Advertisement”>
	



<div id=
ajax-loader
63 Avatar di Defkon1 Defkon1
6
Tempo di Lettura in Minuti

Akira

Neo-Tokyo sta per cambiare faccia… Questa città è satura in tutti i sensi, come un frutto troppo maturo. Ma all’interno stanno crescendo dei nuovi semi. Non ci resta che aspettare il colpo di vento che farà cadere a terra questo frutto marcio. Un colpo di vento chiamato “Akira”!  (Nezu)

Akira è un film d’animazione diretto da Katsushiro Ōtomo ispirato all’omonimo manga seinen del medesimo autore, e narra le vicende di una Tokyo post-nucleare in cui disagio sociale, ribellione e religione si fondono insieme nel mito di Akira, figura messianica che salverà il Giappone. In questo scenario si muove Kaneda e la sua banda di motociclisti, che nel corso della loro avventura dovranno fare i conti l’esercito giapponese, misteriose armi e il tradimento dell’amico Tetsuo, dotato di poteri extra-sensoriali dopo strani esperimenti.

Ho volutamente riassunto in maniera estremamente sintetica la trama di Akira per due motivi. Innanzitutto perché Akira va scoperto, pagina dopo pagina (se avete il manga), fotogramma dopo fotogramma (se avete la pellicola), e ogni parola in più è un petalo che strappiamo al fiore narrativo.

Ma allora perché tutto questo clamore attorno al 25° anniversario dell’uscita di Akira?

Il secondo motivo è che il plot è molto interessante e propone molte delle paure intellettuali cyberpunk degli anni ’80 (il nucleare, il degrado della civiltà, il totalitarismo della polizia,…), ma non è l’unico motivo per cui ieri i cinema erano pieni di otaku di vecchia data.

Ma allora perché tutto questo clamore attorno al 25° anniversario dell’uscita di Akira?

 

 

Akira è il punto Zero

Il film di Akira esce in Giappone nel 1988 (circa 6 anni dopo l’inizio della pubblicazione del manga) e richiede un budget di oltre un miliardo di yen, ovvero circa 5-6 volte il budget medio.

Il costo stimato era talmente alto che le più grandi case di produzione giapponesi per la prima volta nella storia dovettero unire gli sforzi creando una società apposita per la sua realizzazione

Il costo stimato era talmente alto che le più grandi case di produzione giapponesi per la prima volta nella storia dovettero unire gli sforzi creando una società apposita per la sua realizzazione, la Akira Committe, e impiegarono oltre 1200 animatori da decine di studi diversi che lavorarono su doppi turni per poterlo completare.

Akira è anche uno dei primi film d’animazione a fare largo uso della grafica CGI e della tecnica del pre-recording, ovvero la registrazione del doppiaggio durante la realizzazione dei disegni per permettere agli animatori di gestire correttamente il labiale.

Dulcis in fundo, Akira è stata la prima produzione che sdoganato il cinema d’animazione giapponese in Occidente mostrando al grande pubblico che “cartone animato” non doveva fare per forza rima con “Walt Disney” e che era possibile utilizzare il medium non solo per narrare fiabe ai bambini ma anche per raccontare una storia adulta.

 

 

Akira in Italia

La pubblicazione in Italia del manga e del film è stato un vero calvario, ma tutte le difficoltà non hanno fatto altro che accrescerne il mito.

La pubblicazione in Italia del manga e del film è stato un vero calvario, ma tutte le difficoltà non hanno fatto altro che accrescerne il mito.

La Glénat (famosa in Italia per Batman) iniziò la pubblicazione di Akira nel 1990 dell’edizione americana (ricolorata) da 38 volumi  e le (poche) copie in circolazione andavano velocemente esaurite.
Inoltre ricordatevi che stiamo parlando dell’Italia dei primi anni ’90: Internet muoveva i suoi primi passi tricolori, le fumetterie erano estremamente rare e gli edicolanti ti guardavano come un marziano se chiedevi qualcosa di strano (“Ha per caso Akira?” “Aki-che?” “Akira, è un fumetto giapponese…” “Fumetti ho Topolino, Tex e Dylan Dog. Ma leggiti Le Ore Mese che è più adatto alla tua età!”).

Come un fulmine a ciel sereno la Glénat Italia chiude i battenti ad una manciata di episodi dal termine e i lettori italiani non sapranno che fine fanno Kaneda e Tetsuo fino al 1998, quando la Planet Manga ripubblica Akira in bianco nero in un’edizione da 13 volumi con ordine di lettura occidentale.

A tuttora non esiste un’edizione italiana fedele all’originale.

Successivamente, nel 2005, la Planet Manga fece una nuova edizione chiamata Akira Collection, anche questa con lettura alla occidentale e lunghezza dei volumi differente dalla versione giapponese (6 tankobon).
A tuttora non esiste un’edizione italiana fedele all’originale.

Se trovare i fumetti era difficile, trovare la VHS con il film era un’operazione talmente difficile che il giorno che ci riuscii fui avvolto da un’aura mistica talmente forte da ribaltare tutte le carte Magic del circolo. Era una copia pirata rimediata da un amico di amici tramite oscuri canali sammarinesi, talmente di bassa qualità che in alcuni punti il colore saltava e la superba colonna sonora di Shoji Yamashiro veniva talmente distorta da sembrare un walkman al suo ultimo respiro. Ma cazzo avevo Akira!

Tra visioni casalinghe e giri infiniti di prestiti agli amici, la VHS si autodistrusse in poco tempo, e non ne vidi un’altra in carne e ossa plastica e nastro fino al 2001 a Bologna nella collezione privata di un amico iscritto al DAMS Cinema.

Per molti di noi Akira è stata una crociata, non un manga/anime.

Oggigiorno è molto più facile procurarsi Akira grazie alle sontuose versioni DVD e Blu Ray del 2010 con annesso libretto da 32 pagine con schizzi e story board, ma per molti di noi Akira è stata una crociata, non un manga/anime.

 

 

 

Akira – 25° anniversario

Chiedo scusa per l’effetto TLDR che posso aver generato finora, ma senza questa introduzione i più giovani non avrebbero capito perché ieri è stata una giornata così importante e perché non si poteva mancare (se l’avete fatto shame on you).

La catarsi mainstream di una proposta culturale innovativa che ha fatto da apripista per tonnellate di altre produzioni imperdibili

Akira al cinema in digitale 2K e Sorround 5.1 non è solo la celebrazione di un anniversario, ma è stata la catarsi mainstream di una proposta culturale innovativa che ha fatto da apripista per tonnellate di altre produzioni imperdibili, e che ha reso il mercato fumettistico e d’animazione quello che è ora.

Per quelli come me che hanno passato gli anni ’90 tra film di serie Z in VHS, giochi a 8bit, fumetti e dungeon inventati in cucine buie, è stato inoltre il ghiotto premio per anni di sofferenze e spedizioni infruttuose in videoteche provinciali e giornalai che ti volevano vendere per forza Le Ore. Per carità, compravi pure Le Ore, ma sticazzi stavo cercando Akira.

Ciliegina sulla torta: con il biglietto alla cassa consegnavano una card limited edition della locandina in cartoncino effetto metalizzato che è già finito nella mia collezione.

Grazie Dynit, grazie Nexo Digital.

Epic is epic. :res:

akira_cinema

 

Condividi questo Articolo:
Send to Kindle
Aree Tematiche Articolo:
Anime & Manga Cinema Entertainment
Tag Articolo:
Akira Collection
Akira Committe
Dynamic Italia
Neo-Tokyo
Loggati

89 Commenti

  1. avatar fra9001 | Nè 30/5/2013 18:54

    con il biglietto alla cassa consegnavano una card limited edition della locandina in cartoncino effetto metalizzato

    Ma diobanana a me non l’hanno dato.

    • avatar mikeb 30/5/2013 19:17

      nel cinema dove sono andato io ho dovuto chiederla, perchè la maschera nerdona con l’alienware l’aveva dimenticata D:

  2. avatar uozw 30/5/2013 18:54

    Maledetti, a me la locandina non l’hanno data! :(

  3. Avatar di Eliork Eliork 30/5/2013 18:56

    :popcorn: :popcorn: :popcorn:

  4. Avatar di Ghiacciolo Ghiacciolo 30/5/2013 19:02

    Bene, adesso mi rode il culo che non ho ricevuto la locandina. <_<

  5. avatar jojo 30/5/2013 19:04

    La card era molto limited se ho letto bene, mi pare ne abbiano distrubuite appena 50000 in tutta Italia, anche a me non l’hanno data. :(
    Comunque tutto fighissimo tranne i 10 euro del prezzo del biglietto, non so se è solo l’UCI del Lingotto di Torino che ci ha mangiato sopra o se è stata una cosa imposta da Nexo Digital…

    • Avatar di Alexsius91 Alexsius91 30/5/2013 19:06

      10€ ovunque, anzi, 11€ in rpevendita su TicketOne.

    • avatar fra9001 | Nè 30/5/2013 19:13

      >utilizza tessera studenti scaduta

      • Avatar di Alexsius91 Alexsius91 30/5/2013 20:29

        No cazzo, al cinema dove sono andato prima su FB hanno pubblicato un “Intero 10€ Ridotto 8€”. Alla cassa mi liquidano con un “Ci hanno detto che è un evento con prezzo intero unico, anche se giravano delle voci”.
        Eccheccaz, c’ho le pezzearculo io, con quei 2€ ci mangiavo stasera!.

    • Avatar di Sircalist Sircalist 30/5/2013 19:17

      8 euri (prezzo fisso senza sconti) con tanto di card metallizzata! :D
      Rosicate!

  6. Avatar di Alexsius91 Alexsius91 30/5/2013 19:07

    No cazz, la locandina! A che UCI sei andato?

  7. Avatar di brandobrandi brandobrandi 30/5/2013 19:08

    Ricordo di averlo registrato a notte fonda su RAI 3 (credo fosse “Fuori Orario” di Ghezzi) ed effettivamente era il Santo Graal del jappo junkie anni ’90 :)

  8. Avatar di William J. William J. 30/5/2013 19:08

    :res:
    Tra l’altro una piccola curiosità è che (se non ricordo male) fu il primo anime ad esser girato con 24 fotogrammi al secondo. Tenete presente che allora non c’erano tutte le tecnologie odierne, fu un lavoro immane. Basta vedere la lista di chi ha collaborato alla realizzazione che si trova alla fine del film: è di una lunghezza epica! :)

    • Avatar di William J. William J. 30/5/2013 19:10

      Ah, ed oggi qualcuno ha festeggiato uppando Akira su Youtube. Se non l’avete visto mollate tutto e guardatelo. NAO! :res:

      • avatar fra9001 | Nè 30/5/2013 19:14

        Se si aspetta qualche giorno si riuscirà sicuramente a noleggiarlo in BDrip.

  9. Avatar di ostyle ostyle 30/5/2013 19:20

    Le card già stanno su ebay….bella gente proprio

  10. Avatar di Hellzapoppin Hellzapoppin 30/5/2013 19:38

    Ma per tutti gli dei dell’Olimpo e altri miti… Multiplex di Albenga spettacolo delle 20:00, eravamo in due e non ho visto la men che minima card……………….. Vado e ribalto il cinema, ora voglio il sangue!
    A parte questo vedere Akira in una sala completamente vuota ( a parte il tizio che si è addormentato ben lontano da me) non ha eguali…

    • Avatar di goriath | FX goriath | FX 30/5/2013 21:06

      Multiplex Oxer di Latina (a 80Km da casa) e nessuno mi ha detto un quarzo della locandina!!
      Devo stare cane, Dio calmo!

      P.S. Sala deserta anche per me ed il mio “collega” e ci siamo messi proprio sotto il proiettore :popcorn: :res: :D

      • Avatar di Kappei Kappei 31/5/2013 12:27

        Sul serio non c’era nessuno?

        All’UCI Porta di Roma, proiezione delle 22.40 la sala era piena…

        • Avatar di goriath | FX goriath | FX 31/5/2013 15:20

          Ehm, scusa, hai ragione :D
          Per problemi tecnici siamo andati al primissimo spettacolo delle 16:30.
          Sicuramente allo spettacolo delle 19:00 e quello delle 21:30 la portata sarà stata sensibilmente più alta.

          • Avatar di valenokimuri valenokimuri 3/6/2013 01:38

            non è vero, io ero a quello delle 19:00 (anche se ero arrivato un pò in ritardo causa pullman facendomi perdere i 6 minuti di evangelion!) e c’eravamo io, gli amici miei e un pò di gente, finito chiedo se potevo vedere i sei minuti di evangelion che mi ero perso e allora mi ha detto che potevo fare alo spettacolo delle 21:30, in 5 minuti sala piena!

            • Avatar di goriath | FX goriath | FX 3/6/2013 12:27

              Sì, non mi pare di aver detto che alle 19:00 ed alle 21:30 non ci fosse nessuno, anche perché non potrei saperlo.
              Parlo per le 16:30 e c’erano 5 persone di numero, io e il mio amico compresi.

  11. Avatar di VRUFAICSss VRUFAICSss 30/5/2013 19:38

    Io l’ho visto ieri per la prima volta! Ho trovato che cali molto nell’atmosfera, la musica (e i vuoti di musica) aiutavano molto a viverlo da dentro! Anche se il modo di animare gesticolando in modo decisamente eccessivo non è più di quest’epoca e faceva un po’ strano in qualche punto! E si notava l’apporto di studi diversi con tecniche diverse! Alcuni personaggi avevano fisicamente proprio un tratto differente!
    E si sente che è tratto da un’opera più grande perché tra nomi, situazioni e personaggi ho creduto di perdermi in più di un punto!
    E un sonoro “buuuu” alla cura del doppiaggio! Probabilmente era low budget, ma c’erano frasi davvero incomprensibili! Abbastanza comica e rappresentativa la battuta “Ma questo odore…. potrebbe essere una trappola!” invece di “la cosa mi puzza, potrebbe essere una trappola”!
    Apparte questo: fico!

    • Avatar di VRUFAICSss VRUFAICSss 30/5/2013 19:38

      P.S. E io ho la card! :rofl: :D

    • avatar fra9001 | Nè 30/5/2013 19:41

      o l’ho visto ieri per la prima volta!

      Quindi la necrorecensione la farai tra dieci anni?

      • Nah, quella la farà @squitty

        • Avatar di Squitty Squitty 31/5/2013 10:21

          inizio a lavorarci ora…meglio partire in anticipo

          • Avatar di Squitty Squitty 31/5/2013 10:24

            e comunque…io Akira me lo son visto nel 1991 in lingua rigorosamente originale da VHS acquistato da un aguzzino pirata che la vendeva a 50 sacchi. Mega colletta tra me e i miei amici per acquistare sia quello che Patlabor The Movie e poi proiezione casalinga di entrambi senza la benchè minima conoscenza della lingua!!!

            • lol, ci avete capito qualcosa? XD

              • Avatar di Squitty Squitty 1/6/2013 00:04

                di Akira abbiam capito qualcosa perché acquistavamo la traduzione in francese del fumetto edita da Glenat (quella colorata da Steve Oliff che in Italia è arrivata l’anno successivo). Per Patlabor invece mega tabula rasa alternata ad enormi sprazzi di esaltazione collettiva per il mecha design che per quei tempi era miracoloso!

  12. Avatar di design design 30/5/2013 19:49

    A parte il doppiaggio, sia per traduzione (marmaglia??) che per mixaggio (peggiori reverb della storia, tipico di quando si mixa su due cassette da 100euri)…
    Epic²!

  13. Avatar di vultus5 vultus5 30/5/2013 20:23

    Giusto perchè questo è uno dei pochi posti dove posso vantarmi di questa cosa: A ME HANNO DATO LA CARD LIMITED EDITION DELLA LOCANDINA (in cartoncino effetto metallizzato). :res: :res:

  14. Avatar di DaRk_ViVi DaRk_ViVi 30/5/2013 21:02

    10€ (e sti cazzi) però almeno mi hanno dato la Card! :D
    …che in realtà ho dimenticato in macchina da un amico, ma domani la recupero! XD

  15. Avatar di goriath | FX goriath | FX 30/5/2013 21:11

    E diciamolo che all’inizio, prima della proiezione del film, abbiamo avuto 3 minuti e 33 secondi in anteprima di Evangelion: 3.0 You Can (Not) Redo :res:

    Grazie Dynit, grazie Nexo Digital.

    Non è finita qua: http://www.nexodigital.it/1/id_306/Nexo-Anime—Animazione-giapponese.asp

    • Avatar di Lotec Lotec 30/5/2013 21:47

      è vero, cazzo quanto mi ha esaltato Asuka con la benda sull’occhio!!!

      E che dire del trailer di Turbo, mi ha fatto sbellicare ^^

    • Avatar di Ghiacciolo Ghiacciolo 31/5/2013 01:48

      Dopo 2 minuti e mezzo ho iniziato a credere che avessero sbagliato pellicola :rofl: :res:

      • Avatar di Kappei Kappei 31/5/2013 12:28

        Meno male che non ero il solo :rofl:

        Tanto ho il posto prenotato pure per quello…

    • avatar jojo 31/5/2013 13:57

      Ti darei anche ragione (ed in effetti vederlo sul grande schermo è stato esaltante) ma avendo già visto quello stesso spezzone mesi fa mi ha fatto meno effetto ;P

      • Avatar di goriath | FX goriath | FX 31/5/2013 15:23

        Anche io l’avevo già visto, ma catzo, ero lì per galvanizzarmi e così ho fatto zio pane! :res

  16. Avatar di Lotec Lotec 30/5/2013 21:46

    8,50 euro con prenotazione e card.
    sala piena in religioso silenzio per due ore.
    Vedere Akira al cinema è stato spettacolare!!!!

  17. Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 30/5/2013 21:46

    Akira, VHS in lingua inglese, io e mia sorella eravamo gli unici del “giro” ad averlo, fatte probabilmente una trentina di copie, poi proliferate a loro volta, prima che arrivasse in italiano…

    Lacrimuccia di nostalgia…

  18. Avatar di cinder cinder 31/5/2013 01:45

    Un baluardo dell’animazione Giapponese (e non solo). Una trama sì debole ma che funge soltanto da impalcatura per qualcosa di molto più grande. Una grandissima metafora che ci racconta le paure di un popolo, la natura intrinseca dell’essere umano ed il principio di identità, rimarcato in forma moderna come ad echeggiare il vecchio Aristotele. Una frase, quella finale, che non si dimentica tanto facilmente. Sicuramente un’opera difficilmente comprensibile e che andrebbe riguardata più e più volte per coglierne tutti i reali significati e le numerose sfumature che la compongono. Capolavoro.

  19. Avatar di Maimato|Fuffaiter Maimato|Fuffaiter 31/5/2013 09:13

    E diciamolo che all’inizio, prima della proiezione del film, abbiamo avuto 3 minuti e 33 secondi in anteprima di Evangelion: 3.0 You Can (Not) Redo

    Ecco adesso mi rode di non esserci andato.

    • Avatar di valenokimuri valenokimuri 3/6/2013 11:24

      era jap sub Ita, ma con una scena in più Mostra Spoiler ∨

  20. Avatar di alopower alopower 31/5/2013 09:25

    Non so se è già stato detto, ma al The Space di Beinasco l’audio è stato ‘N’AMMERDA!!!!

    • avatar jojo 31/5/2013 13:54

      Fiuuu!!! Dovevo andare a vederlo li all’inizio, meno male che sono andato al Lingotto! XD

  21. Avatar di griso griso 31/5/2013 10:43

    Ma quanto cazzo è bella la colonna sonora?

  22. Avatar di pinq pinq 31/5/2013 11:26

    è stata la catarsi mainstream di una proposta culturale innovativa che ha fatto da apripista per tonnellate di altre produzioni imperdibili

    Ho avuto la stessa sensazione, mi ricordo il trailer che girava quasi clandestino sugli anica flash di notte e io che mi chiedevo cosa fosse quella figata assurda!
    E ora ero in un multisala a guardalo su megaschermo, hai proprio ragione è stata l’ennesima uscita dal ghetto.
    Comunque avrei dato tutti i soldi della digitalizzazione e delle card metalizzate per un ridoppiaggio rispettoso dell’opera.

    questo ha un valore chimico pari a 101

    facepalm

  23. Avatar di ogeid3 ogeid3 31/5/2013 12:36

    ,,, stiamo parlando dell’Italia dei primi anni ’90: Internet muoveva i suoi primi passi tricolori, le fumetterie erano estremamente rare…Non esagerare, a un decennio prima risalgono le riviste Metal Hurlant, Comic Art, Pilot, Frigidaire ecc. ed il film che per primo ruppe il noioso perbenismo della Disney è stato Heavy Metal nel 1981. A quei tempi saccheggiavo (per quello che permettevano le mie esigue risorse monetarie studentesche) la libreria Tempi Futuri a Firenze (esiste ancora!!), si leggevano i primi manga ancora impaginati al contrario. Non ci andavo matto, adesso sono arrivati autori degnissimi ed è tutta un’altra storia. In un numero di Eureka del 1983, totalmente dedicato al fumetto manga, regalarono l’Hachi-maki da annodare sulla fronte e che ancora conservo.

    • Avatar di Defkon1 Defkon1 31/5/2013 12:48

      magari questo è forse vero a Firenze, culla della cultura e grande circa quattro volte la mia Ancona…

      considera che qui da noi, tuttora, le fumetterie sono una e mezza (la “mezza” è perché vende praticamente solo action figure e games)…

    • Avatar di hexyt hexyt 31/5/2013 13:40

      Si in effetti non si può parlare di Akira come di una rarità per pochi eletti, va bene che pure io sono di Roma quindi magari ho una percezione alterata dal contesto, però dai cazzo. Se mi parli del film di Battle Royale o del manga di 20th Century Boys come perle poco conosciute e cagate in Italia ok, ma Akira davvero è come Biancaneve.

      • Avatar di Maimato|Fuffaiter Maimato|Fuffaiter 31/5/2013 14:13

        Si in effetti Akira e ghost in the shell erano molto diffusi anche in italia al contrario di altre finezze che ancora oggi sono introvabili come il citato battle royale.

      • Avatar di alopower alopower 31/5/2013 14:21

        +1

      • Avatar di Defkon1 Defkon1 31/5/2013 14:40

        fidati, hai una percezione distorta dalla grande città…

        in Ancona era facile che l’edicolante non ricevesse Dylan Dog, figurarsi roba tipo Akira… molta della mia roba arrivava tramite amici di Pesaro che frequentavano una fumetteria (probabilmente una delle prime della zona).

        @capox beh, dai, oggigiorno battle royale è semplicemente a un ordine di amazon di distanza…

        • Avatar di Maimato|Fuffaiter Maimato|Fuffaiter 31/5/2013 14:43

          Ormai si quando lo vedemmo la prima volta in jappo subbato in inglese Hexyt se l’era fatto mandare dal giappone

          • Avatar di Defkon1 Defkon1 31/5/2013 14:51

            ancora oggi sono introvabili come il citato battle royale.

            scrivevi “ancora oggi”… ;-)

            all’epoca comprai battle royale in dvd a londra, in una piccola videoteca vicino soho, anche perché era uno dei pochi dvd regione 2 (avevo uno scrauso mono-regione)…

      • Avatar di William J. William J. 31/5/2013 14:46

        +Millemila.

  24. avatar Enneaccatre 31/5/2013 12:50

    hahahaha ma sei di Ancona?

  25. Avatar di goriath | FX goriath | FX 31/5/2013 15:32

    Ho contattato il cinema dove mi sono recato a vedere Akira chiedendo spiegazioni riguardo la questione della card limited edition che non ho ricevuto. Questa è stata la loro risposta:

    Buongiorno, in occasione dell’anniversario abbiamo distribuito in omaggio una cartolina limited edition ma la stessa era riservata solo ai primi 50 spettatori dello spettacolo serale delle 21:30

    Essendoci andato io alle 16:30 me ne rimango con un clamoroso méh :(

  26. Avatar di miriam.stella1 miriam.stella1 31/5/2013 16:34

    La card siamo andati a chiederla nel pomeriggio, insieme ai biglietti comprati in prevendita e pagati 11 euro.La sera non abbiamo visto distribuire le card a coloro che compravano i biglietti, e da quello che ne so a Ferrara ne avevano solo 50 (erano 10.000 totali).Un filmone, lo vidi in VHS da ragazzina e ne rimasi colpita,non potevo perdermelo al cinema ormai da adulta.
    Unica pecca,il cinema Uci di ferrara (sala 1 almeno) è un forno,ha i sedili rotti e puzza di lettiera per gatti,ma per Akira ne è valsa la pena. ^_^

  27. Avatar di Wert Wert 31/5/2013 16:34

    non potete immaginare la mia GIOIA quando trovai tra i DVD dei film trash dell’ipercoop a 2€ e la mia RABBIA quando lo trovai tra i DVD dei film trash dell’ipercoop insieme all’allenatore nel pallone e simili :D

  28. Avatar di Pedro99 Pedro99 31/5/2013 16:45

    “RENATOOOOOOOOO!!!!” (cit.)

    ;)

  29. Avatar di Althea Althea 31/5/2013 16:59

    All’UCI di Parco Leonardo a Roma si sono dimenticati di spegnere le luci a inizio film, è dovuto correre su un’anima pia per limitare i danni a pochi minuti.. Però la locandina c’è! \o/ yay. :res: :popcorn:

  30. Avatar di Arjuna Arjuna 3/6/2013 12:39

    Sono a lutto, non sono potuto andarlo a vedere, con biglietto prenotato è già pagato . . . :(

    Influenza intestinale fulminante, dalle 16.00 del pomeriggio in poi. :o

  31. Avatar di itomi itomi 3/6/2013 14:15

    Devo andare a frugare a casa dei miei per recuperare Akira in VHS, cimelio che devo esporre in appartamento con supremo orgoglio :D

    • Avatar di Arjuna Arjuna 3/6/2013 14:27

      In una vetrinetta blindata, sotto vuoto. :res:

  32. Avatar di lucatrademark lucatrademark 3/6/2013 23:57

    Io l’ho visto oggi. Non ci ho capito una mazza, sono troppo ritardato :o

    • avatar grandenapo 4/6/2013 18:31

      Tempo fa, sotto terra, ho trovato un vecchio elmetto tedesco tutto arrugginito della seconda guerra mondiale, adesso l’ho indossato.
      Mi metto sotto la scrivania da dove cliccherò sul tasto “Commento all’articolo” e , a quel punto , mi massacrerete, ma tant’è…
      respiro profondo….via….
      Per me, Akira, è la corazzata potemkin, dell’animazione giapponese.
      Ecco l’ho detto, massacratemi pure, ma concordo con lucatrademark.
      Il doppiaggio non mi è piaciuto, ho portato tutta la famiglia, 5 persone, e ho speso 80 euro tra biglietti e qualche manciata di popcorn, la faccia di Kaneda era diversa a seconda della scena, troppo lungo e finale incredibile, nel vero senso della parola, trama incomprensibile, anche Miyazaki alle volte è poco comprensibile ma almeno i suoi disegni sono incantevoli..
      Comunque allo spettacolo delle 20 al Gulliver di Roma eravamo in 20 in tutta la sala.
      Katsushiro mi ha molto deluso.

      • Avatar di goriath | FX goriath | FX 4/6/2013 18:56

        «Lei è una merdaccia!» (cit.)

      • Avatar di Defkon1 Defkon1 5/6/2013 22:13

        che c’entra la corazzata? sei uno di quelli che ancora oggi non sanno la differenza tra potemkin e kotiomkin?

  33. Avatar di pazz99 pazz99 4/6/2013 16:18

    posso ancora trovare il manga?

Lascia un Commento

Devi essere loggato per inviare un commento.

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd