NASA ISS Longeron Challenge #LegaNerd

 

La NASA è nei casini, e vuole uscirci gratis, o quasi.

 

“NASA International Space Station Longeron Marathon Challenge” è il nuovo fantastico altisonante nome che la succitata agenzia ha dato alla sua nuovissima operazione di salvataggio, ma questa volta non è tanto l’equipaggio ad essere in pericolo, quanto le risorse energetiche della ISS che derivano esclusivamente dall’energia ricavata dai numerosi pannelli solari di cui la stazione stessa è dotata e che sono messi sempre più a dura prova dalle strumentazioni bisognose di ampere usate nelle missioni di spionaggio e intermediazione con razze aliene scientifiche.

Positioning the solar arrays on the ISS is an incredibly complex task; if parts of the arrays are in the shadow of other parts, they’ll bend due to the temperature difference and eventually break. NASA would like more power to run science experiments and other cool stuff, so they’re turning to hackers so they can optimize the amount of power generated on the ISS.

Per guadagnare i 10.000 dolla che l’Agenzia (quanto fa figo chiamarla così) ha messo in palio come primo premio si dovrà scrivere un algoritmo che permetta ai computers della stazione di orientare gli arrays di pannelli solari in modo da ottenere il maggior guadagno in fatto di irradiazione solare senza che la struttura portante, i longheroni che danno il nome al contest, restino troppo esposti alla luce diretta e quindi al calore del sole, che altrimenti li danneggerebbe seriamente (poi tocca far uscire gli omini in tuta bianca per ripararli come nel video qua sopra e la cosa pare li faccia scazzare parecchio). In pratica un gioco di luci ed ombre che Tom Clancy nemmeno si sogna. Ma il mio dubbio resta: non possono permettersi di pagare dei buoni programmatroti o semplicemente non ne sono all’altezza?

Lo so, sono maligno e malpensante, ma se non sanno nemmeno sistemare qualche pannello solare come potrebbero, budget a parte, costruire una Death Star?

In ogni caso, se la cosa vi interessa, trovate tutti i dettagli nel link in fondo all’articolo, ma fate attenzione, la concorrenza è spietata e i migliori coders del mondo sono già al lavoro, come si intuisce dai commenti su Hackaday

Tim B says:
#comment-942960″>January 19, 2013 at 9:14 pm

10 POINT AT SUN
20 GOTO 10

 

Fonte:

Top Coder

Hackaday

Aree Tematiche
Aeronautica Astronomia Creatività Fisica Matematica Meccanica Programmazione Scienze Software Tecnologie
Tag
domenica 20 gennaio 2013
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd