Advertisement”>
	



<div id=
ajax-loader
2 Avatar di Quid Quid
5
Tempo di Lettura in Minuti

La città della scienza

Migliaia erano i metri sulla quale si estendeva una delle più grandi attrazioni turistiche italiane dell’ultimo secolo, rasa completamente al suolo da un incendio del quale non si conosce l’origine; sembra quasi impossibile crederci ma è così, colonne di fumo e fiamme hanno dominato la tranquilla notte di ciò che è diventato un fatidico giorno per tutta Napoli.

La notte del 4 marzo 2013 ,un giorno come tanti altri, è destinato a rimanere segnato nella storia e nella mente di tante persone come il giorno in cui una delle più grandi fonti di conoscenza presenti sul suolo italiano è stata devastata da un incendio propagatosi in pochi minuti, senza lasciare scampo all’enorme struttura composta da sei padiglioni: la Città della Scienza di Napoli.

L’unico padiglione a salvarsi dal tutto è stato il ”Teatro delle Nuvole”, padiglione nel quale venivano intrattenuti giorno dopo giorno i bambini che si trovavano riuniti tutti insieme cercando di imparare qualcosa insieme alla scuola, agli amici o ai propri genitori; l’unica fortuna di questa tragedia è stata quella di capitare di lunedì, l’unico giorno in cui il centro rimaneva chiuso (sarà un caso? NdItomi).

Quella notte, lì, davanti a quelle lunghe mura che se ne andavano, 160 dipendenti piangevano il loro futuro.

Giornata davvero terribile per Napoli poichè quella stessa mattina si è verificato il crollo di un palazzo sulla Riviera di Chiaia, strada storica famosa anche per essere il luogo di nascita di Victor Frankenstein dell’omonimo romanzo Frankenstein della scrittice Mary Shelley.

 

 

Ma cos’era la Città della Scienza?

Era un progetto fondamentale: in primo luogo perché qui la comunicazione della scienza veniva utilizzata per promuovere una reale “cittadinanza scientifica”, fondamentale in un mondo sempre più basato sulla conoscenza.La Città della Scienza inoltre, si era posta l’obiettivo di formare imprese che modificassero il vecchio modello di sviluppo economico e industriale, in favore di uno sviluppo sostenibile fondato sul progresso scientifico.

Per capire l’origine di Città della Scienza, bisogna tornare un pò indietro con gli anni:

Verso la fine degli anni Ottanta viene organizzata, da un idea di Vittorio Silvestrini, la manifestazione “Futuro Remoto” che aveva lo scopo di riunire i grandi temi generali contemporanei e la ricerca scientifica verso un’ “apertura” e un modernizzazione della ragione in tutti i sensi.

A seguito del successo riscosso dall’iniziativa nacque la “Fondazione Idis” che dopo aver raccolto persone da tutta l’Italia iniziò ad ambire ad un vero e proprio risorgimento in quei duri anni  del quartiere “Bagnoli” di Napoli puntando in particolare alla fabbrica siderurgica della storica Italsider, in evidente piena crisi industriale, e cercando un riconversione della zona in un polo high-tech.

E fu così che dalla stessa società nacque nel 2003 la Città della Scienza.

Nel 2012 la Città della Scienza vantava varie rappresentazioni di discipline scientifiche tra cui biologia, astronomia e la tanto amata fisica, un planetario (si, di quelli fighi come se ne vedono nei film), mostre storiche, padiglioni e attività per bambini, e “lo Science Center” che non è altro che il primo museo scientifico e completamente interattivo costruito in Italia con laboratori, exhibit di esperimenti scientifici, attività per le scuole, teatro scientifico, ecc..

In pratica era un vero e proprio patrimonio culturale, realmente visto come un pezzo di Napoli, di certo non sto dicendo che la sua scomparsa è paragonabile ad un 11 settembre napoletano ma voglio solamente dire che questa struttura aveva fatto molto per la regione e per i suoi abitanti e sopratutto per prima volta sembrava che avesse acceso davvero una speranza di rinascita per tutti.

 

 

La città della scienza in fiamme

Ma se quel giorno era chiusa com’è stato possibile un incendio di quelle proporzioni?

Le testimonianze riferiscono di una estensione rapidissima dell’incendio, complice la gran presenza di legno e altri materiali infiammabili. E così in pochi minuti è andato in fumo un polo – nato dall’intuizione di Vittorio Silvestrini, presidente della fondazione Idis – che in una dozzina d’anni aveva guadagnato consensi e credibilità, non solo come luogo dove apprendere praticamente le leggi della scienza, grazie a decine di esperimenti pratici e dimostrazioni dal vivo, ma anche come centro congressi, centro di alta formazione, incubatore di imprese.

Mentre altre aggiungono:

Ad occhio e per l’esperienza mi sembra un incendio doloso per la rapidità, devastante. Napoli saprà reagire, ha grande cuore, dignità e forza, non bisogna piegarsi e ripartire subito.

Ancora non è chiaro chi o cosa è stato la causa dell’incendio che ha demolito il vasto patrimonio culturale, c’è chi dice che è colpa di un guasto elettrico, chi ancora che è colpa del custode, e poi c’è chi (come non biasimarli) affida tutta la colpa alla Camorra o al clan dei Casalesi e deduce anche che questi ultimi vogliano costruire sul suolo dell’ex Citta della Scienza un porto o un albergo di lusso.

Quindi si deduce che quest’incendio non è scoppiato per “puro caso” ma che ci sia una storia abbastanza complessa dietro a quelle macerie.

E già dal 5 marzo di sente la mancanza di qualcosa nell’aria, sarà la cultura che è andata distrutta, sarà che qualcosa a Bagnoli non c’è più, sarà semplicemente un sensazione sbagliata ma una cosa è sicura: è un altro pezzo di Napoli che se ne va.

Per concludere vi invito a contribuire alla ricostruzione di anni e anni di sacrifici donando anche qualche misero euro alla Città della Scienza visitando la loro pagina facebook poichè il server del sito è andato distrutto insieme a tutto il resto:

Per contribuire alla ricostruzione di Città della Scienza è disponibile il conto corrente, intestato a

Fondazione Idis Città della Scienza
IBAN IT41X0101003497100000003256
causale Ricostruire Città della Scienza

Questo è l’unico conto corrente dove esprimere il vostro sostegno
grazie di cuore

 

Condividi questo Articolo:
Send to Kindle
Aree Tematiche Articolo:
Attualità Scienze Scuola & Università
Tag Articolo:
Città della Scienza
Fondazione Idis
Futuro Remoto
incendio doloso
Italsider
Teatro delle Nuvole
Vittorio Silvestrini
107 LoadingMe Gusta
Loggati

163 Commenti

  1. Avatar di Squitty Squitty 6/3/2013 10:35

    camorra=cancro

  2. Avatar di itomi itomi 6/3/2013 10:35

    Schifo assoluto, disgusto massimo.

  3. Avatar di Pedro99 Pedro99 6/3/2013 10:50

    Domanda: ma non c’era tipo un sistema antincendio? Soprattutto viste le numerose parti in legno… :sad:

    • Avatar di suodes suodes 6/3/2013 10:52

      se l’incendio esplode all’esterno c’è poco da fare…

  4. Avatar di sssank sssank 6/3/2013 10:54

    Solo l’altro ieri ha chiuso Bridgestone sezione Bari, lasciando a casa 950 dipendenti.
    Vi ricordo che a bruciare la città della scienza son stati i napoletani o qualcuno che fa le loro veci.

    • Avatar di hellomee hellomee 6/3/2013 11:00

      Vi ricordo che a bruciare la città della scienza son stati i napoletani o qualcuno che fa le loro veci.

      Questa sinceramente non l’ho capita.
      Città della Scienza non è un’eccellenza solo napoletana, ma europea! Un esempio unico di scienza e didattica (paragonabile solo alla struttura francese). Smettiamola con queste stupidate.

      • Avatar di sssank sssank 6/3/2013 11:33

        smettiamola con queste stupidate, mai vista la struttura di Varsavia? mai visto il Nemo di Amsterdam? va bene che son tutti buoni quando muoiono ma non siamo ipocriti suvvia.

        • Avatar di hellomee hellomee 6/3/2013 12:16

          Ci sei mai stato alla Città della Scienza?

          • Avatar di sssank sssank 6/3/2013 21:00

            Sì, bella e grande, vero. Te sei mai stato al Nemo di Renzo Piano ad Amsterdam?

            • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 21:04

              Almeno quello è ancora visibile e non è una bellissima colonna di fumo attira turisti . Sono sicuro che ad Amsterdam il turismo è talmente scarso che pochissime persone la visitano durante l’anno..

    • Avatar di zato78 zato78 6/3/2013 11:45

      Ma di cosa cazzo stai parlando??

      • Avatar di sssank sssank 6/3/2013 12:04

        Sto parlando del fatto che non mi ha stupito affatto la notizia letta ieri sul giornale.
        Finché non sarà la mentalità della gente a cambiare queste cose succederanno, invece è sempre tutto come prima, sempre le stesse robette dei napoletani. Le mafie (in senso allargato) non vivrebbero senza l’appoggio della gente, ma questo non si dice mai perché altrimenti dove sarebbe il capro espiatorio?
        Capisci che è un controsenso lamentarsi del cancro della propria zona se si è fautori in primis del disagio? Sarebbe un discorso molto più grande da affrontare, per carità.

        Ora sono lì a piangere ed anche a me dispiace, però quando quest’estate metà della gente del mio paese non aveva più un tetto sulla testa, il mattino dopo erano tutti davanti alle fabbriche crollate, col caschetto in testa e il male dentro.
        La guerra alla mafia si può fare e si può vincere. Sì, certo, prima però bisogna iniziare a lottare.

        • Avatar di sssank sssank 6/3/2013 12:08

          E non è un dibattito da leghista, non ho mai votato quel partito e lo disprezzo a fondo.
          Le stesse tematiche delocalizzate le sostengo qua dove abito e son cresciuto, al nord, che non è meglio per niente.

        • Avatar di zato78 zato78 6/3/2013 12:10

          quindi ai napoletani sta bene avere la camorra? nessuno fa niente, sono tutti felici così?
          no vabè…

          • Avatar di sssank sssank 6/3/2013 12:14

            Purtroppo alla maggior parte sì.
            Fortunatamente comunque c’è una fetta non trascurabile che ha dichiarato guerra.

          • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 6/3/2013 12:34

            quindi ai napoletani sta bene avere la camorra? nessuno fa niente, sono tutti felici così?
            no vabè…

            Magari non a tutti, ma ad abbastanza napoletani da farlo pesare.
            Io ho mio fratello che lavora e vive a Napoli, ci sono stato molto spesso, ed ho visto e sentito diverse volte i napoletani “rispettare” il sistema.

            Putroppo è triste realtà che per molti bambini napoletani il sogno sia di entrare a far parte di “O’sistema” una volta cresciuti. Questo è vero non solo di Napoli e della Campania, ma anche di diverse città della Puglia, della Calabria e della Sicilia.

            Il mio non è un commento “leghista”, sono barese, e odio i leghisti con tutto il cuore (soprattutto perché molti di loro sono figli o nipoti di emigrati del sud).

        • Avatar di camo camo 6/3/2013 12:33

          Beh ma che discorsi! E’ riduttivo dire che la mafia sta bene ai napoletani, o ai siciliani. E’ un discorso troppo complesso per scriverlo in un post, dove tutti hanno le proprie colpe. Anche i cittadini, certo. Ma lo stato le ha in primis. Io credo che la mafia non fa altro che colmare un vuoto che qualcuno ha creato. Se quel vuoto lo si colma la mafia non esiste più. Il perche non si posso o non si voglia colmarlo è molto complicato dirlo. La mentalità di cui parli non è che la diretta conseguenza di questo IMHO.

          • Avatar di Ghiacciolo Ghiacciolo 6/3/2013 14:07

            ^ This

            Purtroppo è vero che buona parte della popolazione del sud ha ancora una mentalità egoista e strafottente (se il problema mi tange mi lamento, se no non sono problemi miei; stessa cosa per le raccomandazioni). No che al nord non ci siano comportamenti simili ma certamente sono meno marcati, meno subdoli e “malati”.
            Però non si possono incolpare i cittadini, l’educazione e la cultura si acquisisce, non si crea. I bambini non possono essere responsabili di essere stati cresciuti in una certa maniera, e allo stesso modo gli adulti non possono capire che il sistema non va se non li educhi ad acculturarsi ed informarsi, a capire ciò che è giusto e ciò che non lo è.
            Come ha scritto camo la mafia ha solo riempito un vuoto lasciato dalle istituzioni, che ancora oggi faticano ad entrare nella vita delle persone in maniera sana, anche perché ormai è un cane che si morde la coda. Le cose comunque vanno sicuramente meglio di 40 anni fa (la mafia ormai è più presente nella costruzione, sono rari i casi di gambizzazione, omicidi e richieste di pizzo).
            Quello che dice sssank purtroppo non è sbagliato, ma è troppo facile e sbrigativo dare la colpa ai cittadini se sono stati educati male. :)

            • Avatar di sangi sangi 6/3/2013 16:34

              Commento solo questo:

              La mafia ha colmato il vuoto delle istituzioni

              Quale vuoto? Della droga? Degli omicidi? No, perché non capisco come la presenza dello stato possa combattere la mafia senza scatenare una guerra civile.

              • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 16:39

                “Ci hanno fatto il lavaggio del cervello!”

              • Avatar di camo camo 6/3/2013 16:46

                Ti servono dei soldi? la mafia ti aiuta, lo stato no. Hai subito un’ingiustizia? la mafia ti aiuta, lo stato no. La mafia ha aiutato i cittadini dove uno stato pachidermico e burocratico negli anni non è arrivato. E’ con le piccole cose che la mafia è diventata grande. Adesso certo che serve una guerra civile. Oppure una rivoluzione ideologica che però impiegherà generazione per arrivare a compimento.

              • Avatar di sangi sangi 6/3/2013 19:45

                No, non è la mafia che ha portato quelle cose. E’ l’illegalità. La gente si è affidata all’illegalità. La mafia è diventata grande perché la gente piuttosto che sopportare un’ingiustizia preferisce lanciare una patata bollente all’altro, perché la mafia i soldi che presta li prende dal traffico di droga, armi e persone, quei soldi te li da per ripurirli. Non è la mafia ad aver fatto favori, è il contrario.

              • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 19:55

                Quando le ingiustizie provengono dallo stato,voglio ben credere :)

              • Avatar di sangi sangi 6/3/2013 20:08

                @quid
                Mi stai davvero dicendo che se lo stato ti tratta male bisogna affidarsi alla mafia?
                Lo stato deve 10 miliardi alla sardegna, non vedo pizzi e camorra, qui.

              • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 20:40

                Errato, ti sto dicendo che da una maggioranza di gente portata a vivere o ad affidarsi alla illegalità o a chi pratica la legalità,buona parte del paese è rimasta lì impotente e questo anche perchè lo stato non aveva fatto nulla finchè a Bagnoli non hanno costruito quella santissima Città della Scienza;un bel 70% è rimasto nel sistema governato dalla camorra,l’altro 30% sta attualmente all’estero.

              • Avatar di WinstonSmith WinstonSmith 7/3/2013 06:55

                In comunità primitive i torti e le offese sono vendicate direttamente dalle vittime, ma per evitare che per la legge del più forte gli individui più deboli, senza capacità di vendicarsi (e quindi difendersi, se le rappresaglie diventano un deterrente) siano inermi e alla mercé dei potenti, viene affidato il monopolio della violenza allo Stato, che si accolla l’onere di punire chi fa un torto (e per evitare che le pene siano sbilanciate viene istituito il codice penale) e vendicare i vulnus (in questo caso la violenza, che comunque consiste nella requisizione della libertà, è considerata giustificata perché volta al bene comune); in assenza dello Stato, questo compito viene raccolto dalle entità più forte, come appunto le mafie, e le lotte tra cosche sono appunto spiegate dalla volontà di prendere il posto dello Stato; fatto ciò, la gang si fa protettrice del quartiere, e s’impegna a difendere i suoi affiliati; è ovvio e normale che, in queste condizioni, per spirito di sopravvivenza, le persone accettino di pagare il prezzo della vita (il pizzo, spacciato per tassa per la difesa, una specie di scutage); tuttavia, fortunatamente, ci sono persone che si ribellano eroicamente a questa condizione aberrante (lo Stato è volto al bene comune, le mafie al guadagno personale), e secondo me è profondamente sbagliato dire che sono la normalità: è uno slancio titanico da celebrare , non un tic da fare per moda.

            • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 6/3/2013 19:35

              allo stesso modo gli adulti non possono capire che il sistema non va se non li educhi ad acculturarsi ed informarsi, a capire ciò che è giusto e ciò che non lo è

              No.
              Assolutamente no.
              Totalmente no.
              L’uomo è capace di distinguere bene e male, eccetto per i portatori di handicap.
              Chiamare in causa l’ineducazione statale verso i cittadini è la tipica scusa del meridionale medio (non ho paura a dirlo, sono barese).
              Se hai le palle, cerchi tu le informazioni, e dici no al crimine organizzato, se non dici no, sei complice.
              A Napoli, come in altri luoghi del meridione, centinaia di migliaia di italiani non dicono niente, sono tutti complici.

              • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 19:40

                Omertà… :(

              • Avatar di Ghiacciolo Ghiacciolo 6/3/2013 22:59

                L’uomo può capire certi valori se ha una buona educazione. Se studia. Se conosce la storia e i comportamenti umani. Se no il suo mondo sarà quel sistema mafioso che lo circonda. Una persona che dallo stato non riceve niente e invece dalla mafia riceve il pane per vivere e pure di più io non la giustifico, ma la comprendo.
                E comunque io mi riferivo ad un comportamento più vasto, all’atteggiamento che hanno quasi tutti i meridionali di pensare solo a sé e ad amici e parenti (se va bene a me, allora va bene in assoluto). È un comportamento sottile, per cui non basta informarsi per debellarlo. Ti educano così fin dalla nascita e non capiscono proprio che sia un ragionamento sbagliato perché fa parte di loro (o di noi). L’unico modo per sconfingere un male ereditario è immettere valori da un sistema sano esterno: la scuola. A dare cultura, A far funzionare le scuole e le università, ad organizzare eventi culturali, ad informare, a punire chi sbaglia e far capire perché sbaglia, a dare un lavoro ed una speranza alternativa al sistema territoriale corrotto ci deve pensare lo stato. È l’unico oggettivamente che ha i mezzi e le risorse per sanare in una volta un territorio così vasto.

              • Avatar di Sakurambo Sakurambo 7/3/2013 10:29

                +10000000!

                Io sono decisamente stanco di sentire frasi del tipo:”Lo Stato deve aiutare qui e deve aiutare là!” oppure “Stiamo aspettando che lo Stato intervenga” e via discorrendo.

                Vorrei ricordare a TUTTI che l’Italia non è una entità qualsiasi, l’Italia è una REPUBBLICA e per chi conosce il latino, REPUBBLICA ha un significato ben preciso: RES – PUBLICA e cioè COSA PUBBLICA e riducendo all’osso COSA DEL POPOLO riquindi l’ITALIA è NOSTRA, SIAMO NOI l’Italia non chi ci governa o quei 700-800 coglioni che ci governano!

                E se quei 700-800 coglioni se ne sbattono e noi non facciamo nulla, siamo loro complici. E per la proprietà transitiva, se lo Stato non fa nulla contro le Mafie, dobbiamo essere NOI a farlo e se noi non facciamo nulla siamo COMPLICI!

                Non ci sono discussioni, non ci sono punti di vista…ci sono solo SCUSE!!

              • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 7/3/2013 10:52

                Una persona che dallo stato non riceve niente e invece dalla mafia riceve il pane per vivere e pure di più io non la giustifico, ma la comprendo.

                No, questa è una persona che sta comoda come sta.
                Io dallo stato non ho ricevuto un cazzo di niente, neanche dopo avergli dato il culo per due anni.
                Mi sono informato da solo, e da solo ho detto NO quando è stato necessario.
                Sono stato più di una volta nella merda fino al collo, me ne sono districato io, ho pagato IO le conseguenze delle mie azioni, non ho chiesto alla Sacra Corona Unita di pagarmi i debiti.

                Ti educano così fin dalla nascita e non capiscono proprio che sia un ragionamento sbagliato perché fa parte di loro (o di noi).

                Sono discorde anche con questo.
                Anche qui si tratta di una posizione di comodo.
                Sono barese, sono meridionale, sono terrone.
                NESSUNO ha mai provato ad educarmi sin dalla nascita a sopportare/supportare il crimine.
                A scuola, in famiglia, persino gli amici e le frequentazioni.
                Ogni qualvolta si parlasse di qualcuno che faceva l’arrogante, e si diceva “ca cudd jàé nu topin’, statt’accurt!” (traduzione: “guarda che quello è un criminale, fai attenzione!”), la risposta che mi hanno insegnato a dare è stata “Fasc’ lev’o’cazz!” (“può anche applicare una leva al mio balollo, non riuscirà a sollevarmi”).

                Quelli che educano i loro figli nell’altra direzione sono tutti complici, accusano uno stato mancante per mascherare la loro pigrizia e comodità.

                lo stato manca, è vero, ma lo stato siamo noi. Se quelle persone inutili ci governano è perché NOI le abbiamo scelte, quindi siamo colpevoli quanto lo stato che manca.

                Se un giorno mio figlio dovesse presenziare al mio funerale perché ho detto no e mi sono beccato un calibro .45 in pieno petto, io sarò comunque contento di aver detto quel fottuto NO!

                Preferisco morire pulito, piuttosto che vivere sporco e complice.

            • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 20:01

              …. o forse semplice paura?

              • Avatar di sangi sangi 6/3/2013 20:10

                La paura è un motivo per fuggire, non collaborare.

        • Avatar di Sakurambo Sakurambo 6/3/2013 16:07

          +1 +1 +1 +1 +1

        • Avatar di lucatrademark lucatrademark 6/3/2013 16:55

          +1

        • Avatar di Zip Zip 6/3/2013 20:26

          @sssank dalle tue parole si capisce che vivi o al centro o al nord, solo una persona che non ha visto con i propri occhi la mafia puo parlare cosi.

          • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 20:51

            La mia storia di camorra vissuta in prima persona:
            Mia madre ha una fabbrica nei dintorni di Napoli,quel giorno di cui vi sto narrando era aperta si e no da qualche mese.Un giorno lavorativo come tanti altri si presenta di fronte all’ingresso dello stabilimento un omino un pò smilzo,con la barba che chiese al citofono affianco alla porta di parlare con “o’ boss”.
            L’uomo non ebbe risposta e venne incitato ad andarsene,ma continuava a chiedere del “o’ boss” dello stabilimento.
            Ebbene venne accontentato.
            In quegli anni in fabbrica avevamo un bellissimo pastore Tedesco,addestratissimo e molto ubbidiente quanto bello d’aspetto:mia madre fu costretta a uscire fuori dallo stabilimento con quell’enorme e bellissimo animale, lanciando minacce al tipo che subito decise di andar via essendo visibilmente intimidito dal cane abbastanza inferocito dalla sua presenza ovviamente non voluta;
            ma mia madre sapeva che non sarebbe finita lì,la Camorra locale non guardava in faccia a nessuno.
            Così da quel giorno stesso,la mattina seguente e ancora oggi le autorità locali hanno allestito e portano avanti un casello di sicurezza molto efficiente difronte all’entrata in discesa che portava ai tantissimi capannoni che fino al quel giorno erano rimasti chiusi per via della camorra.
            Tantissimi stabilimenti,oggi sono lì,vogliosi di lavorare per guadagnarsi il pane che prima non potevano avere perchè qualcuno aveva tolto loro il diritto.

          • Avatar di sssank sssank 6/3/2013 21:42

            @Zip ho vissuto la gran parte della mia vita nell’Italia settentrionale.

            Ho scritto e cancellato veramente cento volte questo messaggio, alla fine ho deciso di non scriver nulla. Ho già scatenato questo flame e me ne son pure pentito.

            Non voglio sembrare un hater, non lo sono e mi darebbe fastidio essere etichettato come tale, ma son argomenti tanto delicati che sarebbe difficile esprimere ciò che veramente penso.

            Il mio era un messaggio “pro-lotta alla mafia” non “contro-gente del sud”.

            • Avatar di Zip Zip 6/3/2013 22:24

              io capisco il tuo intervento Positivista, ma per come lo hai scritto si è capito perfettamente da dove vieni, ed è in parte una attenuante, ti assicuro che non basta dire domani alziamoci e la mafia la buttiamo giu… purtroppo c’e una percentuale di persone alla quale la mafia conviene, se hai un problema vai dal tuo amico mafioso che te lo risolve non dalla legge che ti fa aspettare 20 anni e poi non conclude nulla, fino a quando lo stato non fara vedere di essere presente e efficente la gente preferirà la mafia in questo senso. qui da me la mafia non si vede, si respira e ti assicuro che è talmente radicata che è sottointesa che ci sia, non è facile un giorno forse la abbatteremo, ma se la gente continua a guardarsi le fiction, i film i soprano e cazzate varie senza capire quanto male in realta fanno male, e come un po appoggiarla. vi rendete conto che un boss della camorra si è fatto la villa come scarface?
              vi rendete conto che riina guardava il capo dei capi in cella e lo commentava ?

            • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 7/3/2013 08:01

              Io concordo al 100% con te (se fossi russo concorderei al 140%), come penso (e spero) si capisca dai miei commenti.

              La realtà del crimine organizzato è che la gente lo lascia fiorire per comodità.

              La storia di @Quid ci mostra chiaramente come SI DEBBA combattere contro il crimine.

              • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 21:46

                Non penso esista solo la mia di storia…a Napoli gira di peggio.
                Ormai la mia città la vedo ogni giorno in TV,smembrata dai notiziari e dai progammi popolari.
                Napoli li produce i soldi,eccome se li produce,solo per Striscia la Notizia e co.

  5. Avatar di mariowho 6/3/2013 10:54

    ricordo quando ci portavano in gita alle medie… un modo per imparare divertendosi…
    tristezza a palate… :(

  6. avatar dersuchende 6/3/2013 10:57

    sono di napoli.

    ricordo le numerose visite della scienza.

    ci passavo spesso davanti, mi venivano alla mente immagini degli esperimenti e quel senso di meraviglia che un bambino prova di fronte alla scoperta del nuovo, del mondo.

    con al città’ della scienza se ne va via un pezzo del cuore della citta. sicuramente un pezzo del mio cuore.

    quel fuoco sembra distruggere non solo il lengo , ma anche l’ultima speranza di risorgimento di una città meravigliosa, un “paradiso perduto” martoriato da troppo e da troppi.

    e’ finita.

  7. Avatar di hellomee hellomee 6/3/2013 10:58

    Perché nell’articolo se ne parla al passato? Forse l’autore non conosce bene la struttura che in realtà è divisa in due parti. Quella che si vede nella foto qui in alto è la parte andata a fuoco, si è salvato solo un “capannone” ma c’è un’altra struttura che non si vede nella foto, che diciamo è posizionata verso l’angolo in basso a sinistra della foto che è perfettamente integra. Certo è andato perso gran parte gran parte del patrimonio museale e scientifico ma Città della Scienza non è morta, è ancora lì. Almeno parte di essa.
    Il problema più grave è rappresentato dal fatto che i tempi si dilateranno per l’insediamento delle nuove imprese all’interno dello SmartLab, e sempre relativamente all’incubatore molte imprese ICT adesso dovranno reinventarsi un posto dove stare…

  8. Avatar di entrinseco entrinseco 6/3/2013 11:01

    Purtroppo tutti i soldi che verranno donati/stanziati da stato/europa/cittadini andranno in mano alle organizzazioni mafiose che si aggiudicheranno gli appalti! Inizieranno i lavori ma si fermeranno dopo due mesi lasciando tutto come prima. La forte volontà di ricostruire a Napoli la “città della scienza” porterà a investire altri soldi per tanti anni, ma che andranno sempre in mano alla Mafia. E cosi, come tute le opere che devono nascere nel sud italia, saranno solo un “bancomat” per le organizzazioni malavitose!
    L’Italia è in rovina per gente come questa! attenta solo ai propri interessi economici, senza nessuna dignità e che usano la corruzione come unico mezzo! Ci rialzeremo solo quando quest’ultima cesserà di esistere!

    (N.B. non è un attacco alle popolazioni del sud. Ho origini campane, e moltissimi amici di tutte le regioni meridionali. Ma è innegabile, al sud la corruzione e la malavita sono ormai di ordinaria quotidianità)

    • Avatar di hellomee hellomee 6/3/2013 11:05

      Città della Scienza è stata costruita in quel posto proprio per dare una spallata alle organizzazioni criminali e se quella zona (Bagnoli, ex Italsider ecc.) rischia ancora di non essere riportata ad un normale stato ambientale è proprio per continuare ad impedire alla criminalità di metterci le mani. Stiamo attenti a fare commenti facili e qualunquisti. La CDS rappresenta un grande esempio di eccellenza e non deve fare specie che sia a Napoli.

      • Avatar di entrinseco entrinseco 6/3/2013 11:21

        ma hai perfettamente ragione.
        E’ colpa mia che non ho specificato bene.
        Il mio timore principale è che appunto l’incendio sia stato causato dalla “mafia” per questi motivi che hai detto tu! come a dire “state provando ad escluderci? guardate che noi ci siamo sempre! ora provate a ricostruire la CDS senza chiederci il consenso!!!”

        • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 11:24

          Il gesto assomiglia a un cane che dorme e infastidito da una mosca si limita a sbuffare. Secondo me questo è niente…

        • Avatar di hellomee hellomee 6/3/2013 11:30

          Sì la sensazione è questa. Una “guerra” che ci sfugge, che non ci è dato di sapere da chi e contro chi viene combattuta. Anzi, contro chi possiamo immaginarlo: contro di noi, contro gli italiani, contro i napoletani.

  9. Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 11:18

    La mafia deve essere POLVERIZZATA e gettata al vento di una tempesta in alto mare.

  10. Avatar di Revan Revan 6/3/2013 11:19

    Povera Italia.. irrecuperabile…

    • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 11:20

      Pugno duro, adesso! votate gli onesti

      • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 6/3/2013 12:36

        votate gli onesti

        In politica non ce ne sono.
        La politica corrompe l’onestà, e la porta sulla strada del crimine…

        • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 15:28

          Ci vorrebbe una lezione di politica all’italia,i veri criminali sono loro

        • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 15:33

          Le soluzioni sono logiche: forte selezione all’ingresso, rapidi cambiamenti di mandati, cinghia stretta sugli stipendi. Ed è quello che sta avvenendo adesso.

          • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 15:45

            Delle decisioni sanno prenderle tutti,il problema e come e chi le prende :)

            • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 15:52

              Mandare a casa i ladri o non mandarli. Cosa c’è da decidere?

          • Avatar di camo camo 6/3/2013 16:02

            Vorrei essere ottimista come te sui futuri politici italiani!

            • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 16:11

              Ho letto un commento prima che parlava del “sistema”,bene il sistema della politica è un circolo “vizioso” dove prima entri con l’intenzione di cacciare i ladri e poi lo diventi a tua volta :)
              Il problema del sistema di oggi non è tanto la camorra che non fa altro che approfittare di come vanno le cose in italia,e sopratutto a Napoli,ma è semplicemente del fatto che sulla scena politica ci sono sempre la stessa tipologia di persone che alla fin fine di benefici non ne apporteranno mai!Nè alla legge,nè all’economia!

              • Avatar di camo camo 6/3/2013 16:21

                +1 Verissimo. E’ il motivo per cui ho votato m5s. Gente che dall’oggi al domani diventa politico senza la trafila di “riti di iniziazione”. Sono pessimista sul successo della mia scelta ma IMHO era l’unica che valeva prendere.

              • Avatar di camo camo 6/3/2013 16:23

                * valeva la pena

              • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 16:34

                e se m5s cede al sistema?

              • Avatar di camo camo 6/3/2013 16:42

                E certo il rischio è quello. Rischio alto secondo me! Ma il rischio era del 100% nei partiti “canonici”!

              • Avatar di alc0r alc0r 6/3/2013 16:54

                @camo sarebbe bello pensarlo, ma poi succedono cose di questo tipo:

                http://www.blitzquotidiano.it/video/m5s-paolo-bernini-ballaro-zeitgeist-apre-occhi-microchip-corpo-umano-massoneria-1494966/

                e cascano le palle.

              • Avatar di camo camo 6/3/2013 17:02

                Eh lo so. Bisogna turarsi il naso. Guarda io per molti versi sono agli antipodi del m5s. Però ormai ho capito che un’ italia guevarista non esisterà mai e oggi quello che serve al paese sono uomini onesti. Ad oggi questi del m5s lo sono, poi se credono alle scie chimiche che ci devo fare? meglio un credulone che un delinquente…

              • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 10:56

                Eh no, parafrasando un commento che ho letto sul Disinformatico un credulone non devi nemmeno corromperlo con un milione di euro, basta che gli fai vedere due stronzate su internet.

            • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 17:52

              A me cascano per il fatto che è stata messa in primo piano una voce singolare che non è il pensiero dominante.

              • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 18:01

                A me perchè la televisione e le radio italiane buttano merda su merda sul m5s e mai su gli altri partiti.

              • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 18:07

                D’altronde questo è anche il prodotto della società contemporanea, ragazzi confusi che non comprendono il mondo e si attaccano a video che si presentano con autorità. Personalità deboli, stordite negli anni da un eccesso di stimoli dal mondo globale senza possibilità di racchiuderli in schemi di senso collaudati perchè ogni schema diventa obsoleto con troppa rapidità. Paure diffuse, liquide che vanno imbrigliate in qualche modo.

              • Avatar di GiuliusT GiuliusT 6/3/2013 18:17

                Ti dirò, per 11 anni ho guardato con sufficienza chi anche solo accennava alle teorie del complotto dell’11 settembre, e a dire il vero non avevo molti argomenti per dire il contrario se non un “ma ti pare”. Poi a novembre di quest’anno per caso ho guardato uno dei tanti video su youtube, ho preso quello che presentava gli argomenti con più obiettività senza musichette o giri di retorica. Ebbene sono rimasto sbalordito, bastano anche 2-3 indizi per convincere chiunque, li si presentano decine di prove. Mi è venuto solo da cercare di capire come si possa fare le cose in modo cosi grossolano quando lo scopo è insabbiare. Per il resto delle teorie complottiste continuo a dare del matto a chi me le presenta.

              • Avatar di alc0r alc0r 6/3/2013 19:16

                Era per dire che gli idioti sono ovunque, da questo qui a Scilipoti col signoraggio, a quelli che fanno le interrogazioni parlamentari sulle scie chimiche a Borghezio che vede madonne e ufo…

  11. Avatar di lordbison lordbison 6/3/2013 11:57

    Maaaa… sulla questione offerte, perchè dovrei donare?
    Farò il gramo: pur non avendola mai visitata ammiro la scienza in ogni sua declinazione, soprattutto didattica, ma è scoraggiante fare offerte per qualcosa che poi “brucia misteriosamente”

    • Avatar di hellomee hellomee 6/3/2013 12:15

      Anche io ho dei dubbi sulle corse alla donazione generalizzata…
      Aggiungo solo che anche la Fenice di Venezia, o il teatro di Bari (per restare nell’ambito culturale e di strutture andate a fuoco) beneficiarono di fondi privati provenienti da donazioni. Allo stesso modo le varie ricostruzioni post-alluvioni e terremoti in ogni parte d’Italia (e anche estero). Non vedo perché poi quando si tratta di Napoli… ;o)

      • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 6/3/2013 12:42

        il teatro di Bari

        Il Teatro Petruzzelli, bruciato per truffe assicurative, ricostruito in parte con donazioni, ed è attivo di nuovo.
        Il Teatro Margherita, invece, sempre a Bari, chiuso dal 1980 per poter avviare i lavori di restauro, è ancora lì che “muore”, dato che non ci sono interessi da parte della politica/criminalità (si sa che viaggiano a braccetto). Nell’agosto del 2011, l’ultima volta che sono stato dai miei a Bari, era ancora un cantiere…

        • Avatar di lordbison lordbison 6/3/2013 12:53

          Sicruamente finchè non ho più informazioni su cosa l’ha causato e su come verranno impiegati i fondi non farò proprio nulla (quindi probabilmente mai)

    • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 15:20

      Di certo non l’hanno bruciata loro visto tutti gli anni e i soldi che lo stato ci aveva messo

  12. Avatar di Brian Brian 6/3/2013 15:30

    Da chimico, che si trova anche ad introdurre bambini e ragazzi alla scienza, posso soltanto dire che la camorra uccide tutto ciò che porta speranza e cultura.
    Ci vogliono sempre più ignoranti.

  13. Avatar di Quid Quid 6/3/2013 15:34

    La manodopera la possono trovare solo in questo modo,Bagnoli per loro era tipo un enorme distributore e quando gli serviva qualche sostituto inserivano la monetina e usciva il tutto…

  14. Avatar di Sakurambo Sakurambo 6/3/2013 16:25

    La mafia/camorra/n’drangheta/sacra corona unita esistono perchè lo Stato lo permette QUINDI perchè NOI lo permettiamo!

    Ricordatevi che la “mafia” non è solo un atto intimidatorio in sè ma tutta una serie di mentalità, comportamenti, atteggiamenti che sono insiti nell’essere italiano (purtroppo).
    TUTTI abbiamo un comportamento omertoso sempre, tutti i giorni! Anche solo il fatto di non denunciare il vicino di casa che non paga le tasse ma gira con il megasuv è un essere omertosi quindi permettere al fenomeno di turno di prendersi gioco del sistema.

    Venendo al fatto tristissimo di Napoli, mi viene da paragonarlo ai continui incendi estivi in Calabria, Sardegna, Campania, Sicilia dove è ormai conclamato che sono dolosi per permettere alle “guardie venatorie” di lavorare tutto l’anno per fare opera di rimboschimento per i boschi bruciati oppure per rendere edificabili delle zone altrimenti dedicate a pachi naturali.

    Un esempio di come dovrebbe funzionare in questi casi? Subito siore e siori! A Ravenna (Lido di Dante-Lido di Classe), la scorsa estate, sono bruciati circa 40 ettari della famosissima Pineta di Classe (risalente al periodo dell’Impero Romano). Appena finito il rogo il Sindaco di Ravenna, quel coglione (in questo caso) genio, ha dichiarato

    Tutte le nostre pinete sono assolutamente sigillate, sulla base dei nostri strumenti urbanistici, ad ogni ipotesi di cementificazione che riguardi anche un solo metro quadrato

    e se non sbaglio (non trovo fonti) ha emesso una ordinanza che mette nero su bianco quello dichiarato e quindi mette al riparo da speculazioni edilizie la pineta bruciata.

    Questo per dire che se si vuole, si possono combattere certi tipi di speculazioni “mafiose” di qualsiasi tipo (per la Pineta di Classe pare ci fossero notevoli pressioni e richieste sulla edificabilità di una parte della pineta da parte di soggetti di dubbia moralità).
    A Ravenna non siamo i portatori della moralità (tutt’altro) e non siamo i protettori del mondo (fatichiamo a proteggerci da soli) ma almeno in questi casi sono stati dati segnali (nel loro piccolo) molto forti.

    Prima di sparare sentenze su giunte e governi mafiosi, voglio aspettare la reazione del Municipio di Napoli o della Regione Campania e spero di sbagliarmi a pensare male. ;)

    Purtroppo però, come disse il caro e vecchio Gobbo Andreotti

    A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca

    • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 16:38

      +1 +1 +1 +1 +1 +1 +1 +1 ,ci vorrebbe un applauso! :D

      Purtroppo come ne ha dato dimostrazione Striscia alla Notizia qualche settimana (mese?) fa,non sempre la camorra (in quel,ed in questo caso) è coinvolta in tutto ciò che accade in un determinato posto ma alle volte sono stesso i cittadini a voler omaggiare il sistema fatiscente e corrotto sul quale si posa la loro comunità .

      Mostra Spoiler ∨

    • Avatar di camo camo 6/3/2013 16:38

      su due cose sole non sono d’accordo:
      1)

      Ricordatevi che la “mafia” non è solo un atto intimidatorio in sè ma tutta una serie di mentalità, comportamenti, atteggiamenti che sono insiti nell’essere italiano (purtroppo).

      Non è vero, io onestamente non lo sono pur essendo italiano. Si torna al discorso di prima, ovvero è che ti crescono così. Ma io mia figlia non la crescerò così!
      2)Caro accostato ad Andreotti. Se intendi caro dal punto di vista economico allora sì, altrimenti ci stava meglio un aggettivo diverso, chessò, mafioso per rimanere in tema.

      • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 17:01

        Dipende anche dove cresce tua figlia..

        • Avatar di camo camo 6/3/2013 17:05

          Vero. Sto lottando una battaglia persa sulla laicità di mia figlia. In questa inculandia dove vivo, per esempio, è impossibile non battezzare un bambino. Non ci sono cazzi, mi son reso conto essendo padre di quanto sia difficile cambiare lo status quo. Però non mollo!

          • Avatar di zato78 zato78 6/3/2013 18:00

            Io ho dovuto fare una scelta: o battezzare mia figlia o soprimere le 2 nonne con un gas letale. Ho fatto la scelta che non mi manda in galera.

            Mostra Spoiler ∨

            • Avatar di zato78 zato78 6/3/2013 18:01

              edit.
              sopprimere

            • Avatar di Quid Quid 6/3/2013 18:02

              Non c’è rispetto per il pensiero altrui..

            • Avatar di camo camo 7/3/2013 09:19

              :res: Io non parteciperò. Così quando la gente chiederà perchè non c’ero forse capirà quanto sono stato contrario alla cosa.

              Stamo ar medioevo, c’ha raggione mi fijio,

          • Non voglio sollevare questioni su cose così personali, ma due riflessioni me le fai partire. Imho laico non significa agnostico/ateo (e non voglio dire che tu voglia questo dai tuoi figli) quasi impossibile, ho molti coetanei che non sono battezzati, ci riuscirai!

      • Avatar di Sakurambo Sakurambo 6/3/2013 17:31

        Ripondo ai punti:

        Punto 1 – Ho ovviamente generalizzato anche perchè prendere in considerazione ogni Italiano mi risultava difficile….e poi ho il lanciarazzi scarico ;)
        Il mio era solo un modo di dire per sottolineare che la cultura del “furbo” in Italia è “radicalmente radicata” e risulta normale un comportamento omertoso o pseudo tale. Poi ovviamente ci sono Italiani che non sono così (e per fortuna) e si notano lontano un km (riperfortuna).

        2 – il “caro” era fortemente ironico :D anche perchè il solo pensare ad Andreotti che gira ancora per le poltrone di Montecitorio mi fa venire il vomito!

        Apro il contenzioso “laicità” (Politica + Religione nello stesso post uuuuhhhhhhh WARNING WARNING WARNING): perchè dovrebbe essere impossibile non battezzare un bambino?? Mica ti costringono puntandoti una pistola alla tempia!! L’importante è che tu registri la nascita agli uffici comunali poi il resto è tutto un di più.

        COnosco tantissimi amici che non hanno battezzato il figlio e il bambino cresce benissimo e senza problemi sia morali che spirituali :D sinceramente non capisco a cosa ti riferisci.

        Se invece parli di “obbligo” alla educazione religiosa o comunque all’affiancarsi alla religione “nazionale”…beh…qui non posso che darti ragione.
        Io sono per l’educazione e poi se vuole, quando sarà grande, deciderà cosa scegliere per il suo “spirito”. Se vorrà credere di reincarnarsi in una Balenottera Azzura, saranno fattacci suoi.
        Peccato che mia moglie non la pensi esattamente come me :D

        • Avatar di camo camo 7/3/2013 17:15

          Per il punto 2 era ovviamente una cosa ironica.
          Per quanto riguarda il discorso battesimo….hai ragione, l’ho sempre pensata così anche io. Il problema però è che c’è una famiglia da tenere unita. Ti rendi conto che non vale la pena disfarla per una cosa che nemmeno esiste come lo spirito santo e quindi ci metti una pietra sopra. Il problema è che la gente che nello status quo ci vive quotidianamente non le capisce queste diversità: è così per un battesimo ed è così per qualcuno che si vuole opporre alla mafia. Ti assicuro che vivere in un sistema e andargli contro è molto difficile! e ti parla uno che ha sempre detto “se vorranno battezzare mia figlia dovranno passare sul mio cadavere”.

          • Avatar di Sakurambo Sakurambo 7/3/2013 17:28

            :D
            Con me sfondi una porta aperta.
            Considera che mi sono sposato una “figlia di Maria”…ok che sono le prime a darla via, ma alla lunga possono essere pesanti :D

            Essendo io un provocatore fatto e finito, in questo periodo di Conclave, faccio sempre domande del tipo:”ma tutti quei Cardinali che stanno dentro la Cappella Sistina ad aspettare di essere illuminati dallo Spirito Santo, vengono “illuminati solo quando stanno li dentro oppure anche gli altri giorni dell’anno??”

            Ad ovvia risposta “SEMPRE”, arriva la mia VERA domanda:”e i pretuncoli e vescovini di provincia non vengono illuminati anche loro??”

            Risposta:”SEMPRE anche loro”

            Domanda taglia gambe:”ah…allora quando abusano di bambini e si approfittano di incapaci sono illuminati dallo Spirito Santo??” (domanda fatta con ghigno malefico)

            Risposta:”Lo Spirito Santo consiglia e illumina…l’uomo decide!”

            Al che io, dopo un sonoro “mavaffancuore” mi metto a ridere e dico alla moglie:”certo che è davvero comodo credere in un qualcosa che influenza solo lo spirito dei buoni e quando i “cattivi” fanno del male usufruiscono del libero arbitrio.”

            Evidentemente per delle menti profane e demoniache come le nostre è troppo elevato credere in cose simili :( peccato! NOn ti nascondo che mi avrebbe fatto piacere credere ciecamente in sta cosa. Meno domande, meno dubbi, meno scie chimiche e microchip sotto la pelle :rofl:

            • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 17:30

              Sto spirito di cui parli sembra uguale a peppe grillo, finche dice cose giuste va bene, quando dice cazzate è colpa degli altri :D :rofl:

              • Avatar di Sakurambo Sakurambo 7/3/2013 17:54

                Questa mi piace!
                La userò come ulteriore affermazione quando avrò voglia di stuzzicare mia moglie :D

              • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 18:15

                Prima o poi tua moglie ti ucciderà :rofl: :D :rofl: :D

            • Avatar di WinstonSmith WinstonSmith 7/3/2013 18:03

              Mado che palle, nel 2013 e ancora la ggente pensa sia ribelle essere anticlericale? Manca solo @sangi che bestemmia solo per farsi censurare…
              Evidentemente non è che hai una mente profana e demoniaca, ma per una supponenza (qualsiasi cosa voglia dire) mista a imbecillità che non riesci a cogliere che quello che dice è perfettamente coerente: lo Spirito Santo infonde i 7 doni e poi ogni uomo (sia esso prete, vescovo o cardinale) agisce per libero arbitrio (questione che imo non è il caso di affrontare); ovviamente un prete che abusa di un minore secondo la morale cristiana si allontana da Dio e quindi lo spirito non procede più verso di lui, insomma il succo è: secondo questi signori lo SS viene infuso da Dio e Gesù e influenza tutti, buoni e cattivi, entrambi si trovano a bivi, i primi, per definizione seguono l’insegnamento di Cristo, i secondi no.

              • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 18:13

                In pratica gli altri sono come il cane che si rompe del padrone che lo ha accudito e voluto bene come un figlio,e ad un certo sempre davanti al padrone morde i suoi figli e viene punito. +1

              • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 8/3/2013 09:24

                Fammi vedere se ho capito bene: questo “dio” manda le SS a spiegare come vanno fatte le cose, se le fai come dicono le SS sei tranquillo se no vieni punito (o magari “rieducato” che suona meglio).
                Ci stiamo pericolosamente avvicinando alla reductio ah hitlerum :D :D :rofl:

              • Avatar di sangi sangi 11/3/2013 13:49

                @winstonsmith
                Ancora ti ricordi quella storia? Madò, io avevo rimosso.
                E comunque discutere con un ateo sulla “logica cristiana” è stupido, puoi parlare quanto vuoi di come funziona lo spirito santo, stai comunque provando a razionalizzare qualcosa che per natura è irrazionalizzabile.
                Imho, ovvio.

            • Avatar di camo camo 7/3/2013 19:07

              E’ impossibile fare disorsi logici con i credenti tanto. Qualche anno fa hanno soppresso il limbo per esempio, ce ne fosse stato uno che ha chiesto che fine abbiano fatto tutti….ha ragione don pizzarro!

          • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 7/3/2013 18:16

            Ti assicuro che vivere in un sistema e andargli contro è molto difficile! e ti parla uno che ha sempre detto “se vorranno battezzare mia figlia dovranno passare sul mio cadavere”.

            Mio figlio non è battezzato, ho detto di no, e che sarà lui a scegliere se e quando vorrà unirsi ad una religione.
            Quando mi hanno detto “ma intanto battezzalo, poi lui sceglierà se proseguire”, ho detto no di nuovo, ho aggiunto “non rompetemi i coglioni”, e poi ho aggiunto “l’unico battesimo che riceverà da me sarà quello della birra”.

            • Avatar di camo camo 7/3/2013 19:06

              Io non ho voluto arrivare a questo livello. Mesi prima pensavo di arrivarci poi mi sono detto che non valeva la pena incrinare il rapporto che ho con i parenti per sta cosa. Forse è la scelta sbagliata ma è la più saggia. E la saggezza è ciò che ci distingue dai credenti….infondo mi sono reso conto che mi stavo mettendo al loro livello.

              • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 19:47

                Io sono molto credente,ma più verso la Bibbia che verso la chiesa.

              • Avatar di Col. Kurtz Col. Kurtz 7/3/2013 22:10

                @Quid onestamente non so cosa sia peggio.

              • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 22:28

                @Col. Kurtz punti di vista,basta non perderci la testa.

              • Avatar di Sakurambo Sakurambo 8/3/2013 08:55

                Specifica in quale delle DUE Bibbie credi: Vecchio o Nuovo Testamento??

                No perchè c’è una bella differenza tra uno e l’altro!
                Il primo è una favola bella e buona senza un minimo fondamento di verità, mentre il secondo è BASATO su lettere e testimonianze reali su cui ci si è un po’ (solo??) romanzato sopra.

                @WinstonSmith

                Evidentemente non è che hai una mente profana e demoniaca, ma per una supponenza (qualsiasi cosa voglia dire) mista a imbecillità che non riesci a cogliere che quello che dice è perfettamente coerente

                Non riesco a capire se mi hai dato dell’imbecille supponente o cosa.

                Urge specificare un paio di cose:
                – il mio tono era ironico e conosco molto bene tutto quello che riguarda il credere nella Trinità (non Bud Spencer e Terence Hill) quindi per cortesia non venirmi ad insegnare nulla a riguardo…soprattutto perchè, se ho deciso di NON CREDERE in questa cazzata significa che PRIMA ho cercato di capire cosa significa e cosa rappresenta e DOPO ho scelto se farla diventare parte di me o no.

                – se qualcuno mi deve dare dell’imbecille supponente, questo non sei sicuramente tu. Ma ripeto, ho il dubbio che tu l’abbia fatto quindi evito di insultarti in modo civile e attendo una tua conferma. :D
                E poi se una persona vuole essere anticlericale a te…che cacchio te ne frega? Sei forse il Capo dei Ribelli? Hai dei conti in sospeso con Darth Vader?? Decidi tu a cosa bisogna ribellarsi per essere ribelli??
                Boh..a me pare che di imbecille qui ce ne sia uno solo. :)

              • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 8/3/2013 09:28

                @sakurambo
                ia me la bibbia non è che abbia fatto proprio schifo, sopratutto la nuova edizione revised, la prima edizione è molto pacioccata, il POV salta da un personaggio all’altro, protagonisti poco credibili però è un buon “gore fantasy”.
                La nuova versione revised il protagonista è un po’ troppo gary stu per i miei gusti però se non altro è abbastanza godibile, ovviamente è tutto un raccontare e mai un mostrare ma se ho sopportato lovecraft posso anche sopportare questo.
                Mi perplette un po’ la coerenza interna del racconto inoltre i personaggi sembrano avere una personalità un po’ piatta.
                Nel complesso 2 stelle su 5.

              • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 8/3/2013 14:57

                @Nicholas
                :res: +1 :fav:

                Specifica in quale delle DUE Bibbie credi: Vecchio o Nuovo Testamento?? [...] Il primo è una favola bella e buona senza un minimo fondamento di verità, mentre il secondo è BASATO su lettere e testimonianze reali su cui ci si è un po’ (solo??) romanzato sopra.

                Il primo è un libro scritto da più di 70 persone diverse, vissute in periodi diversi, con mentalità diverse, e raccolte insieme in un qualcosa di interpretabile all’80%.
                Il secondo è un filtro applicato a diversi testi che parlavano di questo hippie di 2000 anni fa, ma la chiesa ha scelto solo quelli che lo facevano apparire divino (quelli scritti sotto acidi, per intenderci).

  15. Avatar di Quid Quid 6/3/2013 17:17

    Estero

  16. Avatar di banANAL banANAL 6/3/2013 18:15

    di certo non sto dicendo che la sua scomparsa è paragonabile ad un 11 settembre

    magari non è un 11 settembre napoletano ma un 11 settembre nerd.
    R.I.P. piccolo angelo :res: :(

  17. Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 10:59

    Ma alla fine della fiera si sa perchè è bruciata? No perchè magari è stato davvero un incidente.

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 7/3/2013 12:12

      No perchè magari è stato davvero un incidente

      O’RLY?? :rofl: :D :rofl: :D :rofl: :D :rofl: :D :rofl: :D :rofl: :D

      • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 12:16

        -.-”
        Affermazioni senza prove possono essere negate senza prove.
        Non mi sembra una domanda così assurda, se qualcuno l’ha bruciato immagino che salterà fuori la cosa no?

        • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 7/3/2013 12:17

          se qualcuno l’ha bruciato immagino che salterà fuori la cosa no?

          Spesso, no.

          • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 12:20

            Cioè fammi capire, brucia un’area grossa come lo stabilimento di mirafiori, e nessuno si accorge se è stato doloso?
            Qua siamo in piena teoria del complotto.
            Non sono così idioti gli sbirri.

            • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 7/3/2013 12:36

              Gli sbirri “intelligenti” finiscono in ufficio a fare scartoffie.
              Gli sbirri “idioti” vanno in giro in pattuglia.
              Gli sbirri “corrotti” portano avanti le indagini.

              Questa è una storia che si ripete continuamente in Italia.

              Ho il massimo rispetto per le persone che hanno scelto di lottare contro il crimine e di proteggere i cittadini (sono un ex militare volontario), ma purtroppo è un dato di fatto che ci siano dei blocchi a monte per non far procedere le indagini.

              • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 13:00

                Whatever, resto dell’idea che se qualcosa va a fuoco ci s accorge se è doloso o meno, sopratutto se va a fuoco uno dei simboli di una città.
                Detto questo aspetto di vedere qualche prova di ciò e non solo opinioni.
                In ogni caso questo non toglie nulla ai discorsi sopra contro mafia, camorra o omertà che sono giusti a prescindere.

      • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 7/3/2013 12:17

        Cop: How did you get those wounds?
        Guy: I told you, I was cleaning my father’s gun.
        Cop: You have 6 wounds between chest, abdomen, and legs!
        Guy: I’m very persistent in cleaning.

    • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 14:33

      Le pareti erano ignifughe…

      • Avatar di Sakurambo Sakurambo 7/3/2013 14:39

        Anche la pelle umana è ignifuga! :D
        A parte le battute, @nicholas sai quanti casi di incendi dolosi non sono stati scoperti? Non puoi rispondere…e nemmeno io perchè non essendo scoperti non possiamo saperlo :rofl: :D :rofl: :D

        Oggi sono troppo simpatico.
        Catsate a parte, prova a pensare:
        – uno stabile così grande e importante non ha un sistema antincendio?
        – Una struttura del genere secondo te non la costruiscono con materiali ignifughi o resistenti al fuoco?
        – Un incendio “casuale” parte proprio esternamente e dalle parti più sensibili e infiammabili?

        CATSO CHE SFIGA PERO’!!!!

        • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 7/3/2013 14:41

          In effetti è la base di ogni supposizione :D
          Cmq quello che dico io è questo: non metto in dubbio che possa essere stato doloso, ma mi piacerebbe avere un riscontro, perchè io posso anche pensare alle cose che dici te… ma non sono un pompiere quindi non è che ho una grande conoscenza di incendi, e di solito, quando non so, aspetto il parere di uno che sa.
          Detto questo inutile che ci scanniamo, tempo un paio di giorni e avremo news ;)

  18. Avatar di trinitroglycerine trinitroglycerine 7/3/2013 14:57

    Sono di Napoli, e come potete immaginare la notizia mi ha devastato.
    Era forse uno dei poli scientifici più importanti d’Italia, e di sicuro era una delle nostre maggiori risorse.
    Solo rabbia

    • Avatar di Quid Quid 7/3/2013 15:06

      Credo che fosse l’unico in tutta italia — ;)

  19. avatar squaglione81 7/3/2013 20:59

    l esercito ci vuole

    • Avatar di GiuliusT GiuliusT 7/3/2013 21:33

      Ecco come usare gli F35 e i carri armati.

      • Avatar di Col. Kurtz Col. Kurtz 7/3/2013 22:02

        Hai finito di trollare? Questa è una discussione seria già da un pezzo, non attacca.

        • Avatar di GiuliusT GiuliusT 7/3/2013 22:20

          Veramente per me è una soluzione seria alla situazione seria!

          • Avatar di Col. Kurtz Col. Kurtz 7/3/2013 22:24

            Nice try.

          • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 8/3/2013 09:30

            Stai trollando lo sanno tutti che gli F-35 non funzionano

            • Avatar di GiuliusT GiuliusT 8/3/2013 18:07

              Anche se sono rotti si può sempre tirarglieli addosso con una fionda ;)

              • Avatar di Col. Kurtz Col. Kurtz 8/3/2013 19:03

                Naah, loro fanno come brùsuillis e te li distruggono con i camion. :O

              • Avatar di Quid Quid 8/3/2013 19:13

                La camorra ha tanti soldi da potersi permettere le armi biologiche,altro che italia

  20. Avatar di Quid Quid 7/3/2013 21:42

    L’unica volta che ho visto l’esercito a Napoli è stata per la spazzatura…mha..sarà l’italia che sottovaluta ogni cosa?Eppure a Piazza del Gesù i militari ci sono sempre,mattina e sera,perchè in un posto importante come città della scienza no?

    • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 8/3/2013 09:31

      +1
      cazzo usiamo sti soldatini di leva!
      piazziamoli dove serve, sono gente addestrata (si spera) con un’arma e che non hanno nemmeno legame con il territorio, mettiamoli a fare qualcosa di utile invece che correre in tondo nelle caserme.

      • Avatar di Quid Quid 8/3/2013 14:07

        O fare la guardia a delle chiese secolari.

      • Avatar di lucatrademark lucatrademark 11/3/2013 17:55

        +1

      • Avatar di Code2 Code2 14/3/2013 01:55

        @nicholas I soldati di leva sono estinti, lo sapevi si?!

        • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 14/3/2013 09:46

          Si, infatti io mi sono saltato il servizio militare :D
          Era per dre mandiamo sta gente che sta nelle caserme.

        • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 14/3/2013 09:56

          Non è vero!
          Io sono ancora vivo!!!!

          • Avatar di Sakurambo Sakurambo 14/3/2013 10:11

            Intendeva che non esiste più la Leva obbligatoria!
            La leva obbligatoria è stata “sospesa” (non abolita) il 1° Gennaio 2005. Ora il servizio militare è solo volontario.

            Io me lo sono cuccato tutto nel lontano 1994-95…un annetto a Taranto in Marina…e lo rifarei anche adesso!! Essere nel gruppo sportivo mi ha fatto godere non poco ;)

            • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 14/3/2013 10:23

              Eeeehem…
              Terra chiama @Sakurambo (cit.)
              Lo so che intendeva la leva obbligatoria!

              Io faccio parte della generazione leva obbligatoria, ed ho fatto il servizio militare “allungandolo” come volontario.

              La mia era solo una battuta…

              Tieni un :cookie:
              :rofl: :D :rofl: :D

              • Avatar di Sakurambo Sakurambo 14/3/2013 10:56

                Ma io mica dicevo a te :D ho solo sbagliato a cliccare il maledetto tastino “rispondi”.
                Mi sa che il :cookie: lo rigiro a te, oggi ne ho mangiati troppi. Si avvicina il periodo della prova costume e non posso esagerare ;)

              • Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 14/3/2013 11:04

                Già mangiato stamattina, uno io ed uno mia moglie…

                Io della prova costume me ne frego, ho la mia perfetta linea… curva!

                ;)

  21. Avatar di Code2 Code2 14/3/2013 02:01

    Addio un cazzo.
    Il 13 Aprile lo “Science Center” riapre ai bambini.
    Check this: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-13/citta-scienza-pronta-ripartire-181716.shtml?uuid=Ab05YkdH
    ;) :res:

    • Avatar di Sakurambo Sakurambo 14/3/2013 10:07

      OOOHH YESSS!!! :res: :res: :res:

      Ammetto però di aver pensato:”chissà quanto tempo passerà prima che succeda qualcos’altro di simile…”.
      Scusate ma mi è venuto automatico

      • Avatar di Quid Quid 14/3/2013 13:39

        Nei licei di Napoli stanno anche facendo un raccolta fondi !

  22. Avatar di GiuliusT GiuliusT 19/3/2013 01:32

    Dopo l’incendio, la visita di questa persona che stimo quasi con venerazione. Un faro per l’Italia: http://www.youtube.com/watch?v=KRLkQGIpXIU

Lascia un Commento

Devi essere loggato per inviare un commento.

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd