Se sei uno di noi:
ajax-loader

omeopata paperino

Sulla Lega non si parla di politica, quindi non citerò né schieramenti, né politici, né promotori, né votanti di questo DDL (tanto Google ce lo abbiamo tutti).
Sulla Lega però un buon flame non è mai da scartare.

Di cosa tratta questo DDL?
In pratica disciplina le professioni non regolamentate, il testo del DDL lo trovate qui.

Di per sè non sarebbe una cosa così sbagliata se non fosse che, attraverso questo DDL si normalizzano anche tutte quelle “professioni” che fino ad oggi venivano svolte in maniera non del tutto legale, ma sopratutto si legalizzano professioni non riconosciute dalla scienza, quindi delle truffe fino a prova contraria.
Pratiche truffaldine e dal sapore stregonesco come l’omeopatia, l’agopuntura, l’iridiologia, l’osteopatia, la pranoterapia, e chi più ne ha più ne metta assurgeranno allo stesso livello delle pratiche riconosciute invece dalla scienza (aka la medicina, la biologia etc.).
Pure l’astrologia sarà regolamentata e legalizzata.
“Professionisti” associati potranno rilasciare attestati e riconoscimenti e gestire albi propri della professione.

Quindi mentre in Inghilterra gli ospedali caccianiano questi truffatori dalle loro strutture e in California la Boiron paga per aver ingannato la popolazione con le sue medicine omeopatiche qui da noi si fa tutto il contrario.

Per dovere di dibattito linko anche l’elenco degli studi che invece provano l’efficacia dell’omeopatia, trovate la lista qui.

L’immagine invece è presa dal sito di Medbunker

Condividi questo Articolo:
Send to Kindle
Aree Tematiche Articolo:
Attualità Politica
Tag Articolo:
DDL 3270
iridiologia
professioni
Loggati

88 Commenti

  1. avatar glorfindel92 10/1/2013 11:10

    giovane, a noi servono soldi! se qualcuno paga qualcun altro per una qualsiasi prestazione sono cavoli suoi l’importante è che lo stato possa prendere soldi. Non è il massimo dell’etica ma al momento meglio guadagnare sulla stupidità delle persone che su altro.

    • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 11:22

      Guarda mi trovi perfettamente d’accordo che la stupidità è la risorsa economica ancora meno sfruttata della terra, ci sono bacini infiniti e le prospezioni sono ottime.
      Quindi una tassa sulla stupidità avrebbe tutto il mio voto, ma qui si tratta di legalizzare le truffe e quei soldi non rientrerebbero nelle casse dello Stato.
      Inoltre, è vero che gli idioti che si curano con l’omeopatia meritano quello che meritano, ma poi finisce che arrivano al SSN messi peggio di prima e noi paghiamo la loro stupidità.

      • Avatar di baronebirra82 baronebirra82 10/1/2013 11:31

        Visto che avevi scritto di aver passato del tempo in USA, ti sarai accorto del palinsesto domenicale. Telepredicatori che vendono ogni sorta di indulgenza. Tanto per restare in tema..quelli hanno capito tutto.

    • Avatar di FIORIURLANTI FIORIURLANTI 10/1/2013 12:29

      @glorfindel92 il tuo commento mi spaventa moltissimo, perché un conto è la stupidità e un conto è l’ignoranza, entrambe a mio parere non sono colpe. Un conto è la ricca signora che si annoia e fa cristalloterapia, un conto è raggirare chi non ha gli strumenti per capire o quelli a cui non vengono dati strumenti da uno stato assente. Trovo che il tuo sia un commento pericolosissimo.

      • avatar glorfindel92 10/1/2013 13:08

        Chi ha i mezzi per farsi truffare ce li ha anche per informarsi, comunque ci tengo a precisare che non condivido quello che ho scritto, ma lo capisco. Uno stato non dovrebbe mai permettere ai propri cittadini di umiliarsi con simili attività (compreso anche il gioco d’azzardo). Ma dato che non abbiamo la forza di contrastare adeguatamente certi fenomeni (di cui buona parte rimarrebbero truffe anche con questa legge) allora tanto vale tassarli

        • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 13:23

          Questo non è sempre vero.
          Nessno conosce l’intero scibile umano, io di medicina non so molto quindi mi fido del medico.
          Tassare la stupidità ha un valore diverso da approfittarsi degli stupidi.
          Ad esempio si potrebbe tassare chi rifiuta cure non testate scientificamente nel caso facesse danno a se e altri, ad esempio se tu ti rifiuti di farti vaccinare perchè sei scemo ok, però paga al SSN una tassa per aver permesso a una malattia curabile di infettarti e di aer messo a rischio altre persone.

      • Avatar di lucatrademark lucatrademark 10/1/2013 20:05

        @FIORIURLANTI, l’ignoranza nel 99 % dei casi è una scelta, proprio perchè è più facile rendersi ignoranti che eruditi. Quindi fanculo gli ignoranti.

        • Avatar di rasputindeath rasputindeath 10/1/2013 20:43

          IMHO bisognerebbe tutelare però le persone più “sfortunate”. Lo stato servirebbe anche a questo :rofl:

        • Avatar di FIORIURLANTI FIORIURLANTI 11/1/2013 21:54

          @LucaTradeMark Ah sì? È una scelta? Ok allora se è una scelta spiegami come mai l’ignoranza è distribuita tutta nella parte povera della società?
          Io credo che sia una questione di educazione… come tutto il resto… quindi credo che il tuo “fanculo gli ignoranti” dovresti ritirarlo.

          • Avatar di lucatrademark lucatrademark 12/1/2013 10:47

            Quando andavo alle superiori mi è stato chiesto di aiutare compagni in difficoltà. Questi lo erano non perchè non riuscivano a capire, ma perchè preferivano passare i loro pomeriggi al bar, ad aspettare che la giornata finisse. Si trattava di persone che non volevano essere aiutate; per quale motivo avrebbero dovuto sforzarsi a studiare e comprendere quando potevano giocare a carte un pomeriggio intero?
            Quello che voglio dire è che quando l’ignoranza ha come fonte la mancanza di volontà – e ripeto che si tratta della maggior parte dei casi – non mi da il minimo dispiacere che questi soggetti portatori sani siano tali.
            Quando invece vado a consegnare una raccomandata ad un signore di circa 80 anni, e questi fa fatica anche a mettere la sua firma, posso valutare l’ipotesi che egli abbia avuto meno scelta nell’istruirsi (sempre presa con le pinze, perchè il nonno di mio padre era un fottuto letterato che scriveva racconti; che la moglie usava per accendere la stufa :) )

            • Avatar di GiuliusT GiuliusT 12/1/2013 15:29

              Però se ti presentano una diagnosi scritta in termini prettamente scientifici per i quali dovresti sacrificare del tempo inutilmente per capirli quando con poca fatica un medico che ha già queste conoscenze potrebbe tradurlo in parole discorsive, il principio economico di minimo sforzo dice che è il medico che deve farsi capire non tu che devi studiare anni e anni da medico, o da informatico, o da ingegnere nucleare.
              Non è un fatto di ignoranza o mancanza di mezzi o di volontà ma di organizzazione sociale cioè specializzazione tecnica delle competenze e divisione del lavoro, tra cui lavoro intellettuale.

    • avatar sissy0584 10/1/2013 12:48

      concordo nel dire che la “stupidità” di tanti andrebbe “condannata” in qualche modo (astrologi, sciamani, omeopati e quant’altro), ma il problema, nel caso specifico dell’omeopatia e le discipline pseudo-scientifiche è che vanno ad approfittarsi della disperazione delle persone.
      Se ti capita di leggere il blog di Medbunker trovi molte storie su persone che si sono affidate a questi stregoni nei momenti di disperazione totale. E bada bene, che non sono sempre (per citare @fioriurlanti)

      signore annoiate che fanno cristalloterapia

      ,ma anche gente laureata (e plausibilmente con un minimo di conoscenze e razionalità) che si trova ad affrontare la malattia mortale di un proprio caro, e che di fronte alla promessa di un miracolo, non riesce a dire di no, perchè la disperazione la fa da padrone e le strade per vincere una malattia si tentano davvero tutte.
      quindi regolamentare certi truffatori, non solo non è etico, ma è lo specchio di un paese che sta facendo dell’ignoranza la sua forza!

      un’altra considerazione che non c’entra: ma verranno regolamentate anche prestazioni di servizi di quelle signorine che si trovano per strada di sera? a questo punto mi pare molto più etico creare l’albo delle prostitute che degli omeopati!!

      • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 13:25

        io quoterei la legalizzazione della prostituzione, il proibizionismo (qualora abia mai funzionato) va bene come ultima ratio per le cose che danneggiano la società e non credo la prostituzione sia tra esse.

    • avatar pingitore 10/1/2013 18:51

      Ognuno ha la sua etica, la mia prevede che:
      la stupidità non è una colpa
      l’ignoranza non è una colpa
      la colpa di per sé per me è un concetto insensato, direi cattolico. Dopodiché dando per assodato che certi professionisti sarebbero ciarlatani, regolamentarli sarebbe utile per altri motivi:
      1- hai un registro, sai chi sono
      2- puoi legiferare su di loro

      inoltre:
      ipotizziamo che l’osteopata sia un ciarlatano, l’ignorante ha il diritto di buttarci i suoi soldi se vuole. Il dovere dello stato è semmai cercare di ridurre gli ignoranti. Limitare la loro libertà secondo me non è etico perché è presuntuoso.

      • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 11/1/2013 09:35

        La stupidità non è una colpa, l’ignoranza si, nel senso che ok, nessuno può sapere tutto ma se non sai è tuo dovere fidarti di chi sa in quel campo (es. nella medicina ti fidi dei medici).
        Per questo, secondo me, questo decreto è dannoso perchè da un’aura di scientismo a cose che scienza non sono.
        In un paese dove le verità scientifiche sono decise dai tribunali e non dagli scienzati questa è l’ennesima truffa a danno di chi può difendersi meno, se io sono ignorante in medicina e mi trovo un omeopata e un medico e entramebe hanno fatto un’università e hanno un diploma e un albo come posso difendermi?

  2. Avatar di Kerebro | Nè Kerebro | Nè 10/1/2013 11:17

    non citerò ne schieramenti, ne politici, ne promotori, ne votanti di questo DDL

    né, né né, né. :gn:

  3. avatar Orfeo 10/1/2013 11:19

    Mi sembra alquanto superbo da parte tua elencare quello che secondo te è una truffa o meno (se non era tua intenzione allora dovresti rileggere obiettivamente il modo in cui hai esposto il tuo post).
    Sono sicuro che per quanto tu sia Nerd (in senso di complimento) non sei ferrato in tutte le discipline che hai scritto, quindi attento perchè su una o due potresti aver parlato a vanvenra.
    Anche io la penso come te sui truffatori di ogni genere e sul significato generico del tuo post, ma sappi che come professionista sanitario ti dico che hai fatto di tutta l’erba un fascio!

    • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 11:26

      Come detto, in rpesenza di studi seri (aka doppio cieco e pubblicati su riviste ad alto IF) posso anche cambiare opinione, ma finchè non ve ne sono non si tratta di “secondo me” si tratta di un dato oggettivo.

      • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 12:13

        Concordo col reputare le professioni citate tutte TRUFFE! Non concordo col dire che per merito di questo DDL diventino truffe autorizzate…lo erano già prima, solo che con questo DDL avranno obblighi di autoregolamentazione in più e obblighi di tassazioni diverse! Meglio! Sarà più facile scovare i truffatori che oltre a truffare evadono! :D

        • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 12:21

          Dire a un truffatore che si deve autoregolamentare non mi sembra un grande idea.
          Il problemadi fondo è la percezione delle persone, io e te lo sappiamo che sono truffe ma chi è un pelo più ignorante perchè, giustamente, non è che si può sapere tutto diventa vittima più facilmente in quanto la ciarlataneria si può ora ammantare di una patina legale.
          Questo è sbagliato.
          Inoltre il passo successivo potrebbe essere aprire il SSN alle suddette “pratiche”.

          • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 12:35

            Ma anche prima, il DDL permette a questa gente di avere associazioni che le regolamentino, e gli obbliga a rispettare criteri di legge, prima potevano comunque esercitare la professione, ma senza nessuna (auto)regolamentazione in quanto non si potevano creare associazioni professionali riconosciute dallo Stato! Ecco l’apertura del SSN invece sarebbe il male, pienamente d’accordo!

      • avatar Orfeo 10/1/2013 12:31

        Studi seri su alcune delle citate esistono, ma non sono pubblicate in italia in quando l’applicazione di alcune renderebbe obsoleti alcuni farmaci ed alcuni interventi…
        Ripeto non sono un santone ne un guaritore, difendo solo microcategorie ancora credute “stregonerie” solo perchè i potenti non vogliono ufficializzarle!

        • Avatar di fareyus fareyus 10/1/2013 12:37

          Link… Molti di noi conoscono altre lingue… Persino klingon e quenya se serve.

          • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 12:46

            +1
            io parlo lo zerg se serve, quelle bestiacce puzzose che vanno avanti a rigenerazione e cristalloterapia

        • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 12:43

          Concordo Orfeo…trova dei link riconosciuti dalla scienza ufficiale (che essa sia l’organizzazione mondiale della sanità, come l’ente europeo per i medicinali…) sappiamo leggere in tante lingue…e ad oggi io non ho trovato nessuno studio serio che davvero dia credito a queste pratiche! Se sei il latore della verità rendila fruibile anche a noi..please, sono anni che vorrei bermi la mia urina…ma il mio medico me lo sconsiglia!

          • Avatar di JLS JLS 10/1/2013 23:20

            non esiste nessuna scienza ufficiale, esiste solo la scienza e basta

        • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 12:45

          Link e please non citare il complottone.
          Perdi subito credibilità.

        • Avatar di Kappei Kappei 10/1/2013 12:46

          Se ci sono gli studi passa i link o comunque i riferimenti che ci facciamo qualche bella ricerca…

        • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 13:43

          A dimostrazione che non c’è alcun complottone italiano a riguardo: l’organizzazione mondiale per la sanità ringrazia la regione Lombardia per l’aiuto nello studio dei Parametri di riferimento per la formazione in medicina tradizionale / complementare e alternativa …smettiamola di sentirci sempre il culo del mondo, suvvia!

          http://www.who.int/medicines/areas/traditional/BenchmarksforTraininginOsteopathy.pdf

      • avatar stexwolf 10/1/2013 12:47

        ok, quindi puoi depennare l’osteopatia dalla lista… esistono sia studi che studi sulle modalità neurofisiologiche del funzionamento dei trattamenti. se vuoi approfondire fammi sapere

        fonti: sono osteopata.

        • Avatar di Kappei Kappei 10/1/2013 12:50

          Altre fonti, escluso te stesso?

          • avatar stexwolf 10/1/2013 12:56

            c’è un libro che raccoglie studi fatti da fisiologi come i.korr che è un medico e ricercatore che si chiama le basi fisiologiche della medicina osteopatia ma se preferisci sei libero di cercare su pubmed, l’osteopatia è una medicina riconosciuta in quasi tutto il mondo e negli stati uniti la laurea in osteopatia è equiparata a quella in medicina, il ddl che citi nel caso dell’osteopatia e della chiropratica riempie un buco legislativa ma non ha alcuan valenza di carattere scientifico, la scienza è universale mentre le leggi variano da uno stato all’altro, questo implica che una materia che non ha un parametro normativo sia scientificamente valida anche in presenza di un buco legislativo.

            • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 13:18

              Mi sta bene, linka pure, cmq pubmed è un calderone delle pubblicazioni, linkami un articolo su una qualche rivista con IF decente.
              Conosco bene l’inglese quindi linka pure senza pietà.

            • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 13:34

              @stexwolf, sia negli States che in UK è riconosciuto l’alleviare del dolore per merito dell’osteopata, ma stiamo parlando di Lower Back Pain, mentre invece tanti dei ciarlatani che ho visto parlano di riduzioine di asma e altre amenità che sappiamo (e lo dicono le Organizzazioni sanitarie mondiali) che non si curano così…guarda caso in tanti stati dove l’osteopata è riconosciuto c’è una netta differenziazione tra osteopata e medico in osteopatia (Osteopathy Physician) il primo è tuttora visto come ciarlatano, mentre il secondo ha conseguito una laurea in medicina come tutti gli altri specializzandosi poi sull’osteopatia…ma quella riconosciuta, non quella che cura l’asma col tocco!

              • avatar stexwolf 10/1/2013 13:46

                la maggior parte degli articoli richiede sottoscrizione, uno di quelli free lo trovi http://archpedi.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=481422
                e comunque io parlo dell’osteopatia scientifica, quella che si usa come terapia complemetare a quella medica e non certo di quelli che fanno l’imposizione delle mani, gli americani distinguono le terapie in alternative e compelmetari, queste ultime hanno una base scientifica e non sostituiscono il medico ma collaborano mentre le altre hanno la pretesa di sostituirsi alla scienza con i danni di cui si parlava prima

  4. schieramenti, politici, promotori, votanti di questo DDL

    :gn:

  5. Avatar di brandobrandi brandobrandi 10/1/2013 12:10

    Ma se invece facessimo come la Svizzera dove le medicine complementari (omeopatia, naturopatia, medicina antroposofica, terapia neurale e medicina tradizionale cinese)sono riconosciute e ognuno si cura come diavolo vuole? Non sarebbe più semplice?

    • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 12:17

      No e poi no, dopo le mie tasse dovrebbero rimborsare l’idiota che si cura dal tumore con l’agopuntura (e visto che non guarisce continuerà a cacciare quei soldi dalla finestra- soldi che però gli ho dato io con le mie tasse) ma per favore! Concordo col regolamentare, non con il riconoscere suddette medicine alla stregua della vera scienza medica!

    • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 12:17

      Ognuno è libero di curarsi come vuole, questo è un diritto, se io mi voglio bere l’urina perchè è come l’elisir della giovinezza no problem, a casa mia posso fare quello che voglio.
      Il problema è comparare queste pratiche stregonesche alla scienza vera, dire che l’omeopatia cura è truffare il prossimo, e la truffa e reato.
      Legalizzare la figura del truffatore non ha senso a livello legislativo né logico.
      Inoltre una volta riconosciute il passo successivo sarebbe finanziarle dal SSN.
      Ora, magari noi siamo in grado di capire che sono truffe, ma se tipo mia nonna va all’ospedale e le danno dello zucchero al posto di un medicinale lei si fida e questo è un fail dello stato, che dovrebbe preoccuparsi della salute dei suoi cittadini.

      Poi mi sembra che queste pratiche abbiano già seguito, che serve legalizzarle ulteriormente?

      • Avatar di maicolengel maicolengel 10/1/2013 12:40

        Nicholas , insisto l’omeopata l’agopunturista e tutti quelli citati non è che fino ad oggi fossero alla stregua dello stregone, potevano esercitare, potevano far fattura ecc ecc…Non li stiamo legalizzando con questo DDL, stiamo solo dando più strumenti al legislatore per poterli punire quando sbagliano, e più strumenti a chi davvero crede in queste pratiche curative per potersi orientare in un panorama di migliaia di operatori. Oggi basta dire che sei omeopata e si può professare, domani ci sarà l’associazione che dirà chi può professare e chi no… si spera che questo porti ad una riduzione delle scuole per diventarlo (in quanto quelle che la tua associazione di categoria non riconoscerà saranno destinate a chiudere) e meno giungla…ovvio che il meglio sarebbe stato eliminare il problema alla base, ma come dici tu ognuno ha il diritto di bersi la propria urina…colore chiaro, gusto limpido…mmmhhh questa è la mia pipì!

  6. Avatar di merlino merlino 10/1/2013 13:01

    Mi sto chiedendo perchè non si è regolamentata anche per la prostituzione, seriamente.

    • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 13:19

      Questa è una bella domanda, teoricamente dovrebbe esserlo, almeno eocnomicamente parlando.

      • Avatar di alc0r alc0r 10/1/2013 13:52

        Non ho letto esattamente il ddl in oggetto, ma teoricamente le prostitute potrebbero costituirsi come “albo delle operatrici della cura dell’amore” e usufruirne, credo.

      • Avatar di Sakurambo Sakurambo 10/1/2013 14:04

        La legalizzazione della prostituzione sarebbe una iniezione di miliardi di euro nelle casse dello stato!
        Senza contare il risparmio di soldi da parte del SSN che non dovrebbe più curare tutti i malati di valattie veneree varie, malati di HCV, HIV, ecc.

        In Italia qualche decennio addietro, la prostituzione era già legalizzata e tassata (qualcuno ha detto case Chiuse?) però, grazie ad un genio (qualcuno ha per caso detto Lina Merlin?) il tutto è andato letteralmente a “puttane” ;)

        Appurato questo, i problemi VERI per risolvere la questione “legalizzazione della prostituzione”, a mio avviso, sono due:

        - Mettere sotto con un TIR tutte le femministe
        - Far esplodere il Vaticano oppure riportarlo ad Avignone
        :D

        Ma in Germania mi pare che non stiano così male…sono pure un bel popolino! Ecco, proprio in Germania la prostituzione è legalizzata! Peccato solo che il doppiaggio in tedesco dei porno faccia un po cacare :D :rofl: :D

  7. Avatar di Sakurambo Sakurambo 10/1/2013 14:11

    Mi permetto di sottolineare una cosa riguardo l’Agopuntura.
    Siamo d’accordo che non è una pratica MEDICA riconosciuta ma ho dato una scorta a wikipedia ed ho trovato questo:

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha effettuato un’analisi dettagliata [23] delle sperimentazioni scientifiche riguardo l’agopuntura valutandone l’attendibilità. Le conclusioni sono che le patologie, sintomi e condizioni, per le quali l’agopuntura è stata dimostrata efficace sono le seguenti: Reazioni avverse alla radioterapia e/o chemioterapia, Rinite allergica, Colica biliare, Depressione, Dissenteria acuta bacillare, Dismenorrea primaria, Epigastralgia acuta, Dolore facciale, Mal di testa, Ipertensione essenziale, Ipotensione primaria, Induzione del parto, Dolore al ginocchio, Leucopenia, Lombalgia, Malposizionamento del feto, Nausea gravidica, Nausea e vomito, Cervicalgia, Mal di denti, Periartite della spalla, Dolore postoperatorio, Colica renale, Artrite reumatoide, Sciatica, Distorsione, Ictus, Epicondilite.

    Se questo non basta, c’è anche questo sul sito della WHO http://apps.who.int/medicinedocs/en/d/Js4926e/#Js4926e.5

    Questo lo scrivo non perchè sono uno strenuo sostenitore dell’agopuntura (l’ho provata e non è che mi abbia convinto molto) ma perchè ho un paio di parenti che la praticano e, parlando con loro, ho avuto modo di capire che concordano in tutto e per tutto con quello detto dalla WHO.
    E’ molto utile ma non è UNA CURA! L’agopuntura non è la soluzione…per togliersi i vari disturbi si deve ricorrere alla MEDICINA VERA.

    Saluti e baci

    • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 14:14

      Per dire anche l’omeopatia va bene ad esempio per gli ipocondriaci, a me sta benissimo che se non hai nulla il medico ti rifila lo zuccherino e l’effetto placebo fa il resto, il problema è appunto quando viene considerata una cura.

      • Avatar di Sakurambo Sakurambo 10/1/2013 14:19

        Mi pare che la WHO non parli MAI di cura ma di “utilità”.

        Spiego meglio per farmi capire: se io ho mal di denti, posso anche andare dall’agopunturista per alleviarlo o farlo passare MA se non vado dal dentista a curarmi il dente, il mal di denti tornerà!

        (@Nicholas non dico a te ma a chi ancora non ha capito la cosa)

        • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 10/1/2013 14:21

          ;)
          qualcuno diceva: certo che l’agopuntura funziona, se mi piantano uno spillone nella spalla non è che penso ad altri dolori, è lo stesso motivo per cui non ti prude il naso se hai una gamba in una tagliola per orsi :D

          • Avatar di Sakurambo Sakurambo 10/1/2013 14:57

            :D :rofl: :D
            Dato che ho fatto qualche volta agopuntura
            Dato che ho una fottuta fobia per qualsiasi tipologia di aghi (quelli per i palloni compresi)

            Ti posso assicurare che gli aghi utilizzati per l’agopuntura non fanno assolutamente male! E’ allucinante la cosa. Ma penso che sia anche merito dell’agopunturista.

            In pratica, a causa di una lussazione ripetuta della spalla sofferta in una partita di Football Americano, soffro di attacchi di cervicale/dolori simili al torcicollo a metà schiena all’altezza delle spalle.
            Dato che mi ero rotto le balle di prendere antidolorifici (intossicazioni epatiche come rischio e assuefazione) e/o andare dal massaggiatore (70-80 Euro a botta sono tanti), per farmi passare la cervicale mi avevano presentato l’opportunità di operarmi per “pulire” l’articolazione e accorciare i tendini/legamenti che erano diventati lassi.
            In questo modo, non avrei più (forse) sofferto di infiammazioni alla spalla.

            Di operarmi non ne volevo e non ne voglio sapere QUINDI ho provato anche l’agopuntura ed effettivamente, il dolore acuto viene alleviato e spesso passa ma il problema cronico rimane.

            Ora non ho idea se la mia soglia del dolore si sia alzata (possibile) o se siano le tecniche di manipolazione che mi ha insegnato il mio massaggiatore…il fatto è che quando mi vengono gli attacchi di cervicale, riesco per conto mio ad alleviare il dolore senza bisogno di prendere droghe varie.

            Ovviamente se il dolore è serio, non c’è manipolazione o agopuntura che tenga…rimango bloccato e mi imbottisco di antidolorifici fino a quando non passa o fino a quando non mi opererò.

            Questo era per dire che alcune pratiche come Agopuntura o Shiatsu (sfrutta lo stesso concetto di base dell’agopuntura) possono essere considerate delle pratiche utili…non curative ma utili e COMPLETAMENTE diverse da cagate come l’omeopatia.

  8. Avatar di Darth Darth 10/1/2013 17:07

    L’ Italia è sempre all’ avanguardia… -_-

  9. avatar neuromante 10/1/2013 18:17

    Una precisazione: per quanto riguarda l’agopuntura e l’omeopatia vi posso assicurare che già prima di questo DDL avevano un certo riconoscimento, tanto che gli Ordini dei Medici mantengono dei registri dei medici che praticano l’agopuntura e le cure omeopatiche. Detto questo se state male andate da un medico vero :D

  10. Avatar di Sam Crow Sam Crow 10/1/2013 18:58

    e le puttane?

    • avatar pingitore 10/1/2013 19:02

      Brescia si sta riempiendo di centri massaggio cinesi. Questi sono senza alcun dubbio dei centri di prostituzione cinese.

      Ho una curiosità molto forte che non riesco a soddisfare: quando il cliente paga riceve lo scontrino “massaggio: 40 €”? perchè in quel caso, ben vengano queste case chiuse mascherate

  11. avatar pingitore 10/1/2013 19:00

    secondo me un sacco dei commenti qui sopra è fuori tema. Non si dovrebbe discutere d’altro?

    discutendo nel merito del post:
    l’ordine professionale permette di certificare il professionista. In particolare ad esempio, l’ingegnere è un professionista che si è laureato in ingegneria e ha (ahimé) passato un esame di stato. Un geometra che professa da ingegnere no. Si potrebbe richiedere a un osteopata di avere una laurea di un certo tipo di aver seguito il tal corso sanitario integrativo ecc.

    Un ciarlatano colto è meglio di un ciarlatano ignorante. Un ciarlatano che sappia che è bene sterilizzare gli aghi è meglio di uno che non lo pensa.

  12. Avatar di Kappei Kappei 10/1/2013 19:28

    Il problema di un ordine professionale di Omeopati (o naturopati o altro) è dato dal fatto che si rafforzerebbe l’autorietà e la professionalità intorno a queste persone, mentre in realtà è fin troppo facile conseguire un qualche tipo di “certificazione”, come si può ben vedere dall’immagine in testa all’articolo, che non è un fotomontaggio, ma un esperimento fatto da Salvo Di Grazia sul suo blog MedBunker. La casalinga disperata (e stavolta a ragione) perchè il marito ha un tumore e che non si fida della “allopatia” si rivolgerà a persone che crede essere autorevoli perchè “certificate”.

  13. Avatar di RemtonJDulyak RemtonJDulyak 11/1/2013 08:28

    1) A questo punto legalizziamo le “tre carte” a Napoli
    2) Vanna Marchi libera!

  14. Avatar di LeK LeK 11/1/2013 09:24

    Scusatemi eh, io non sono un luminare del burocratese, né ho idea se sia già stato spiegato in qualche articolo di telegiornale/carta stamapata, ma leggendo il comma 2 del primo articolo:

    con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell’articolo 2229 del codice civile, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative

    questa parte che regolamenta le pratiche escluse mi fa pensare che in realtà robe come osteopatia e compagnia bella non possano essere regolamentate, in quanto riesntrerebbero nella categoria delle professioni sanitarie, o sbaglio?

    Anche nell’articolo subito prima del testo del decreto, di cui link nell’articolo qui sopra, si citano, a titolo di esempio, tributaristi e amministratori condominiali.
    Senza dimenticare che una lista “ad esempio” verrà redatta e pubblicata dal ministero nei prossimi mesi (sempre vedi articolo linkato sopra).

    Poi magari sono io che non ho capito un catzo eh…

    • Avatar di Kappei Kappei 11/1/2013 09:56

      Da come l’ho letto io invece quel coma dice solamente che chi era già regolamentato per legge, quindi tutte le professioni che già avevano un albo, non sono incluse in questo DDL.

      • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 11/1/2013 09:57

        Corretto, tutte quelle che già hanno un albo non sono comprese, il che è anche logico

        • Avatar di LeK LeK 11/1/2013 09:58

          ok, capito un catzo io, scusate XD

  15. Avatar di Frodo Frodo 11/1/2013 11:03

    Storia personale.

    La moglie di mio cugino ha da sempre intolleranze (o allergie, lasciate passare l’imprecisione) a diversi cibi: formaggi, pomodori, ecc (anche se a capodanno si è strafogata con il pasticcio di mia madre, eh). Sfortunatamente, questo si è trasmesso alla loro seconda figlioletta. I genitori, disperati, hanno provato di tutto fino ad una “santona” (come la chiamo io) di nome Tessa. Tale Tessa imponeva le mani e dopo n sedute, la bimba ha perso alcune intolleranze (o allergie).

    Mistero? Miracolo? No. Semplicemente la bambina “crescendo” maturerà gli enzimi adatti al tutto. Cosa che è avvenuta.

    Sono stati truffati? Sì, ma non se ne rendono ancora conto. Cosa che porta alla domanda successiva.

    Sono ignoranti? Ma chi cazoz sono? La madre della figlioletta è laureata, anche se non ha propriamente una visione scientifica del mondo (Fiori di Bach FTW, insomma). Comunque provengono entrambi da famiglie cattoliche, che dovrebbero bandire tali “stregoni”… invece basta un santino a calmare le acque! E ricordo che hanno un cognato primario LOL.

    • Avatar di GiuliusT GiuliusT 11/1/2013 19:32

      Frodo:

      Mistero? Miracolo? No. Semplicemente la bambina “crescendo” maturerà gli enzimi adatti al tutto

      Libro I
      Titolo I
      Capo I
      Sezione I
      articolo 1 di qualsiasi libro scientifico:
      “la correlazione non è causalità”

      Basterebbe viralizzare questa logica per insinuare almeno il dubbio..

      • Avatar di Frodo Frodo 11/1/2013 22:52

        La correlazione è un argomento molto delicato in Probabilità… e a volte può essere indice di causalità (quando è 1 o -1 :troll:)!

        Secondo me bisognerebbe viralizzare i concetti di riproducibilità e di ripetibilità, poco da fare.

        • Avatar di GiuliusT GiuliusT 11/1/2013 22:54

          Tu metti il dubbio poi si fa sempre in tempo a studiare statistica :D

  16. Avatar di gutul gutul 11/1/2013 11:37

    Normare, regolamentare, codificare, incanalare, stringere chiudere, costare!

    Mamma mia, ma non si doveva liberalizzare, aprire, de-burocratizzare?

    Che bella la Gabbia-Italia!

    • Avatar di merlino merlino 11/1/2013 12:22

      Adesso non facciamo confusione, regolamentare queste attività serve ad evitare inganni alla gente e ad evitare che le stesse cadano integramente nel mercato nero. Che poi altre dovrebbero essere deburocratizzate è tutta un’altra storia e non c’entra nulla.

      • Avatar di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 11/1/2013 12:23

        Ed esattamente come eviterebbe gli inganni se le pratiche stesse sono delle truffe?

        • Avatar di merlino merlino 12/1/2013 00:32

          si per la maggior parte hai ragione, ma si diceva prima di agopuntura e osteopatia dove quantomeno ci sono delle tecniche non curative ma di supporto che potrebbero avere senso: in questo caso se restassero solo gli studi/i medici che si limitano a questo e fossero impossibilitati a operare gli altri non sarebbe così male. Mi rendo conto effettivamente però che ciò è ben lungi dal’essere realizzato da questo decreto, che immagino (o forse spero) serva a batter cassa…

      • Avatar di gutul gutul 11/1/2013 12:27

        Non sono d’accordo. Non è necessario normare il mondo. Non serve obbligare la creazione dell’associazione dei musicoterapisti. Se voglio un musicoterapista me lo cerco. Se voglio un omeo-musicoterapista me lo cerco. Se voglio fare il Musicopranoterapista, deco poterlo fare. E se truffo la gente devo essere perseguito indipendentemente dalla mia appartenenza burocratica a questa o quella associazione. Insomma, a parer mio questa è burocrazia in più, come se ce ne fosse bisogno.

        • Avatar di merlino merlino 11/1/2013 12:46

          beh, ovviamente sono opinioni personali: secondo me non è obbligatorio, (siamo sopravvissuti fino ad adesso no?) ma è utile farlo, specie se si parla di medicina e salute. Il problema è di chi ha bisogno di costruire il garage ma deve presentare milleila moduli inutili al comune, e anche li non puoi permettere di costruire cazzo ma non serve il parere del geologo per costruire una scatola 2m x 4m !

  17. Avatar di Darth Darth 11/1/2013 14:25

    Scusatemi un’ attimo e perdonate la mia ignoranza, ma questo non porterà più gente a credere in questa “pseudo medicina”?

  18. Avatar di Frodo Frodo 12/1/2013 10:55

    2. Ai fini della presente legge, per «professione non organizzata in ordini o collegi», di seguito denominata «professione», si intende l’attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell’articolo 2229 del codice civile, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative.

    Basta questo a dimostrare come l’omeopata non sia una figura professionale sanitaria™.

    • Avatar di GiuliusT GiuliusT 12/1/2013 15:32

      cari omeopati, questa esultanza con la zappa sui piedi :popcorn:

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd