratutto riscaldamento..
    Probabilmente a giugno chiudiamo, quindi.. Profonda invidia.. :(

    http://www.flickr.com/photos/dumedo/6883196126/

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 18/10/2013 12:35

      Qui rispondo sia a @eldumedo che a @cloudlas.

      Capisco il vostro scoramento e vi assicuro che anche noi, nonostante l’abbia accuratamente omesso nell’articolo, abbiamo passato i nostri periodi bui.
      In 20 anni (argomento che tratterò al più presto) abbiamo passato, a mia memoria, almeno 3 cambi di sistema gestionale con relativo cambio del Direttivo.
      Non sto ad andare nello specifico ma anche noi in passato siamo andati veramente vicini a chiudere (i frequentatori se lo ricorderanno molto bene!).
      Risolvemmo la cosa guardandoci in faccia TUTTI quanti e affrontando i veri problemi (economico-gestionali) e cercando le soluzioni. Una delle soluzioni fu quella di metterci, a seconda delle possibilità e disponibilità di ognuno, le mani in tasca per appianare una parte dei debiti.

      Ora, grazie anche ad una più oculata gestione economica (non smetterò mai di fare i complimenti a chi ha dato la sterzata giusta!) e ad una buona programmazioni di eventi, la situazione è buona, molto buona!

      Ovviamente anche noi “subiamo” il problema della pubblicità: non ne facciamo perchè è un costo e ci basiamo principalmente sul passaparola o sui frequentatori storici inoltre abbiamo avuto si un ricambio di frequentatori, ma non così importante come ci aspettavamo.

      Ora facciamo il possibile per sopravvivere. Non è assolutamente facile ma ci stiamo riuscendo anche benino.
      Purtroppo, se non si vuole sfociare nel commerciale e rimanere “non a scopo di lucro” bisogna sudare non poco.
      Certo che…se @Itomi facesse una directory nazionale delle Ludoteche / Associazioni… :D

      • Avatar di eldumedo eldumedo 18/10/2013 16:37

        Eh certo, ovviamente anche io non ti ho raccontato tutte le peripezie (anche perchè giustamente fottecazzo).. inoltre le nostre città sono molto simili, stesso numero di abitanti, entrambe sul mare (voi quasi). Boh non saremo buoni noi, o non abbiamo abbastanza culo o entrambe le cose..

        Quello che ti dico è che non smetteremo di provarci.. 8)

        • Avatar di Sakurambo Sakurambo 18/10/2013 16:56

          No è che voi siete Livornesi :D :rofl: :D :trollface:

          Ovviamente conta tanto la cultura del gioco che c’è nella tua città e l’abitudine che avete dai agli appassionati.

  15. Avatar di cloudlas cloudlas 18/10/2013 11:35

    Noi abbiamo provato ad aprire un’associazione senza sede e trovarsi in bar che ci mettevano a disposizione sale o tavoli. La tessera costa 30€ all’anno o 3€ al mese. Con quelli ci paghiamo i giochi in scatola e fine della traccia.
    Inutile dire che a parte i pochi conoscenti Nerd e pseudo-Nerd non si è mai fatto vivo nessuno.
    Certo pubblicizzare a costo 0 è difficile! Anzi ne approfitto! Se qualcuno è zona lago d’Iseo, BG-BS noi siamo aperti a nuove iniziative!!

    • Avatar di Itomi Itomi 18/10/2013 11:56

      Andrebbe fatta una directory nazionale delle Ludoteche / Associazioni. I know.

      • Avatar di Sakurambo Sakurambo 18/10/2013 12:02

        HELLY YEAH CAPO!!
        Mai cosa sarebbe più giusta! :res:

      • Avatar di cloudlas cloudlas 19/10/2013 09:17

        @itomi for president!! anche fuori LegaNerd intendo! Io intanto mi sono mosso e sto facendo un sitino mini dove metterò link vari su eventi e luoghi iperfigherrimi come la vostra ludoteca. Ovviamente fra i link utili ho messo primo fra tutti leganerd.com.
        Detto questo (essendo nella vita grafico e stampatore di vario genere…) offro a tutte le associazioni ludiche che ci leggono la possibilità di contattarmi in private per avere materiale stampato di ogni genere a prezzi riservati per NERD! chiedo venia a itomi se non potevo fare questa proposta… in caso accetto tranquillamente la censura! :) ps-il sito sarà http://www.tuttonerd.com ancora da popolare!

        • Avatar di Sakurambo Sakurambo 21/10/2013 09:22

          Accidenti!
          Ho dato un’occhiata al sito adesso. Grazie mille!
          Bisogna fare in modo che il tuo sito cresca non solo per nostro interesse (Quintet intendo) ma anche e soprattutto per interesse delle comunità ludiche in giro per l’Italia!

          Ultima cosa: tieni uno spazietto nel tuo sito perchè quest’anno noi del QUintet si festeggiano i 20 anni di vita e faremo la festona con tanto di pubblicità e locandine.
          Se ci fosse uno spazietto anche nel sito non sarebbe male ;)

          • Avatar di cloudlas cloudlas 21/10/2013 14:27

            Siete stata la fonte d’ispirazione lo spazietto è garantito!
            Adesso nel tempo a disposizione inizio a popolare, poi ovviamente quando itomi deciderà sarò pronto a chiudere battenti e riversare quanto avrò raccolto finora nel sito magister leganerd!
            Intanto approfitterò del lucca comics per raccogliere info.

            • Avatar di Sakurambo Sakurambo 21/10/2013 15:02

              E secondo me, così a naso, potrebbe nascere una bella collaborazione per quel che riguarda gli eventi.
              Ora ne parlo anche con i ragazzi della Guardia Bizantina (WH 40k) e con il gruppetto che fa i Gialli dal Vivo.

              Interessante!!!

  16. avatar zaccheo.sicari 25/1/2014 13:39

    Ciao a tutti ho scoperto da poco questo posto curiosando su internet cercando circoli per le passioni di giochi da tavolo e war game, curiosando e leggendo il vostro sito mi attira molto. Sono di Ravenna e difficile trovare gente e posti organizzati come questo …
    Io gioco ad Axis&Allies Memorie 44 BattleLore La battaglia di Westeros sempre di G.Martin li conoscete ? ci gioca qualcuno?

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 25/1/2014 14:48

      Ciao! Nonostante io frequenti il Quintet praticamente da quando esiste, non sono esperto dei giochi che hai citato. Sono ovviamente presenti al Quintet, so per certo che ci si é giocato in passato e c’è gente che ci giocherebbe anche adesso.
      Il consiglio che ti do é di fare un salto quando puoi/vuoi per vedere il posto e per informati.
      Altro consiglio: siamo su facebook https://m.facebook.com/profile.php?id=92156764308
      Prova a scrivere qualcosa sulla pagina facebook e sicuramente qualcuno ti risponderà.
      Magari presentati (non é mai una brutta idea) e spiega li quello che hai spiegato qui.
      Ah io al Quintet sono IL DUDE ;-)

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd