Epic PR fail: come scavarsi la fossa in poche semplici mosse #LegaNerd
di
Kappei
4

La Ocean Marketing è un’azienda che produce promuove un adattatore per XBox 360 e PS3 che promette di migliorare le prestazioni di gioco, soddisfatti o rimborsati. Ne avete mai sentito parlare? Io no, almeno fino a stamattina.(NdKappei: dopo aver pubblicato l’articolo mi sono reso conto che ne aveva già parlato @lucamrblonde qui sulla Lega)

Quello che sto per raccontarvi è la dimostrazione di quanto siano importanti le pubbliche relazioni nell’era dei social network, anche con l’ultimo dei clienti.

Dave è un cliente come tanti, che ha pagato i suoi adattatori in anticipo con la promessa che venissero spediti entro i primi di Dicembre. Arrivati al 16 senza ricevere notizie ha chiesto delucidazioni all’azienda, vista anche la mancanza di aggiornamenti sul sito. Da quel momento è partito uno scambio di mail sempre più sorprendente che lo ha portato a mettere in copia alle sue risposte successive la redazione di Kotaku e Mike Krahulik di Penny Arcade.

Vi invito a leggere lo scambio di missive direttamente sul sito, vi anticipo solo che quello che emerge è che Paul Christoforo della Ocean Marketing è un coglione.

La notizia sta già diffondendosi, e ha già generato un’ ondata di tweet che rischiano di sommergere l’azienda.

Complimenti Ocean Marketing, voi sì che sapete trattare i clienti.

Aggiornamento 1: Ed è subito meme

Aggiornamento 2: il genio protagonista di questa vicenda, invece di provare a scusarsi, ha modificato l’handle di twitter da @OceanMarketting a @OceanStratagy ( giuro non sto inventando, è passato da uno scritto male ad un altro scritto male ). Dopo essere stato beccato in 0,3 nanosecondi l’ondata di tweet è continuata sia da una parte che dall’altra. L’handle originale è stato immediatamente registrato da un certo Mark Etting Ocean, che ha messo la foto di Good Guy Greg ed ha affermato che lo userà per la promozione di giochi indie. Nel frattempo si becca pubblicità gratis. Win per lui :)

Al momento la notizia originale è ancora la più votata su reddit, e sembra lo sarà ancora per un po’.

Inoltre, Mike Krahulik ha postato un aggiornamento sulla vicenda. In sintesi, il tizio è stato sommerso da una valanga di merda ed ora vuole fermarla bloccando il sasso che l’ha fatta partire. Mi dispiace che la sua famiglia sia stata coinvolta, ma non è in questo modo che si tirerà fuori dai casini, soprattutto non dopo aver insultato a destra e manca alcuni dei nomi più noti del mondo dei videogame, senza cercare di scusarsi o almeno di giustificarsi.

Infine, pare che il nostro eroe sia stato licenziato. Sembra che David Kotkin, il creatore dell’Avenger, stia cercando di correre ai ripari per salvare la situazione, dissociandosi da Paul Christoforo. A quanto pare però il loro rapporto va oltre il commerciale visto che hanno creato una società insieme. Maggiori dettagli qui.

Aggiornamento 3: a tempo di record iniziano ad arrivare i video-parodia

Aggiornamento 4: sempre più assurdo. Paul Christoforo è arrivato a spacciarsi per un’altra persona per cercare di salvare il salvabile. Il diretto interessato, Brandon Leidel, CEO di una società di marketing, ha dichiarato di aver preso già da tempo le distanze dalla N-Control proprio a causa dei continui ritardi e della presenza di mr. “OceanMarkettingStratagy”. Tutto questo rende ancora più sospetto il rapporto tra David Kotkin e l’amico del sindaco di Boston.

Aggiornamento 5: su Kotaku le spiegazioni di David Atkin e gli approfondimenti riguardo ai suoi rapporti con Christoforo, oltre ai commenti di Leidel sulla vicenda.

Nel frattempo Eli Schwartz, nuovo marketing manager della N-Control sta facendo del suo meglio per arginare i danni provocati dalla “brutta giornata” di Paul Christoforo. Auguri.

Fonti: Penny Arcade | Kotaku | examiner.com

Aree Tematiche
Hardware Real Life
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd